La campagna sionista contro l’Argentina

da al manar

Un articolo di Eli Clifton recentemente apparso sul sito web del politologo statunitense Jim Lobe (lobelog.com) fornisce dati interessanti circa la campagna sionista contro l’Argentina, architettata principalmente dai circoli della lobby sionista negli Stati Uniti.

Ai primi di maggio Jim e Charles Davis hanno pubblicato un articolo sul Washington Post su una campagna contro l’Argentina e il suo presidente Cristina Fernandez de Kirchner, accusando quest’ultima di promuovere una “teoria della cospirazione anti-semita”, e ha suggerito che sia cl’AIPAC ( la più grande organizzazione della lobby sionista negli Stati Uniti) che la Fondazione per la Difesa delle Democrazie (FDD) « a coordinare i loro sforzi per presentare il governo argentino di Fernandez come un alleato del terrorismo promosso dall’Iran».

In questo contesto, ci sarebbero gli sforzi anche del sionista Paul Singer, il capo miliardario di un fondo avvoltoio che sta cercando di costringere l’Argentina a pagare l’intero debito che porta la sua firma. Questa sarebbe sia una punizione politica contro l’Argentina per non sottomettersi alle esigenze dei gruppi sionisti e di Israele che tentata di approfittare della situazione economica per saccheggiare la ricchezza dell’Argentina.

Singer è anche un membro, insieme con il miliardario sionista Sheldon Adelson, della Coalizione ebraica repubblicana. Entrambi restano politicamente attivi nel sostenere vari candidati repubblicani. Entrambi erano presenti al Metropolitan Club di Manhattan in un incontro, avvenuto questo mese con il candidato Jeb Bush, che ha appena annunciato che suo fratello, l’ex presidente George W, è stato il suo consigliere per la politica su Israele.

Paul Singer ha contribuito con 3,6 milioni dollari alla “American Israel Education Foundation”, entità di cui si serve l’AIPAC per raccogliere fondi.

AIPAC e la FDD hanno appoggiato il controverso procuratore speciale Alberto Nisman, noto per aver lanciato accuse gratuite contro l’Iran e il governo argentino. Nisman cercò, senza provarlo, di  accusare l’Iran per l’attentato al palazzo del Argentina Israelita Mutual Association (AMIA), nel 1994 e, in Argentina,  ha accusato il presidente di cercare di coprire la questione in cambio di favori commerciali per il paese sudamericano, una richiesta che è stata respinta in seguito da un tribunale argentino. Uno degli aspetti più criticati del lavoro di Nisman era quello di accettare la testimonianza dei membri del gruppo terroristico di opposizione iraniano Mujahedin e Khalq, il quale è comparato ad una setta secondo gli esperti ed è riconosciuta come un’organizzazione terroristica internazionale.

Nisman alla conferenza AIPAC

Nel 2010, Nisman ha partecipato alla conferenza AIPAC, qualcosa di insolito se si considera che la partecipazione ad un evento pro-Israele e anti-iraniana, lascia intendere una netta polarizzazione e una credibilità pari a zero nelle loro azioni. «ÉE ‘stato trattato al congresso come un “eroe”», ha affermato Clipton.

Ai primi di maggio il senatore Sionista degli Stati Uniti, Marco Rubio, originario della Florida, famoso per la sua feroce opposizione l’accordo nucleare con l’Iran ed ha persino minacciato di un attacco nucleare l’Iran, ha presentato una risoluzione al Senato in cui ha chiesto «un’indagine sulla morte di Nisman» che è stato trovato morto nella sua casa. Rubio ha anche accusato Fernandez di aver cospirato per «coprire il coinvolgimento dell’Iran nell’attacco terroristico del 1994».

Va notato, secondo Clipton, che il promotore degli hedge fund, Elliot Management, sono stati i secondi fondi più grandi di finanziamento per la campagna di Rubio tra il 2009 e il 2014, fornendo circa 122.620 dollari per il candidato repubblicano secondo il Center for Responsive Politics.

Singer ha anche contribuito con fondi per il Progetto Israele (TIP), che ora è guidato dall’ex capo di dell’AIPAC Josh Block. Singer ha donato 500.000 dollari per il gruppo nel 2007 e 1 milione di dollari nel 2012. Il TIP ha, tra l’altro, continuamente pubblicato articoli critici nei confronti del governo argentino.

La rivista Tower, sul TIP, a ha pubblicato 28 articoli citando Nisman e il caso dell’AMIA, facendo una ricerca sul suo sito web. Ben Cohen, redattore-collaboratore, ha scritto due articoli contro Fernandez.

La furia di questo sionista è diretta anche contro il giornalista ebreo argentino Jorge Elbaum, accusato di essere “un tribunale ebraico”, di fatto cita una dichiarazione di Nisman, nella quale ha assicurato gli altri leader della comunità ebraica Argentina, che «Paul Singer ci aiuterà a invertire l’approccio dell’Argentina sull’Iran», una dichiarazione degna di un leader politico e non di un pubblico ministero che indaga un caso.

Le ragioni di Singer

Come detto, le ragioni per le azioni di Singer contro l’Argentina e il suo governo non sono solo ideologiche, ma rispondono anche ad a un chiaro interesse economico per realizzare un profitto a spese del popolo argentino. Ha portato l’Argentina in tribunale per ottenere il pagamento integrale del debito che ha contratto a sua firma, in contrasto con il 93% di tutti gli altri creditori che hanno accettato un accordo con il governo argentino sul rimborso dello stesso. Il fondo avvoltoio Singer ha acquistato bond argentini molto economici in difetto e ora pretende dall’Argentina il pagamento integrale del valore delle attività, che consentirebbero di guadagnare 2 miliardi di dollari. E usa il TIP per fare pressione sul governo argentino per difendere i suoi interessi.

[Trad. dal castigliano per ALBAinformazione di Francesco Guadagni]

L’Argentina impugnerà il contratto con la Bank of New York Mellon

griesa-el-buitre-grisda laradiodelsur.com.ve

Il governo argentino sta preparando una causa legale per impugnare il contratto con la Bank of New York Mellon, dove ha depositato i fondi destinati a saldare il suo debito con i creditori.

Lo fa sulla base del fatto che la banca non ha adempiuto all’obbligo di rimborsare le obbligazioni sovrane, dopo che il paese ha versato 539 milioni di dollari a copertura della scadenza dei saldi.

L’istituto bancario, invece, in obbedienza a una decisione del giudice newyorkese Thomas Griesa ha trattenuto questo denaro, contravvenendo a contratti e norme internazionali, per favorire i fondi avvoltoio.

Pertanto, si cerca di sostituire la piazza di pagamento con il Lussemburgo, Tokyo o Londra.

L’Argentina è stata costretta a pagare il suo debito attraverso le banche statunitensi a causa dei contratti sottoscritti con esse dall’ultima dittatura militare (1976-1983), ragion cui ogni controversia ricade sotto la discrezionalità delle leggi statunitensi.

La banca, da parte sua, sostiene di obbedire all’ordine di Griesa che vieta ogni pagamento fino a quando l’Argentina non avrà trovato un accordo con i fondi avvoltoio.

La settimana scorsa, il ministro dell’Economia, Axel Kicillof, ha reso noto che il governo ha intimato alla Bank of New York Mellon di rendere efficaci i pagamenti verso quegli obbligazionisti che hanno accettato la ristrutturazione del debito.

Questa nuova azione del governo argentino si somma alla denuncia presentata alla Corte Internazionale dell’Aja contro i fondi avvoltoio e all’inchiesta condotta dalla Comisión Nacional de Valores (CNV) su di una possibile truffa speculativa milionaria.

L’organismo mira a stabilire se le misure ordinate da Griesa sono state prese al fine di favorire la manovra usuraia dei fondi avvoltoio.

Il CNV raccoglie tutte le informazioni disponibili comprese quelle del procedimento di Griesa e degli obbligazionisti ricorrenti in giudizio, così come quelle provenienti dai detentori di titoli sia nazionali che esteri.

Una volta terminata l’inchiesta, i risultati saranno presentati davanti alla Securities and Excanghe Commission (SEC) statunitense.

[Trad. dal castigliano per ALBAinformazione di Fabrizio Verde]

"En Tiempos de Guarimba"

Conoce a quienes te quieren dirigir

La Covacha Roja

Donde encontramos ideas avanzadas

Pensamiento Nuestro Americano

Articulando Luchas, Cultivando Resistencias

RE-EVOLUCIÓN

Combatiendo al neofascismo internacional

Comitè Antiimperialista

Contra les agressions imperialistes i amb la lluita dels pobles per la seva sobirania

SLAVYANGRAD.es

Nuestra ira no tiene limites. (c) V. M. Molotov

Auca en Cayo Hueso

Just another WordPress.com site

Gli Appunti del Paz83

Internet non accende le rivoluzioni, ma aiuta a vincerle - Il Blog di Matteo Castellani Tarabini

Sociología crítica

Articulos y textos para debate y análisis de la realidad social

Hugo Chavez Front - Canada

Get to know what's really going on in Venezuela

Revista Nuestra América

Análisis, política y cultura

Avanzada Popular

Colectivo Avanzada Popular

Leonardo Boff

O site recolhe os artigos que escrevo semanalmente e de alguns outros que considero notáveis.Os temas são ética,ecologia,política e espiritualidade.

Vientos del Este

Actualidad, cultura, historia y curiosidades sobre Europa del Este

My Blog

Just another WordPress.com site

Festival delle idee politiche

Rassegna annuale di teorie politiche e pratiche della partecipazione civile

Far di Conto

Piccoli numeri e liberi pensieri

Miradas desde Nuestra América

Otro Mundo es Posible, Necesario, Urgente. Desde la provincia chilena

Como te iba contando

Bla bla bla bla...

Coordinadora Simón Bolívar

¡Bolívar vive la lucha sigue!

LaDu

Laboratorio di Degustazione Urbana

il Blog di Daniele Barbieri & altr*

"Per conquistare un futuro bisogna prima sognarlo" (Marge Piercy)

KFA Italia - notizie e attività

notizie dalla Corea Popolare e dalla Korean Friendship Association

KFA Euskal Herria

Korearekiko Laguntasun Elkartea | Korean Friendship Association

ULTIMOTEATRO.PRODUZIONIINCIVILI

Nuova Drammaturgia del Contemporaneo

Sociales en PDF

Libro de sociales en formato digital.

matricola7047

Notes de lectura i altres informacions del seminari sobre el Quaderns de la Presó d'Antonio Gramsci ( Associació Cultural Espai Marx)

Centro Cultural Tina Modotti Caracas

Promoción de la cultura y arte Hispanoamericana e Italiana. Enseñanza y educaciòn.

Racconti di quasi amore

a costo di apparire ridicolo

Ex UAGDC

Documentazioni "Un altro genere di comunicazione"

Esercizi spirituali per signorine

per un'educazione di sani principi e insane fini

JoséPulido

La página del escritor venezolano

Donne in rosso

foglio dell'ADoC (Assemblea delle donne comuniste)

Conferenza Mondiale delle Donne - Caracas 2011

Just another WordPress.com site

críticaypunto

expresamos la verdad

NapoliNoWar

(sito momentaneamente inattivo)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: