L’estetica della sovversione sfodera profumi e aromi speziati

di Geraldina Colotti

«All’erta, all’erta che cammina il tratto di Bolívar per l’America latina…». Sfogliando le opere e il profilo degli artisti venezuelani presenti alla Biennale, si potrebbe sostituire così, giocando con le parole, il famoso slogan che, in originale, recita: «Alerta, alerta che camina la espada de Bolivar para América latina». Il sogno di una nuova indipendenza, basata sull’inclusione e sulla «vita buona» (il buen vivir) produce un immaginario senza lacci e steccati, disegna una nuova cartografia del presente in cui irrompe il futuro.

Nel Venezuela «bolivariano», l’arte è di strada e incontra il desiderio di partecipare. I fondi destinati alla cultura e alle tutele sociali degli artisti registrano anche quest’anno un aumento, e la vivacità del settore salta agli occhi in ogni angolo del paese. Così, collettivi di arte urbana, provenienti da diverse regioni sono al centro della proposta Arte urbano. Una estética de la subversiónche caratterizza il padiglione venezuelano, in cui i giovani artisti realizzeranno le loro opere in situ: attraversamenti multipli di nuovi linguaggi che combinano video documentali, gigantografie, immagini fotografiche, paesaggi sonori e dispositivi tridimensionali come metafore dei graffiti. Un grande museo immaginario della città, in cui i movimenti giovanili mostrano il cuore pulsante del «socialismo del XXI secolo». Una proposta – assicura il curatore del progetto, Juan Calzadilla – al diapason con il tema della Biennale (Il Palazzo enciclopedico), inteso come teatro delle ossessioni e del potere trasformatore dell’immaginazione.

«In questo modo – spiega Calzadilla, artista plastico, critico, storico, poeta e saggista – abbiamo voluto rompere la consuetudine di portare a Venezia solo l’artista venezuelano più affermato nel panorama nazionale». Tra i diversi collettivi di Crew (equipe, equipaggio, gang o bande) presenti a Venezia, Comando creativo, Colectivo cultural Toromayma, Pc, Silenciadores, Simbiosis perfecta, Cms…

Nel padiglione dedicato all’arte figurativa del continente, El Atlas del imperio, organizzato dall’Istituto italo-latinoamericano (Iila), la venezuelana Susana Arwas fotografa a sua volta i graffiti di natura politica, che raccontano la realtà con sarcasmo e ironia. Tra i venti Paesi aderenti all’Iila e presenti alla Biennale, c’è l’Uruguay. Il maestro del pop Martin Sastre – uno degli artisti selezionati dai curatori Alfons Hug e Paz Guevara e accompagnati dalla commissaria Sylvia Irrazabal – propone il video promozionale di un profumo che ha creato: un composto di essenze ed erbacce provenienti dalla campagna del presidente Pepe Mujica. Ex guerrigliero tupamaro che ha trascorso 13 anni nelle carceri sotterranee uruguayane ai tempi della dittatura, Mujica continua a vivere nella sua modesta fattoria fuori città coltivando fiori che poi vende nei mercati locali. E dona il 90% dello stipendio alla costruzione di opere sociali. Con lo stesso spirito, Sastre ha annunciato che con i proventi delle vendite verrà istituito un Fondo nazionale d’arte  contemporanea per il sostegno degli artisti uruguayani.

Si ispira all’Uruguay anche Il sol dell’avvenire, dell’italiano Luca Vitone, che disegna isole utopiche su una serie di biglietti in corso in vari periodi della storia uruguayana, mentre la boliviana Sonia Falcone propone a sua volta un tappeto di spezie nell’operaCampo de color.

Centinaia di vasi di argilla pieni di cacao, peperoncino, cannella, curcuma e altre intense fragranze modulano un quadro in stile color field, ma suscitano sensazioni opposte rispetto alle superfici colorate, lisce e fredde, del minimalismo nordamericano.

Gli ecuadoriani Miguel Alvear e Patricio Andrade, hanno invece girato il film surrealista Blak Mama in cui tre personaggi dediti al riciclaggio della carta nella capitale Quito compiono un viaggio metaforico che ha il potere di trasformare le persone.

E da Cuba, grande vivaio di artisti, arriva Humberto Diaz. Ha scelto di legare idealmente la sua isola con 150 metri di corda annodati a diversi oggetti che richiamano le tappe dello sviluppo umano.

Anch’egli proviene dai collettivi giovanili che animano il paese. Si è formato nell’Associazione Hermanos Saiz, ospite di recente dell’Arci con cui sta sviluppando progetti finalizzati alla pro promozione di giovani artisti cubani.

[fonte: Alias, 25 maggio 2013]

"En Tiempos de Guarimba"

Conoce a quienes te quieren dirigir

La Covacha Roja

Donde encontramos ideas avanzadas

Pensamiento Nuestro Americano

Articulando Luchas, Cultivando Resistencias

RE-EVOLUCIÓN

Combatiendo al neofascismo internacional

Comitè Antiimperialista

Contra les agressions imperialistes i amb la lluita dels pobles per la seva sobirania

SLAVYANGRAD.es

Nuestra ira no tiene limites. (c) V. M. Molotov

Auca en Cayo Hueso

Just another WordPress.com site

Gli Appunti del Paz83

Internet non accende le rivoluzioni, ma aiuta a vincerle - Il Blog di Matteo Castellani Tarabini

Sociología crítica

Articulos y textos para debate y análisis de la realidad social

Hugo Chavez Front - Canada

Get to know what's really going on in Venezuela

Revista Nuestra América

Análisis, política y cultura

Avanzada Popular

Colectivo Avanzada Popular

Leonardo Boff

O site recolhe os artigos que escrevo semanalmente e de alguns outros que considero notáveis.Os temas são ética,ecologia,política e espiritualidade.

Planetasperger

sindrome de asperger u otros WordPress.com weblog

Vientos del Este

Actualidad, cultura, historia y curiosidades sobre Europa del Este

My Blog

Just another WordPress.com site

Festival delle idee politiche

Rassegna annuale di teorie politiche e pratiche della partecipazione civile

Far di Conto

Piccoli numeri e liberi pensieri

Miradas desde Nuestra América

Otro Mundo es Posible, Necesario, Urgente. Desde la provincia chilena

Como te iba contando

Bla bla bla bla...

Coordinadora Simón Bolívar

¡Bolívar vive la lucha sigue!

LaDu

Laboratorio di Degustazione Urbana

il Blog di Daniele Barbieri & altr*

"Per conquistare un futuro bisogna prima sognarlo" (Marge Piercy)

KFA Italia - notizie e attività

notizie dalla Corea Popolare e dalla Korean Friendship Association

KFA Euskal Herria

Korearekiko Laguntasun Elkartea | Korean Friendship Association

ULTIMOTEATRO.PRODUZIONIINCIVILI

Nuova Drammaturgia del Contemporaneo

Sociales en PDF

Libro de sociales en formato digital.

matricola7047

Notes de lectura i altres informacions del seminari sobre el Quaderns de la Presó d'Antonio Gramsci ( Associació Cultural Espai Marx)

Centro Cultural Tina Modotti Caracas

Promoción de la cultura y arte Hispanoamericana e Italiana. Enseñanza y educaciòn.

Racconti di quasi amore

a costo di apparire ridicolo

Ex UAGDC

Documentazioni "Un altro genere di comunicazione"

Esercizi spirituali per signorine

per un'educazione di sani principi e insane fini

JoséPulido

La página del escritor venezolano

Donne in rosso

foglio dell'ADoC (Assemblea delle donne comuniste)

Conferenza Mondiale delle Donne - Caracas 2011

Just another WordPress.com site

críticaypunto

expresamos la verdad

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: