Julián Isaías Rodríguez: «ALBA alternativa alla crisi del capitalismo»

Ambasciatore del Venezuela in Italia: «ALBA modello alternativo alla crisi del capitalismo»da mppre.gob.ve

In occasione del 1° Incontro delle Comunità Andine e Latinoamericane tenutosi presso la Casa del Popolo di Torpignattara, l’Ambasciatore della Repubblica Bolivariana del Venezuela in Italia, Julián Isaías Rodríguez, ha affermato che L’alleanza Bolivariana per i Popoli della Nuestra America – Trattato del Commercio dei Popoli (ALBA-TCP) è un modello alternativo alla crisi.

L’incontro è stato organizzato dalla Rete Comunità Andina (CAN) in Italia, il cui obiettivo era quello di sensibilizzare i presenti circa le problematiche dei migranti latinoamericani nella penisola italiana, in particolare, le comunità andine di Bolivia, Colombia, Ecuador e Perù.

Dal momento che l’ALBA-TCP è diventata un vero e proprio modello di riferimento in materia di complementarità e cooperazione reciproca tra i popoli, gli organizzatori hanno considerato opportuno invitare il massimo rappresentante diplomatico di uno dei paesi fondatori dell’alleanza.

Durante l’attività, l’Ambasciatore Rodríguez ha dichiarato con forza che l’ALBA è il riflesso «dell’integrazione latinoamericana dei popoli, dal basso, partendo dai movimenti popolari», e nasce ispirata «dalle battaglie anticoloniali, anticapitaliste, anti-patriarcali e antimperialiste».


>>>continua su L’AntiDiplomatico>>>

(FOTO) Roma 16dic2015: La sfida del Potere Popolare contro il fascismo

di Rete di Solidarietà con la Rivoluzione Bolivariana “Caracas ChiAma”

Dopo le elezioni del 6 dicembre, la Repubblica Bolivariana del Venezuela vive una fase determinante per lo sviluppo del progetto rivoluzionario portato avanti dalle classe popolari, dai movimenti sociali e dal governo di Nicolás Maduro.

Un progetto, quello della Rivoluzione Bolivariana, che ha superato i confini nazionali e si è trasformato nel centro nevralgico di tutti gli equilibri regionali. Infatti, oggi il Venezuela socialista è il nucleo duro della resistenza latinoamericana contro le ingerenze imperiali promosse dagli Stati Uniti e dagli organismi economici e finanziari internazionali. Sul piano internazionale, il fronte chavista ha saputo sconfiggere l’egemonia statunitense in America Latina, mentre a livello nazionale le comuni – organi di governo basati sulla partecipazione protagonista delle comunità urbane e rurali – sono un prezioso esempio di democrazia diretta e popolare, che supera le logiche burocratiche e alienanti dello Stato liberale capitalista.

In questo contesto, le ultime elezioni hanno evidenziato importanti problemi interni al processo, oltre all’efficacia della strategia destabilizzante promossa dalle oligarchie venezuelane. Oligarchie che continuano ad avere in mano buona fetta del potere economico e mediatico, e a godere dell’appoggio delle forze reazionarie che dominano la globalizzazione neoliberista.

Il governo e i movimenti popolari hanno accettato l’esito del voto, confermandosi l’unica garanzia per la democrazia in Venezuela. Ma il fronte chavista ha anche reagito alla sconfitta elettorale in maniera forte e determinata: già sono iniziate le assemblee di strada in tutti i quartieri popolari ed è partito un vivace dibattito tra le forze rivoluzionarie che manifesta ancora una volta l’incredibile partecipazione politica che ha saputo generare il processo bolivariano. Le questioni essenziali del dibattito girano attorno a due assi cruciali: la strategia della destra fascista; e l’autocritica rivoluzionaria per rigenerare il processo democratico e popolare, per consolidare il potere popolare e avanzare nel cammino verso un Venezuela socialista e bolivariano, speranza di pace e giustizia sociale.

Anche noi, in questo delicato momento, ci uniamo alle molteplici manifestazioni di solidarietà e complicità con la Rivoluzione Bolivariana, promosse in tutto il mondo dai movimenti anticapitalisti e dalle forze progressiste. Con la convinzione che -oggi più che mai- è impossibile pensare un processo di trasformazione sociale senza mettere la solidarietà internazionale e l’antimperialismo al centro dell’azione, inivitiamo tutti e tutte a partecipare al dibattito:

VENEZUELA. LA SFIDA DEL POTERE POPOLARE CONTRO LA STRATEGIA FASCISTA.

Con l’ambasciatore Julián Isaías Rodríguez Díaz.

Introduce la Rete-Solidarietà-Rivoluzione-Bolivaria “Caracas ChiAma”

DOPO L’INIZIATIVA, CENA INTERNAZIONALISTA A PREZZI POPOLARI.

PER RAGGIUNGERE IL CENTRO SOCIALE SPARTACO (VIA SELINUNTE, 57, quartiere QUADRARO):

BUS 557
METRO A, fermata NUMIDIO QUADRATO

Per informazioni e prenotare la cena: 3349915666

___
Foto dell’evento: Roma, Italia, 16dic2015.- Centro Sociale Spartaco.

 

Ambasciatore venezuelano in Italia incontra il sindaco di Napoli

di Consulado General de la República Bolivariana de Venezuela en Nápoles

Italia 10lug2015.- (Prensa Consulado General. Nápoles). Il giorno 9 luglio del 2015, a Palazzo San Giacomo, sede ufficiale del Comune di Napoli, si è tenuto l’incontro tra Julián Isaías Rodríguez, Ambasciatore della Repubblica Bolivariana del Venezuela in Italia e Luigi de Magistris, Sindaco della Città.

Erano inoltre presenti Amarilis Gutiérrez Graffe, Console Generale a Napoli e Norelys Márques, moglie dell’Ambasciatore. Le relazioni di scambio e solidarietà tra il Venezuela e il Comune partenopeo vanno avanti da molti anni, ma si sono intensificati negli ultimi sei anni di governo bolivariano.

L’incontro ha avuto luogo in un clima di fraternità, rispetto e solidarietà nel quale entrambi i rappresentanti hanno esposto le ragioni storiche, culturali e sociali dei rispettivi popoli, che hanno portato a concretizzare determinati punti di contatto.

Isaías Rodríguez ha affermato che, come de Magistris, anch’egli proviene da una formazione giuridica, avvocato e procuratore generale, e che è a conoscenza dell’importante lavoro realizzato da de Magistris nella lotta alla criminalità organizzata. Ha riconosciuto il lavoro che sta realizzando per lo sviluppo sociale della città napoletana, promuovendo la partecipazione e la solidarietà. Rispetto alla Città di Napoli ha aggiunto: “… questa è una città piena di energia, di anima, di canzoni, di poesia, e in questo i nostri popoli si somigliano molto. Napoli conta su una importante storia di ribellione e lotta, e anche in questo coincidiamo…”.

Luigi de Magistris è stato grato per l’incontro e si è riferito al lavoro di collaborazione tra il Consolato Generale in Napoli e il Comune, grazie ai diversi consiglieri comunali ed assessori, che si occupano dell’area dell’Educazione con Arnaldo Maurino, dello Sport con Ciro Borriello, con il consigliere Pietro Rinaldi nel settore Ambientale e infine nel settore della cooperazione internazionale con Sandro Fucito.

Il Sindaco ha riconosciuto che il lavoro del consolato a Napoli è attivo, anche alla luce delle caratteristiche dei movimenti sociali della città nonché l’intenso attivismo politico esistente. Ha affermato che il cammino per costruire una migliore società passa attraverso un sempre maggiore potere popolare, promuovendone la partecipazione, l’integrazione, la creazione di un progetto comune partendo dal rispetto delle diversità. Ha ricordato che Napoli è la città europea con il maggior numero di giovani, risorsa da valorizzare, sostenere e liberare per costruire il futuro.

La Console Generale Gutiérrez Graffe ha ringraziato de Magistris per essere stato il primo sindaco in Italia ha dare la sua firma per la campagna “Obama Deroga el Decreto Ya”, lo scorso aprile 2015 e per essere presente durante la chiusura del II Incontro Italiano di Solidarietà con la Rivoluzione Bolivariana. Ha inoltre ringraziato per le sue recenti dichiarazioni, riferite al fatto di voler essere ricordato come “il Che Guevara di Napoli”. L’incontro si è concluso con l’interpretazione della canzone “Hasta Siempre Comandante”, da parte della Console Generale, dopo aver letto la frase, sul ritratto del Guerrillero Heroico, che il sindaco conserva sulla sua scrivania.

Comunidad ítalo venezolana entregó ayuda humanitaria a la Embajada de Palestina

Roma, 28 de agosto de 2014 (MPPRE).- Las Misiones Diplomáticas Bolivarianas acreditadas ante Italia, recolectaron medicinas a través de un operativo desplegado junto a la comunidad ítalo venezolana, universidades y entes del país europeo, a fin de seguir con el llamado de solidaridad realizado por la Embajada de Palestina en Roma.

La actividad fue organizada por la Embajada de Venezuela ante Italia, la Misión Bolivariana permanente ante la Organización de las Naciones Unidas para la Alimentación y la Agricultura (FAO) y el Consulado General de Nápoles, en concordancia con la política exterior del Gobierno del presidente Nicolás Maduro.

El Comité de la Salu Mental organizado por el Prof. Enrico de Notaris y un grupo de jóvenes médicos napolitanos, junto al Centro Social Banchi Nuovi, donaron todos los medicamentos recogidos para la “Farmacia comunitaria”, al pueblo palestino, a través del Consuldo de Venezuela en Nápoles y la Embajada venezolana en Roma.

 

El jefe de la Misión en Roma, Julián Isaías Rodríguez, acompañado por el G/B Franklin Bulmez, agregado militar, naval, aéreo y de defensa, entregaron a la Representación Diplomática de Palestina en Italia, 16 cajas con medicamentos y material médico quirúrgico requerido por el Ministerio de la Salud Palestino, así como, una ayuda económica fruto de las donaciones de la comunidad ítalo venezolana.

“Nosotros hemos querido sumarnos a esta red de solidaridad desde aquí donde la comunidad ítalo venezolana ha demostrado su sensibilidad. Hacemos la entrega de este material a ser enviado a la Franja de Gaza como una muestra de que el pueblo venezolano está absolutamente identificado con la causa Palestina y con toda nuestra humildad”, resaltó Rodríguez.

El diplomático aseveró que, desde 1948 ese país está siendo agredido por razones religiosas económicas y políticas. “La injusticia que se cometió con ese país y los atropellos que se han seguido cometiendo merman, no sólo los Derechos Humanos, sino también el sentido y la renovación de su pueblo, el dolor de sus mujeres y niños, la angustia, la falta de esperanza, la impotencia, la paz que ha sido acribillada”.

Por su parte, la embajadora de Palestina en Roma, Mai Alkaila, agradeció las muestras de apoyo y solidaridad y el coraje del gobierno y pueblo venezolano “sabemos del empeño del Gobierno Bolivariano para con nuestro pueblo y de las muestras de afecto de siempre demostrado por Hugo Chávez Frías y ahora por su sucesor Nicolás Maduro”.

La actividad estuvo acompañada por el Presidente de la asociación Comunidad Palestina en Roma y Lazio, el Presidente de la Unión de Médicos Árabes en Italia, el Presidente de la Comunidad Egipcia en Italia y Presidente de la Asociación de la Media Luna Roja Palestina. FIN/Embajada/YV.

"En Tiempos de Guarimba"

Conoce a quienes te quieren dirigir

La Covacha Roja

Donde encontramos ideas avanzadas

Pensamiento Nuestro Americano

Articulando Luchas, Cultivando Resistencias

RE-EVOLUCIÓN

Combatiendo al neofascismo internacional

Comitè Antiimperialista

Contra les agressions imperialistes i amb la lluita dels pobles per la seva sobirania

SLAVYANGRAD.es

Nuestra ira no tiene limites. (c) V. M. Molotov

Auca en Cayo Hueso

Just another WordPress.com site

Gli Appunti del Paz83

Internet non accende le rivoluzioni, ma aiuta a vincerle - Il Blog di Matteo Castellani Tarabini

Sociología crítica

Articulos y textos para debate y análisis de la realidad social

Hugo Chavez Front - Canada

Get to know what's really going on in Venezuela

Revista Nuestra América

Análisis, política y cultura

Avanzada Popular

Colectivo Avanzada Popular

Leonardo Boff

O site recolhe os artigos que escrevo semanalmente e de alguns outros que considero notáveis.Os temas são ética,ecologia,política e espiritualidade.

Vientos del Este

Actualidad, cultura, historia y curiosidades sobre Europa del Este

My Blog

Just another WordPress.com site

Festival delle idee politiche

Rassegna annuale di teorie politiche e pratiche della partecipazione civile

Far di Conto

Piccoli numeri e liberi pensieri

Miradas desde Nuestra América

Otro Mundo es Posible, Necesario, Urgente. Desde la provincia chilena

Como te iba contando

Bla bla bla bla...

Coordinadora Simón Bolívar

¡Bolívar vive la lucha sigue!

LaDu

Laboratorio di Degustazione Urbana

il Blog di Daniele Barbieri & altr*

"Per conquistare un futuro bisogna prima sognarlo" (Marge Piercy)

KFA Italia - notizie e attività

notizie dalla Corea Popolare e dalla Korean Friendship Association

KFA Euskal Herria

Korearekiko Laguntasun Elkartea | Korean Friendship Association

ULTIMOTEATRO.PRODUZIONIINCIVILI

Nuova Drammaturgia del Contemporaneo

Sociales en PDF

Libro de sociales en formato digital.

matricola7047

Notes de lectura i altres informacions del seminari sobre el Quaderns de la Presó d'Antonio Gramsci ( Associació Cultural Espai Marx)

Centro Cultural Tina Modotti Caracas

Promoción de la cultura y arte Hispanoamericana e Italiana. Enseñanza y educaciòn.

Racconti di quasi amore

a costo di apparire ridicolo

Ex UAGDC

Documentazioni "Un altro genere di comunicazione"

Esercizi spirituali per signorine

per un'educazione di sani principi e insane fini

JoséPulido

La página del escritor venezolano

Donne in rosso

foglio dell'ADoC (Assemblea delle donne comuniste)

Conferenza Mondiale delle Donne - Caracas 2011

Just another WordPress.com site

críticaypunto

expresamos la verdad

NapoliNoWar

(sito momentaneamente inattivo)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: