(FOTO) L’Esercito Siriano libera Al-Rabi’yah al confine con la Turchia

da lantidiplomatico.it

Al confine tra la Turchia e la Siria, nel Governatorato di Latakia, l’esercito siriano, questa mattina, ottiene un altro grande successo espugnando un’altra roccaforte in mano ai terroristi ad Al-Rabi’yah.

Salma liberata lo scorso 12 gennaio, così come Al-Rabi’yah, erano ritenute delle roccaforti dei terroristi inespugnabili, vista anche la vicinanza con la Turchia che offriva ogni tipo di supporto alle bande armate.

La cattura della roccaforte dei terroristi di Al-Rabi’yah è arrivata dopo molto tempo per l’esercito arabo siriano (ASA) ed i loro alleati; tuttavia, si è finalmente giunto a compimento per le forze governative che alzato la bandiera della Repubblica araba siriana nella piazza della città dopo una breve battaglia questa mattina nel nord di Latakia.

Secondo una fonte militare che segue l’offensiva dei soldati che hanno catturato Al-Rabi’yah questa mattina, la 103a brigata della Guardia Repubblicana dell’esercito arabo siriano ha condotto l’operazione primaria per liberare la città dai terroristi di Al-Nusra Jabhat (Gruppo siriano Al-Qaeda) e il Free Syrian Army (FSA).

Accanto alla 103a brigata hanno combattuto, Liwaa Suqour Al-Sahra (Brigata Flachi del Deserto), e  Forze di Difesa Nazionale (NDF) e la Resistenza siriana; queste milizie hanno giocato un ruolo fondamentale nella conquista di Al-Rabi’yah questa mattina e in tutte le operazioni militari nella campagna a nord di Latakia.

Oltre a liberare Al-Rabi’yah, 103a brigata dell’esercito arabo siriano ed i suoi alleati hanno imposto il pieno controllo sui villaggi di Al-Rawda, Darvishan, e Touros a Jabal Al-turkmeno (Monti turkmeni).

Con la perdita di Al-Rabi’yah oggi, i terroristi sono in guai seri nel nord di Latakia.

L’ultima roccaforte delle bande armate nel nord di Latakia è Kinsibba, che si trova nel terzo punto più alto a Jabal Al-Akràd (Montagne curde).

 

Di seguito le prime foto della liberazione di Al-Rabi’yah fornite dal portale di informazione Al-Masdar

 

 

 

Kayali: «Sconfitta Erdogan è anche merito di Ocalan amico della Siria»

asdfda ‎المقاومـة السوريـة

Ali Kayali, Comandante della resistenza siriana, formazione guerrigliera marxista in supporto all’esercito arabo siriano, ha commentato le elezioni parlamentari turche, segnate dalla sconfitta di Erdogan e del suo partito l’AKP che non ha ottenuto la maggioranza assoluta per modificare la costituzione. Secondo il compagno Kayali «i popoli della Turchia hanno scelto la libertà, con la loro spontanea volontà hanno deciso di tenere a freno questo Dittatore sanguinario che massacrò il suo popolo e tuttora in nome del sionismo e dei retrogradi delle monarchie del golfo, uccide il popolo arabo della Siria servendosi di criminali internazionali provenienti da ogni parte del mondo». Ed ha aggiunto: «Queste elezioni sono una vittoria per i popoli oppressi in Turchia soprattutto, prima di essere una Vittoria di un partito di opposizione, curdi e arabi e altre minoranze hanno deciso di dare la loro voce a favore del Partito Democratico popolare. Questo è ciò che è emerso dallo sforzo dei ragazzi curdi guidati da Abdullah Ocalan, e così a nome mio, Ali Kayali, e a nome dei miei compagni del Fronte Popolare per la Liberazione di Iskenderun – Resistenza siriana,  ringrazio e saluto il mio compagno di lotta Abdullah Ocalan, questo eroe che è stato in grado di piegare la dittatura al potere in Turchia e le sue istituzioni ingiuste dalla sua cella dove è tuttora prigioniero».

saddssKayali su Ocalan, ha precisato: «Questo eroe è un amico della Siria dal primo giorno in cui l’ho conosciuto e fino ad ora. Questo uomo che ha sempre amato il popolo siriano era ed è un suo sostenitore e delle sue cause giuste contro la tirannide della dominazione turca. Oggi per fermare la dittatura oppressiva in Turchia ha avuto un ruolo importante». Ed ha poi concluso: «Noi della resistenza siriana rendiamo omaggio al vecchio e nuovo amico della Siria, in occasione della sconfitta del governo sanguinario ottomano del dittatore Erdogan e del suo gruppo criminale»

[Trad. dall’arabo per ALBAinformazione di Laila Mousa]

(FOTO) Siria, 8 marzo

di Francesco Guadagni

Nella giornata Internazionale della donna un grande ringraziamento alle donne siriane. Che appartengano alla Resistenza Siriana, alla Brigata al Baath, alle Forze di Difesa Nazionale, o ai Comitati di Difesa popolari, queste donne meritano grande rispetto. Hanno lasciato i loro studi, i loro affetti per difendere la loro patria dall’ aggressione imperialista, lanciata dalla NATO, USA, Israele, Turchia e Monarchie del Golfo.

È utile ricordare, come ha sottolineato la redazione di Spondasud, in un decalogo intitolato “20 cose da sapere sulla Siria”, che «la donna in Siria non è costretta a portare alcun velo e ha pieni diritti civili e piene libertà. Le donne possono svolgere qualsiasi tipo di professione e non è preclusa in alcun modo la carriera politica e di rappresentanza nelle istituzioni».

___

"En Tiempos de Guarimba"

Conoce a quienes te quieren dirigir

La Covacha Roja

Donde encontramos ideas avanzadas

Pensamiento Nuestro Americano

Articulando Luchas, Cultivando Resistencias

RE-EVOLUCIÓN

Combatiendo al neofascismo internacional

Comitè Antiimperialista

Contra les agressions imperialistes i amb la lluita dels pobles per la seva sobirania

SLAVYANGRAD.es

Nuestra ira no tiene limites. (c) V. M. Molotov

Auca en Cayo Hueso

Just another WordPress.com site

Gli Appunti del Paz83

Internet non accende le rivoluzioni, ma aiuta a vincerle - Il Blog di Matteo Castellani Tarabini

Sociología crítica

Articulos y textos para debate y análisis de la realidad social

Hugo Chavez Front - Canada

Get to know what's really going on in Venezuela

Revista Nuestra América

Análisis, política y cultura

Avanzada Popular

Colectivo Avanzada Popular

Leonardo Boff

O site recolhe os artigos que escrevo semanalmente e de alguns outros que considero notáveis.Os temas são ética,ecologia,política e espiritualidade.

Vientos del Este

Actualidad, cultura, historia y curiosidades sobre Europa del Este

My Blog

Just another WordPress.com site

Festival delle idee politiche

Rassegna annuale di teorie politiche e pratiche della partecipazione civile

Far di Conto

Piccoli numeri e liberi pensieri

Miradas desde Nuestra América

Otro Mundo es Posible, Necesario, Urgente. Desde la provincia chilena

Como te iba contando

Bla bla bla bla...

Coordinadora Simón Bolívar

¡Bolívar vive la lucha sigue!

LaDu

Laboratorio di Degustazione Urbana

il Blog di Daniele Barbieri & altr*

"Per conquistare un futuro bisogna prima sognarlo" (Marge Piercy)

KFA Italia - notizie e attività

notizie dalla Corea Popolare e dalla Korean Friendship Association

KFA Euskal Herria

Korearekiko Laguntasun Elkartea | Korean Friendship Association

ULTIMOTEATRO.PRODUZIONIINCIVILI

Nuova Drammaturgia del Contemporaneo

Sociales en PDF

Libro de sociales en formato digital.

matricola7047

Notes de lectura i altres informacions del seminari sobre el Quaderns de la Presó d'Antonio Gramsci ( Associació Cultural Espai Marx)

Centro Cultural Tina Modotti Caracas

Promoción de la cultura y arte Hispanoamericana e Italiana. Enseñanza y educaciòn.

Racconti di quasi amore

a costo di apparire ridicolo

Ex UAGDC

Documentazioni "Un altro genere di comunicazione"

Esercizi spirituali per signorine

per un'educazione di sani principi e insane fini

JoséPulido

La página del escritor venezolano

Donne in rosso

foglio dell'ADoC (Assemblea delle donne comuniste)

Conferenza Mondiale delle Donne - Caracas 2011

Just another WordPress.com site

críticaypunto

expresamos la verdad

NapoliNoWar

(sito momentaneamente inattivo)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: