Venezuela: false verità e verità scomode

di Renzo Amenta 

Vi mostro due video. Il primo è una raccolta d’ipocrisie e menzogne schifose. Il secondo è della rete redfishstream, in inglese, che fa vedere tutt’altra realtà.

Commenterò solo il primo; il secondo si commenta da solo.

Ho avuto la sorte di assistere di persona allo svilupparsi del golpe del due aprile del 2002 e la sua conclusione. Anche questa volta ho vissuto in prima persona, in Venezuela, le prime avvisaglie del nuovo golpe, dal febbraio 2014 al 2016, e dall’Italia, mediante le dirette TV, le reti sociali, gruppi di WhatsApp e contati diretti, gli sviluppi successivi, fino alla data odierna.

Ieri ho avuto la sfortuna di assistere al triste spettacolo, su TG di TV2000, di un documentario ignobile sul Venezuela. In questo documentario vi sono espressioni d’ipocrisia assoluta, che evidenziano la bassezza morale di chi l’ha prodotto e di chi lo avalla.

È proprio vero: in guerra, la prima vittima è la verità. Si parla dei disagi della popolazione venezuelana, la colpa è di Maduro, senza nessun accenno agli anni di blocco totale da parte degli USA e di noi Europei. Nessuna dice che una nave carica di medicinali destinati al Venezuela, è stata bloccata in Spagna. Si dice che il paese è senza luce e la colpa è di Maduro, tacendo gli attacchi e i sabotaggi delle ultime settimane. Si dice che manca l’acqua potabile, ma non si dice che è a causa dei sabotaggi perché, se manca la corrente, le pompe si fermano e le tubazioni si svuotano. Poi quando ritorna l’energia, bisogno espellere l’aria dai tubi prima che l’acqua possa scorre normalmente e questo richiede da uno a due giorni di tempo.

Ora sono i collettivi il pericolo. Ma questo giornalista sa benissimo che i collettivi non sono mai, dico MAI apparsi sulle scene delle proteste, ne armati ne disarmati, ma sono gruppi che si stanno preparando alla guerra contro i paramilitari colombiani. Arresti arbitrari e torture del “regime”! Questo è il paravento per l’impunità, perché Guaidó e i suoi seguaci possano ammazzare, rubare, bruciare, chiedere intervento armato di potenza straniera ma se la legge viene applicata diventa oppressione alle libertà e diritti umani.
Sciacalli travestiti da agnelli.

I vescovi hanno paura della guerra, ma solo per la parte che si riferisce alla loro personale sicurezza e a quella dei loro diabolici amici, mentre che possono essere ammazzati tranquillamente i chavisti, anche arsi vivi dai democratici amici dei vescovi, come è già avvenuto in varie circostanze, senza che sia stata spesa una sola parola di condanna e neppure di consolazione per le famiglie. BEGLI ESEMPI DI BONTÀ EVANGELICA.

Ma l’ultima perla ce la rilascia il Monsignore, affermando con volto ieratico che Maduro non può parlare di Gesù e del Vangelo, che sono una cosa seria, e poi conferma che Maduro è un blasfemo!

Memori delle origini Spagnole, vorranno ripristinare il “Santo Uffizio”?

Ma intanto i morti per assassinii politici sono tutti dal lato chavista, come questi: Danilo Anderson, un giudice che indagava sugli autori del golpe del 2002, fatto saltare in aria con la sua auto; Robert Serra, deputato di 26 anni, assassinato in casa con la compagna, a coltellate, per mano di dodici sicari colombiani pagati dall’opposizione. Anche in questi casi, silenzio assoluto da parte della CEV.

Dei massacri e delle torture attribuiti a Maduro, non danno mai i nomi! Esattamente come fecero per Chávez.

Napoli 13apr2019: No al Golpe in Venezuela, 13 aprile di amicizia tra i popoli!

L'immagine può contenere: una o più persone e testoda Chikù

Vi invitiamo tutte e tutti all’assemblea “No al Golpe in Venezuela: 13 aprile di amicizia tra i popoli”

In questi giorni stiamo assistendo a uno dei più duri attacchi orchestrati dai gruppi imperialisti statunitensi contro il Venezuela Bolivariano e il suo presidente, Nicolás Maduro Moros. Non è la prima volta che gli imperialisti cercano in vari modi di destabilizzare il governo antimperialista bolivariano diretto prima dal comandante Hugo Chávez e successivamente dal presidente Nicolas Maduro.

L’autoproclamazione di Guaidó a presidente del Venezuela non è che l’ultima di una lunga fila di minacce: colpo di Stato dell’aprile del 2002, serrata petrolifera del 2002/2003, chiamata allo sciopero generale in questo stesso periodo, tentativi di destabilizzazione iniziati nel 2013 con le cosiddette “guarimbas”, che hanno portato a perdite umane e materiali e al peggioramento della qualità della vita dei cittadini; proteste violente nel 2014 e 2015 e tutto il processo di guerra economica, scarsità di beni, accaparramento, contrabbando e inflazione indotta e rinnovati intenti golpisti nel 2016 e 2017, attraverso la OSA, per far applicare la “carta democratica”, come strumento imperiale, e preparare il terreno per una invasione militare. Tutti questi attacchi si sono infranti contro il muro delle organizzazioni popolari, dell’esercito e del legittimo governo bolivariano.

L’esempio più importante da questo punto di vista è il tentativo di Golpe fallito il 13 aprile del 2002, quando il popolo venezuelano e l’esercito bolivariano hanno neutralizzato il colpo di stato che aveva spodestato il comandante Chávez riportandolo al suo legittimo posto di presidente del Venezuela. In questa data simbolica per i movimenti di solidarietà con il Venezuela a fronte dei continui tentativi di destabilizzazione golpista e terrorista orchestrati dagli USA, chiamiamo i compagni e le compagne dei movimenti sociali, popolari e progressisti della città di Napoli a confrontarsi e partecipare il 13 marzo 2019 alle ore 18.00.

Hanno confermato la loro partecipazione compagne, e anche compagni del Venezuela, attivisti e militanti delle diverse organizzazioni politiche e sociali venezuelane (PSUV, PPT, PCV, Somos Venezuela, Circoli Bolivariani e fondazioni come TRISOL del ALBA) e che sono da poco tornati da Caracas, in collegamento telefonico o presenziando personalmente tra le quali:

Anika Persiani, Resp. Esteri Circoli Bolivariani dello Stato Carabobo
Livia Acosta Noguera,
ex Console di Miami
Irina Silva,
Segr. Circoli Bolivariani dello Stato Carobobo
Irving Guilarte Figueroa,
Colonnello della Aviazione Bolivariana
Virginia Pérez,
attivista venezuelana in Cile 
Diana Carbajal Torres de Kerkhof,
Comando Hugo Chávez nello Stato Spagnolo
Monica Perugini,
Operatrice del terzo settore 

Yoselina Guevara, Responsabile del modello pedagogico Todos Somos UNASUR

Facciamo in modo che il sostegno al popolo venezuelano rafforzi la strada per costruire la Rivoluzione socialista a casa nostra, nel nostro paese, questo il miglior contributo che possiamo dare alle masse popolari venezuelane per combattere il nemico imperialista e mettere in piedi la società del futuro, il Socialismo!

La solidarietà è un’arma, usiamola!

A seguire musica con i Finti – Illimani e Popolo Vascio e cena a cura di Chikù – La Kumpania.

Chikù è centro culturale e ristorante. Frutto di un percorso multiculturale di impresa che vede coinvolte un gruppo di donne napoletane e rom in un percorso di autodeterminazione attraverso il lavoro.
Per cenare è necessaria la prenotazione al numero 0810145681 – 3511067970

Chikù si trova a Scampia in Viale della Resistenza Comparto 12, Segui le indicazioni per “Auditorium Scampia”.

"En Tiempos de Guarimba"

Conoce a quienes te quieren dirigir

La Covacha Roja

Donde encontramos ideas avanzadas

Pensamiento Nuestro Americano

Articulando Luchas, Cultivando Resistencias

RE-EVOLUCIÓN

Combatiendo al neofascismo internacional

Comitè Antiimperialista

Contra les agressions imperialistes i amb la lluita dels pobles per la seva sobirania

SLAVYANGRAD.es

Nuestra ira no tiene limites. (c) V. M. Molotov

Auca en Cayo Hueso

Just another WordPress.com site

Gli Appunti del Paz83

Internet non accende le rivoluzioni, ma aiuta a vincerle - Il Blog di Matteo Castellani Tarabini

Sociología crítica

Articulos y textos para debate y análisis de la realidad social

Hugo Chavez Front - Canada

Get to know what's really going on in Venezuela

Revista Nuestra América

Análisis, política y cultura

Avanzada Popular

Colectivo Avanzada Popular

Leonardo Boff

O site recolhe os artigos que escrevo semanalmente e de alguns outros que considero notáveis.Os temas são ética,ecologia,política e espiritualidade.

Planetasperger

sindrome de asperger u otros WordPress.com weblog

Vientos del Este

Actualidad, cultura, historia y curiosidades sobre Europa del Este

My Blog

Just another WordPress.com site

Festival delle idee politiche

Rassegna annuale di teorie politiche e pratiche della partecipazione civile

Far di Conto

Piccoli numeri e liberi pensieri

Miradas desde Nuestra América

Otro Mundo es Posible, Necesario, Urgente. Desde la provincia chilena

Como te iba contando

Bla bla bla bla...

Coordinadora Simón Bolívar

¡Bolívar vive la lucha sigue!

LaDu

Laboratorio di Degustazione Urbana

il Blog di Daniele Barbieri & altr*

"Per conquistare un futuro bisogna prima sognarlo" (Marge Piercy)

KFA Italia - notizie e attività

notizie dalla Corea Popolare e dalla Korean Friendship Association

KFA Euskal Herria

Korearekiko Laguntasun Elkartea | Korean Friendship Association

ULTIMOTEATRO.PRODUZIONIINCIVILI

Nuova Drammaturgia del Contemporaneo

Sociales en PDF

Libro de sociales en formato digital.

matricola7047

Notes de lectura i altres informacions del seminari sobre el Quaderns de la Presó d'Antonio Gramsci ( Associació Cultural Espai Marx)

Centro Cultural Tina Modotti Caracas

Promoción de la cultura y arte Hispanoamericana e Italiana. Enseñanza y educaciòn.

Racconti di quasi amore

a costo di apparire ridicolo

Ex UAGDC

Documentazioni "Un altro genere di comunicazione"

Esercizi spirituali per signorine

per un'educazione di sani principi e insane fini

JoséPulido

La página del escritor venezolano

Donne in rosso

foglio dell'ADoC (Assemblea delle donne comuniste)

Conferenza Mondiale delle Donne - Caracas 2011

Just another WordPress.com site

críticaypunto

expresamos la verdad

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: