Rivoluzione e crisi del capitalismo

di Néstor Francia

Análisis de Entorno Situacional Político
29 Agosto 2017

Rivoluzione e crisi

Sebbene non siamo inclini a stabilire parallelismi storici, poiché ogni epoca ha le sue proprie caratteristiche e condizioni, è interessante constatare come tendono a ripetersi alcuni significativi passaggi della Storia in tema di scenari globali, ad esempio, come tutti gli imperi siano entrati in una fase di crisi generale, completa, terminale, portandoli inevitabilmente alla propria caduta e di conseguenza alla riorganizzazione geopolitica delle loro aree d’influenza, che nel caso dell’Impero capitalista ha finito per essere il mondo intero.

Oggi intendiamo intraprendere una breve indagine sulle crisi imperialiste che anticiparono (o forse aprirono la strada) tanto alla guerra d’indipendenza americana, nel primo quarto del diciannovesimo secolo, quanto all’attuale lotta continentale per riprendere e riformulare l’indipendenza, che ha iniziato una nuova fase alla fine del ventesimo. Nella prima decade di quel diciannovesimo secolo si manifestò la crisi terminale dell’impero spagnolo.

Secondo Anthony McFarlane, professore presso l’Università di Warwick (Inghilterra), “… per gli storici sta diventando sempre più chiaro che la trasformazione delle colonie latino-americane in stati indipendenti ha avuto origine dalla inaspettata caduta della monarchia borbonica di Spagna nel 1808”.

McFarlane attribuisce particolare importanza all’atteggiamento e al comportamento delle forze militari spagnole negli anni critici 1808-1810, quando la monarchia spagnola era straziata da una crisi generale.

Sconfitta la sua flotta a Trafalgar per mano degli inglesi nel 1805 e sconfitta sul proprio territorio ad opera dei francesi nel 1809, la Spagna non era nella posizione migliore per inviare rinforzi che attraversassero l’Atlantico e contribuissero a reprimere le forze sollevate contro i loro governi coloniali in America. Occupata dalle armate francesi e con un governo ad interim di autorità dubbia che contrastava le forze di invasione, la Spagna dovette lasciare che i governi coloniali difendessero le loro postazioni con i mezzi di cui disponevano.

Si lasciò a chi abitava nelle colonie un ruolo centrale nella propria difesa, trasformandoli in una popolazione armata e pronta a dimostrare lealtà alla Monarchia spagnola difendendo il proprio territorio in tempo di guerra.

In questo contesto, aumentò il livello di partecipazione militare delle società coloniali, o in termini più generali, si militarizzarono le comunità delle colonie americane, prescrivendo che tutti gli uomini in grado di farlo si arruolassero nelle unità della milizia e si addestrassero all’uso delle armi.

Se ci spostiamo verso l’età contemporanea, constatiamo di trovarci di fronte a una crisi generale del capitalismo, la prima di una grandezza comparabile a quella che scoppiò nel 1929 e alla cosiddetta “Grande Depressione” del 1873-1896. Si tratta di una crisi totale, di civiltà e multifattoriale, la cui durata, profondità e portata geografica sono di gran lunga maggiori di quelle che l’hanno preceduta.

Questo processo ha avuto alcuni precedenti nella crisi messicana nel 1995 nota anche come la crisi “Effetto Tequila”, nella crisi finanziaria del 1997 del sud-est asiatico che ebbe ripercussioni e risonanze in altre regioni del mondo, nella crisi della Russia del 1998, nella crisi brasiliana del 1999 conosciuta come effetto samba e nella crisi argentina del 2001 di cui si è parlato molto per via del corralito finanziario.

Nel 2001 l’economia americana è stata enormemente colpita dalla crisi delle Aziende Dot.com e del settore elle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione. Inizierà da lì un processo di logoramento che si approfondirà con la successiva nascita di due bolle, una relativa al mercato immobiliare e l’altra al credito. Con i primi segnali di recessione nel settore delle abitazioni e l’aumento dei tassi di interesse, i problemi si ampliarono. Alla crisi finanziaria si accompagnò una crisi di fiducia e una perdita di credibilità non meno nociva. Come ogni grande crisi economica capitalista, quella attuale ha portato conseguenze disastrose: la distruzione delle forze produttive, la rovina, la disoccupazione a livello mondiale, e il suo impatto è stato più grande dove le forze di mercato funzionano con più ferocia non essendo attenuate dalla volontà politica di proteggere la popolazione e ridurre l’impatto su di essa. Questo è il caso delle crisi dei governi neoliberisti dell’America Latina, che cominciarono a sgretolarsi agli albori del XXI secolo, dando il via alla crescita e al rafforzamento delle forze progressiste e nazionaliste in tutto il continente.

Potrebbe anche essere un elemento vantaggioso per il progresso di integrazione regionale latinoamericana e caraibica, come difesa regionale contro la crisi che dagli Stati Uniti e le economie sviluppate, viene esportata nella regione. È in questo contesto che si rende necessario comprendere l’importanza della Rivoluzione Bolivariana oggi. Così come è accaduto all’inizio del secolo XIX con l’impero spagnolo, la crisi generale e integrale del capitalismo crea immense difficoltà all’imperialismo statunitense per intervenire militarmente contro il Venezuela. Per questo motivo prova altre forme di azioni, come le sanzioni economiche, che già applicò nell’impossibilità di intervenire direttamente a Cuba, in un contesto diverso, ovviamente.

E così come è successo in quella circostanza, si cerca di sostituire l’intervento militare diretto con una forza militare interna ai paesi, come è accaduto in Venezuela con le squadre paramilitari e di guarimberos più recentemente. Che la Rivoluzione bolivariana esca vincente da questo difficile frangente rappresenta un traguardo di portata storica per tutta l’umanità, nel senso della lotta mondiale antimperialista e anticapitalista. Forse al Venezuela tocca svolgere lo stesso ruolo prominente che ha rivestito nella prima metà del diciannovesimo secolo. Come abbiamo più volte ripetuto, chi non capisce questo, non capirà nulla.

[Trad. dal castigliano per ALBAinformazione di Alessio Decoro]

Articolo successivo
Lascia un commento

Spam e commenti che non apportano alcuna informazione utile non sono ammessi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

"En Tiempos de Guarimba"

Conoce a quienes te quieren dirigir

La Covacha Roja

Donde encontramos ideas avanzadas

Pensamiento Nuestro Americano

Articulando Luchas, Cultivando Resistencias

EL BLOG DE CARLOS

Por un mundo mejor, posible y necesario

Comitè Antiimperialista

Contra les agressions imperialistes i amb la lluita dels pobles per la seva sobirania

SLAVYANGRAD.es

Nuestra ira no tiene limites. (c) V. M. Molotov

Auca en Cayo Hueso

Just another WordPress.com site

Gli Appunti del Paz83

Internet non accende le rivoluzioni, ma aiuta a vincerle - Il Blog di Matteo Castellani Tarabini

Sociología crítica

Articulos y textos para debate y análisis de la realidad social

rojoutopico.wordpress.com/

Blog de opinión igualitaria, social y política de un tipo Feminista, Galileo y Anticapitalista.

Hugo Chavez Front Canada

Get to know what's really going on in Venezuela

Revista Nuestra América

Análisis, política y cultura

Avanzada Popular

Colectivo Avanzada Popular

Leonardo Boff

O site recolhe os artigos que escrevo semanalmente e de alguns outros que considero notáveis.Os temas são ética,ecologia,política e espiritualidade.

La Historia Del Día

Blog para compartir temas relacionados a la historia, la política y la cultura

Planetasperger

sindrome de asperger u otros WordPress.com weblog

Vientos del Este

Actualidad, cultura, historia y curiosidades sobre Europa del Este

My Blog

Just another WordPress.com site

Festival delle idee politiche

Rassegna annuale di teorie politiche e pratiche della partecipazione civile

Far di Conto

Piccoli numeri e liberi pensieri

Miradas desde Nuestra América

Otro Mundo es Posible, Necesario, Urgente. Desde la provincia chilena

L'angolo dei cittadini

La tua provincia

Como te iba contando

Bla bla bla bla...

Coordinadora Simón Bolívar

¡Bolívar vive la lucha sigue!

LaDu

Laboratorio di Degustazione Urbana

www.logicaecologica.es/

Noticias saludables

il Blog di Daniele Barbieri & altr*

"Per conquistare un futuro bisogna prima sognarlo" (Marge Piercy)

KFA Italia - notizie e attività

notizie dalla Corea Popolare e dalla Korean Friendship Association

KFA Euskal Herria

Korearekiko Laguntasun Elkartea | Korean Friendship Association

ULTIMOTEATRO.PRODUZIONIINCIVILI

Nuova Drammaturgia del Contemporaneo

Sociales en PDF

Libro de sociales en formato digital.

matricola7047

Notes de lectura i altres informacions del seminari sobre el Quaderns de la Presó d'Antonio Gramsci ( Associació Cultural Espai Marx)

Centro Cultural Tina Modotti Caracas

Promoción de la cultura y arte Hispanoamericana e Italiana. Enseñanza y educaciòn.

Racconti di quasi amore

a costo di apparire ridicolo

Ex UAGDC

Documentazioni "Un altro genere di comunicazione"

Esercizi spirituali per signorine

per un'educazione di sani principi e insane fini

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: