Zyuganov sull’Ucraina: «Pesanti conseguenze per l’Europa»

zyuganov-gennady-824.ndi Ghennady Zyuganov | da kprf.ru

Ghennady Zyuganov, leader del Partito Comunista della Federazione Russa, commenta l’ondata di omicidi politici che sta travolgendo l’Ucraina

Non passa giorno che nella rassegna delle notizie non ci sia segnalazione di atrocità commesse contro oppositori politici da parte dell’autoproclamato potere di Kiev. Ieri all’ingresso di casa sua è stato ucciso l’organizzatore dell’Antimajdan Oleg Kalashnikov. Oggi è stato assassinato a colpi di arma da fuoco anche l’attivista Oles Busina, noto per il suo atteggiamento critico nei confronti della leadership ucraina. In ragione del deterioramento della situazione socio-economica le autorità marrone-arancio continuano a ripulire il campo politico da coloro che possano offrire un’alternativa  al disastroso corso della giunta filo-americana.

Nello stesso tempo, con questo regime Poroshenko continua a distruggere ciò che rimane dei diritti e delle libertà democratici in Ucraina. Oggi a Odessa è stata brutalmente sciolta una manifestazione pacifica per la fine dell’operazione punitiva nel Donbass e per l’attribuzione dell’autonomia economica alla regione (status di “porto franco”). Sono state arrestate 53 persone solo perché hanno osato innalzare nella manifestazione le bandiere rosse nell’Ucraina degli eredi di Bandera.

Ancora peggio si presenta la situazione della libertà di parola. Per la prima volta nella sua storia, l’Ucraina è diventata il paese più pericoloso al mondo per i rappresentanti dei media: l’anno scorso il numero di giornalisti uccisi è aumentato di quattro volte. Spesso i collaboratori dei mezzi di  informazione di massa sono vittime non accidentali della guerra civile che continua nel Donbass, e un bersaglio per coloro che mentre dichiarano continuamente il loro attaccamento ai valori europei, continuano a trasformare il paese in una nuova Somalia.

In realtà, il passaggio definitivo dell’Ucraina dal campo del diritti alla “legge della giungla” non solo è sostenuto dalla stragrande maggioranza dei politicanti ucraini e dalla comunità degli esperti in ambito giornalistico, ma anche dai funzionari dell’Unione Europea, che continuano a elogiare i progressi del paese sulla strada della democrazia. Si constata con preoccupazione che gli europei non hanno imparato nulla dalla nostra storia comune. Dovremmo invece sapere tutti bene in che modo sono finiti gli esperimenti con la feccia nazista: nella fossa, che così diligentemente agli ordini dei loro protettori di oltreoceano stanno scavando per la Russia, inevitabilmente cadrà tutta l’Europa, mentre gli USA, standosene ai margini, si fregheranno nuovamente le mani, facendo i calcoli sui profitti ricavati dalla nuova carneficina nel Vecchio Continente.

[Trad. dal russo di Mauro Gemma per Marx21]

Omicidi selettivi in Venezuela

di  Geraldina Colotti

5mar2014.- Ferita in un agguato degli oltranzisti una nota giornalista. L’eventualità torna ad affac­ciarsi dopo l’assassinio del tenente scelto, Marco Anto­nio Cor­tez Caria, 29 anni, che faceva parte della scorta pre­si­den­ziale. Cor­tez è stato ucciso dome­nica in auto­strada, dopo aver lasciato un Cir­colo mili­tare nella capi­tale. Nello stesso giorno, a Mara­cay (nello stato Ara­gua), è sfug­gita a un agguato una gior­na­li­sta tele­vi­siva, Lla­fran­cis Colina, volto noto della tra­smis­sione gio­va­nile «Zurda Kon­ducta». Un pro­gramma nuovo e bat­ta­gliero, che coniuga satira e inchie­sta poli­tica. Colina, detta «la negra», durante la tra­smis­sione ha spesso inda­gato e preso di petto i respon­sa­bili delle pro­te­ste vio­lente con­tro il governo che – dalla prima set­ti­mana di feb­braio a oggi — hanno pro­vo­cato 41 morti. Fra le vit­time, anche la madre, morta d’infarto per­ché le «gua­rim­bas» (bar­ri­cate di chiodi, cemento e spaz­za­tura data alle fiamme) le hanno impe­dito di rag­giun­gere l’ospedale. Secondo gli inqui­renti, Colina è scam­pata a un atten­tato, e alcuni sospetti sono già in carcere.

Il 25 aprile, nello stato di Miranda, è stato tor­tu­rato e ucciso Elie­zer Otaiza, figura sto­rica del cha­vi­smo, ex respon­sa­bile dell’intelligence: con moda­lità tipi­che del para­mi­li­ta­ri­smo, ha detto il mini­stro degli Interni Miguel Rodri­guez Tor­res. Dopo que­sti due ultimi epi­sodi, Tor­res ha avan­zato l’ipotesi che «il piano cospi­ra­tivo con­tro il Vene­zuela stia entrando nella fase degli omi­cidi selet­tivi». Lo con­fer­me­rebbe il qua­dro delle inchie­ste in corso e le indi­ca­zioni emerse dall’arresto di 58 stra­nieri: alcuni pro­ve­nienti da fuori, altri resi­denti in Vene­zuela e legati ai ser­vizi segreti di altri paesi. Azioni pia­ni­fi­cate da lungo tempo, aveva detto il mini­stro al mani­fe­sto, citando la cosid­detta «festa mes­si­cana» dell’estrema destra.

Qual­che giorno fa, ha mostrato in tele­vi­sione alcune mail inviate dall’avvocato Arroyo al fac­cen­diere Burelli, il 20 otto­bre del 2010: per orga­niz­zare la riu­nione dell’estrema destra nella capi­tale mes­si­cana, a cui hanno ade­rito alcuni diri­genti stu­den­te­schi oltran­zi­sti e diversi poli­tici. Molti di que­sti – ha detto Tor­res – sono oggi in campo con gli stessi obiet­tivi con­tro Maduro. «Esat­ta­mente 10 anni fa – ha aggiunto – un gruppo di mili­tari e civili si è riu­nito al 204 della via Los Jar­di­nes del Coun­try club insieme al para­mi­li­tare José Ayala. Allora inten­de­vano bom­bar­dare il coman­dante Hugo  Chávez durante il pro­gramma ’Alo, pre­si­dente’ e sca­te­nare una guerra civile. Alcune di que­ste per­sone ora ten­tano con gli stessi metodi di rove­sciare il governo Maduro». Secondo i docu­menti di Wiki­leaks, il diri­gente di Volun­tad Popu­lar Leo­poldo Lopez, ora in car­cere, è citato almeno 77 volte nei tele­grammi diplo­ma­tici degli Usa.

E un’altra lea­der dell’opposizione oltran­zi­sta, Maria Corina Machado, non ha mai fatto mistero dei suoi legami con i fal­chi del Pen­ta­gono e con l’estrema destra lati­noa­me­ri­cana. «Ogni volta che Lopez andava in Colom­bia – ha detto Tor­res – si incon­trava con Uribe e se qual­cuno s’intende di vio­lenza, falsi posi­tivi e spa­ri­zioni for­zate, quello è lui». 

Uribe, eletto sena­tore per il Cen­tro demo­cra­tico, ha respinto le accuse. Nella sua inchie­sta set­ti­ma­nale, il noto gior­na­li­sta José Vicente Ran­gel ha invece sup­por­tato le affer­ma­zioni del mini­stro Tor­res par­lando di una «con­cen­tra­zione di para­mi­li­tari colom­biani pronti a entrare in Vene­zuela a fine mag­gio per diverse vie». D’altronde – ha ricor­dato Ran­gel – pre­sto usci­ranno dal car­cere colom­biano circa 400 para­mi­li­tari, fra i quali uno dei loro capi sto­rici, Julian Boli­var. Tutti legati all’uribismo.

 

"En Tiempos de Guarimba"

Conoce a quienes te quieren dirigir

La Covacha Roja

Donde encontramos ideas avanzadas

Pensamiento Nuestro Americano

Articulando Luchas, Cultivando Resistencias

EL BLOG DE CARLOS

Por un mundo mejor, posible y necesario

Comitè Antiimperialista

Contra les agressions imperialistes i amb la lluita dels pobles per la seva sobirania

SLAVYANGRAD.es

Nuestra ira no tiene limites. (c) V. M. Molotov

Auca en Cayo Hueso

Just another WordPress.com site

Gli Appunti del Paz83

Internet non accende le rivoluzioni, ma aiuta a vincerle - Il Blog di Matteo Castellani Tarabini

Sociología crítica

Articulos y textos para debate y análisis de la realidad social

rojoutopico.wordpress.com/

Blog de opinión igualitaria, social y política de un tipo Feminista, Galileo y Anticapitalista.

Hugo Chavez Front Canada

Get to know what's really going on in Venezuela

Revista Nuestra América

Análisis, política y cultura

Avanzada Popular

Colectivo Avanzada Popular

Leonardo Boff

O site recolhe os artigos que escrevo semanalmente e de alguns outros que considero notáveis.Os temas são ética,ecologia,política e espiritualidade.

La Historia Del Día

Blog para compartir temas relacionados a la historia, la política y la cultura

Planetasperger

sindrome de asperger u otros WordPress.com weblog

Vientos del Este

Actualidad, cultura, historia y curiosidades sobre Europa del Este

My Blog

Just another WordPress.com site

Festival delle idee politiche

Rassegna annuale di teorie politiche e pratiche della partecipazione civile

Far di Conto

Piccoli numeri e liberi pensieri

Miradas desde Nuestra América

Otro Mundo es Posible, Necesario, Urgente. Desde la provincia chilena

L'angolo dei cittadini

La tua provincia

Como te iba contando

Bla bla bla bla...

Coordinadora Simón Bolívar

¡Bolívar vive la lucha sigue!

LaDu

Laboratorio di Degustazione Urbana

www.logicaecologica.es/

Noticias saludables

il Blog di Daniele Barbieri & altr*

"Per conquistare un futuro bisogna prima sognarlo" (Marge Piercy)

KFA Italia - notizie e attività

notizie dalla Corea Popolare e dalla Korean Friendship Association

KFA Euskal Herria

Korearekiko Laguntasun Elkartea | Korean Friendship Association

ULTIMOTEATRO.PRODUZIONIINCIVILI

Nuova Drammaturgia del Contemporaneo

Sociales en PDF

Libro de sociales en formato digital.

matricola7047

Notes de lectura i altres informacions del seminari sobre el Quaderns de la Presó d'Antonio Gramsci ( Associació Cultural Espai Marx)

Centro Cultural Tina Modotti Caracas

Promoción de la cultura y arte Hispanoamericana e Italiana. Enseñanza y educaciòn.

Racconti di quasi amore

a costo di apparire ridicolo

Ex UAGDC

Documentazioni "Un altro genere di comunicazione"

Esercizi spirituali per signorine

per un'educazione di sani principi e insane fini

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: