La marcia degli invincibili derubati

L'immagine può contenere: 9 persone, persone che sorridono, persone in piedi e spazio all'apertodi Marinella Correggia

Caracas, 15mar2019.- Gabriela Molina Galindo del Movimiento ecologista venezolano (Meven) era dispiaciuta: troppo tardi e a cose fatte hanno saputo delle marce per il clima svoltesi il 15 marzo in diverse città del mondo… Ne avrebbero volentieri organizzata una. Il suo gruppo lavora sulla base dell’obiettivo V del Plan de la Patria, un progetto di civiltà tale da superare il capitalismo di rapina.

Il Meven era fra i partecipanti ieri alla marcia antimperialista a Caracas (e gentilmente portava anche un cartello italiano, contro le guerre e i golpe per il petrolio). Per chilometri e per ore hanno sfilato con magliette rosse e cappelletti, dopo ore di attesa alla partenza, pazienti sotto il sole.

In questi giorni si dovrebbe commemorare l’avvio di numerose guerre dell’Impero (come per l’impero romano, quello Usa inizia molte campagne belliche nel mese di marzo, il mese dedicato al dio della guerra): Yugoslavia il 24 marzo 1999, Iraq il 20 marzo 2003, Libia il 19 marzo 2011…

A Caracas l’oceanica manifestazione è stata come al solito pacifica – e molto orgogliosa di aver superato la prova delle ristrettezze idrico-elettriche. «El apagón no tumba la revolución» (il black-out non fa cadere la rivoluzione), recitava un cartello. Fra i  numerosi del Frente Francisco de Miranda, specializzato in opere sociali, creato nel 2004, dicono orgogliosamente, da Hugo Cháveze da Fidel Castro – numerose le bandiere cubane del resto. Ma anche «500 anni dopo tornano a rubare il nostro oro»: per ricordare che la campagna cosiddetta umanitaria messa in atto dagli Usa e dai loro lacchè contro il Venezuela è surreale, viste le sanzioni e il sequestro in atto dei beni venezuelani all’estero. «Usa ladroni», «Ci restituiscano la Citgo» (la Citgo Petroleum Corp, controllata petrolifera venezuelana della quale il giudice distrettuale Usa Stark ha disposto il sequestro l’anno scorso).

Qualcun altro ricordava che «Chávez ha trasmesso a Maduro la capacità di resistere ai colpi di Stato». Una donna colombiana (ne risiedono in Venezuela 5 milioni) leggendo il giornale gratuito Ciudad Caracas commentava con i vicini: «Chissà perché nessuno si scandalizza per i continui omicidi di leader popolari nel mio paese», concludendo con un «Cristo vive». Molto colorata la rappresentante del Movimento degli afrodiscendenti nonché organizzatrice nel sistema di vendita popolare Mercal.

E insieme agli slogan «Guaidò pagliaccio» e agli onnipresenti venditori degli assurdi lecca-lecca montati su canne da zucchero traforate («purtroppo sono la moda del momento anche se costano quanto una cassa di generi essenziali sovvenzionati quasi alla gratuità dal governo», commentava una ragazza del Meven) sfilava anche, portato da una donna, un «Paz y resistencia». Non c’è bisogno di traduzione.

Alla marcia hanno partecipato anche alcuni attivisti dell’orto comunitario Zamora, mentre gli altri curavano il loro spazio scosceso dove accanto alle erbe medicinali e a sistemi artigianali di irrigazione goccia a goccia, si arrampicano fagioli di varietà recuperate dall’estinzione e la moringa, albero miracolo la cui importanza fu indicata da Fidel a Chávez. Ma anche lì nell’orto, si discorre di agroecologia e al tempo stesso del suo contrario: le guerre dell’impero, sulle quali i venezuelani di base si dimostrano molto informati. A differenza degli italiani di base e di vertice.

(VIDEO) Marinella Correggia: No pudieron destruir Siria


Entrevista Conflicto en Siria Política Venezuela

Marinella Correggia: No pudieron destruir Siria

Viernes 15 de marzo de 2019 | 15:00 hrs

En entrevista par teleSUR, la periodista Marinella Correggia ofreció un análisis sobre los daños ocasionados durante los ocho años que ha durado la guerra en Siria, el papel de los grupos terroristas, los miles de muertos y heridos y el desplazamiento de personas que huyeron de la violencia, recordando también los casos de Libia, Irak, Afganistán y Yugoslavia. Correggia habló del papel de actores nacionales e internacionales que contribuyeron a la agresión y a la manipulación de la realidad, armando un círculo vicioso para armar una narrativa en torno a un dictador que masacraba a su pueblo. teleSUR

"En Tiempos de Guarimba"

Conoce a quienes te quieren dirigir

La Covacha Roja

Donde encontramos ideas avanzadas

Pensamiento Nuestro Americano

Articulando Luchas, Cultivando Resistencias

RE-EVOLUCIÓN

Combatiendo al neofascismo internacional

Comitè Antiimperialista

Contra les agressions imperialistes i amb la lluita dels pobles per la seva sobirania

SLAVYANGRAD.es

Nuestra ira no tiene limites. (c) V. M. Molotov

Auca en Cayo Hueso

Just another WordPress.com site

Gli Appunti del Paz83

Internet non accende le rivoluzioni, ma aiuta a vincerle - Il Blog di Matteo Castellani Tarabini

Sociología crítica

Articulos y textos para debate y análisis de la realidad social

Hugo Chavez Front - Canada

Get to know what's really going on in Venezuela

Revista Nuestra América

Análisis, política y cultura

Avanzada Popular

Colectivo Avanzada Popular

Leonardo Boff

O site recolhe os artigos que escrevo semanalmente e de alguns outros que considero notáveis.Os temas são ética,ecologia,política e espiritualidade.

Vientos del Este

Actualidad, cultura, historia y curiosidades sobre Europa del Este

My Blog

Just another WordPress.com site

Festival delle idee politiche

Rassegna annuale di teorie politiche e pratiche della partecipazione civile

Far di Conto

Piccoli numeri e liberi pensieri

Miradas desde Nuestra América

Otro Mundo es Posible, Necesario, Urgente. Desde la provincia chilena

Como te iba contando

Bla bla bla bla...

Coordinadora Simón Bolívar

¡Bolívar vive la lucha sigue!

LaDu

Laboratorio di Degustazione Urbana

il Blog di Daniele Barbieri & altr*

"Per conquistare un futuro bisogna prima sognarlo" (Marge Piercy)

KFA Italia - notizie e attività

notizie dalla Corea Popolare e dalla Korean Friendship Association

KFA Euskal Herria

Korearekiko Laguntasun Elkartea | Korean Friendship Association

ULTIMOTEATRO.PRODUZIONIINCIVILI

Nuova Drammaturgia del Contemporaneo

Sociales en PDF

Libro de sociales en formato digital.

matricola7047

Notes de lectura i altres informacions del seminari sobre el Quaderns de la Presó d'Antonio Gramsci ( Associació Cultural Espai Marx)

Centro Cultural Tina Modotti Caracas

Promoción de la cultura y arte Hispanoamericana e Italiana. Enseñanza y educaciòn.

Racconti di quasi amore

a costo di apparire ridicolo

Ex UAGDC

Documentazioni "Un altro genere di comunicazione"

Esercizi spirituali per signorine

per un'educazione di sani principi e insane fini

JoséPulido

La página del escritor venezolano

Donne in rosso

foglio dell'ADoC (Assemblea delle donne comuniste)

Conferenza Mondiale delle Donne - Caracas 2011

Just another WordPress.com site

críticaypunto

expresamos la verdad

NapoliNoWar

(sito momentaneamente inattivo)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: