Imad Saeb: «La Siria è un esempio per il Venezuela»

da sana.sy

In segno di solidarietà con il popolo venezuelano che affronta le minacce e i complotti degli Stati Uniti, l’Unione degli Scrittori Arabi ha tenuto, oggi, presso la sede dell’Unione a Damasco una conferenza di solidarietà con il popolo venezuelano.

L’ambasciatore del Venezuela a Damasco, Imad Saeb, ha dichiarato nel suo intervento che la fermezza della Siria è un esempio per il popolo venezuelano che, da parte sua, deve affrontare da 16 anni i piani imperialisti in Venezuela e in tutto il mondo.

Saeb ha aggiunto che il suo paese è ancora sotto la minaccia di un intervento militare diretto degli Stati Uniti che hanno imposto una serie di sanzioni economiche contro il Venezuela.

Da parte sua, il capo della Unione degli Scrittori Arabi, Hussein Jumaa, ha sottolineato le posizioni posizioni del Venezuela nei confronti della Siria, rendendo noto che  i due paesi sono entrambi sotto l’embargo USA.

Infine, Jumaa ha ribadito che le sanzioni economiche imposte ai popoli liberi non li spingeranno a subire i diktat degli Stati Uniti.

[Trad. dal francese per ALBAinformazione di Francesco Guadagni]

La Corea del Nord ha ribadito il suo appoggio alla Siria

da sana.sy

L’Ambasciatore della Repubblica democratica popolare di Corea ha visitato, oggi, a Damasco, la sede dell’Unione Generale delle Donne siriane.

Durante l’incontro con la responsabile dell’Unione, Mayyeda Quteit, l’ambasciatore della Corea del Nord ha affermato la posizione del suo paese a sostegno della Siria nella lotta contro il terrorismo, esprimendo fiducia nella saggezza della leadership siriana e nella capacità del popolo e dell’esercito siriano per sradicare il terrorismo e contrastare la trama sviluppata dagli Stati Uniti e dall’Occidente per estendere la loro egemonia nella regione.

Il diplomatico ha anche sottolineato l’importanza di rafforzare le relazioni bilaterali tra la Siria e la Repubblica democratica popolare di Corea in tutti i settori, con una panoramica delle esperienze del suo paese nei settori della sanità e dell’istruzione.

A sua volta, il capo dell’Unione delle Donne siriane ha dichiarato che la Siria e la Corea del Nord affrontano lo stesso nemico, ovvero gli Stati Uniti che cercano di imporre la propria egemonia e minare la sovranità e l’indipendenza dei popoli dei due paesi.

Allo stesso modo, Quteit ha elogiato la degna posizione della Corea del Nord nei confronti della Siria, sottolineando l’importanza di rafforzare le relazioni tra l’Unione delle Donne in entrambi i paesi.

[Trad. dal castigliano per ALBAinformazione di Francesco Guadagni]

Il Venezuela denuncerà alle Nazioni Unite l’ordine esecutivo Usa

Venezuela ONUda venezuelanalysis.com

Il governo venezuelano ha annunciato che denuncerà alle Nazioni Unite l’ordine esecutivo del governo degli Stati Uniti d’America, approvato dal presidente Barack Obama, che definisce il paese sudamericano una minaccia alla sicurezza nazionale.

“Organizzeremo un’ampia sessione per denunciare l’aggressione che il nostro paese sta subendo”, ha spiegato Rafael Ramirez, Ambasciatore del Venezuela presso l’ONU.

Ramirez ha aggiunto che la delegazione venezuelana utilizzerà le dichiarazioni ufficiali rilasciate da CELAC, UNASUR e dal gruppo di nazioni riunite nell’ALBA per rafforzare la denuncia.

“Tutte queste dichiarazioni convergono sulla richiesta al presidente Obama di abrogare l’ordine esecutivo da lui illegalmente promosso e che viola ogni principio stabilito dalla Carta delle Nazioni Unite e dal diritto internazionale”, ha spiegato l’Ambasciatore.

Il Presidente venezuelano Nicolas Maduro ha riunito lo scorso martedì il suo governo per discutere la risposta diplomatica da mettere in campo, in vista del Vertice delle Americhe che si terrà a Panama la prossima settimana.

Ufficialmente istituita la giornata “antimperialista”

Il presidente venezuelano, Nicolas Maduro, ha annunciato ufficialmente l’istituzione della “Giornata Bolivariana dell’Antimperialismo”, che si celebrerà ogni anno il 9 di marzo.

La giornata sarà in commemorazione della reazione del popolo venezuelano all’ordine esecutivo firmato dall’amministrazione statunitense guidata da Obama, all’inizio del mese di marzo di quest’anno.

L’ordine esecutivo, dove il Venezuela viene dichiarato una “minaccia alla sicurezza nazionale” e che prepara il terreno per ulteriori sanzioni, ha trovato una forte risposta popolare con cortei di massa e imponenti manifestazioni in tutto il Venezuela per la difesa della sovranità nazionale, in aggiunta alle già oltre 6 milioni firme raccolte in una petizione nazionale dove viene richiesto a Obama di revocare l’ordine esecutivo.

“I libri di storia ricorderanno Obama come il presidente che ha cercato di intimidire un intero popolo con questo tentativo, ma che ha trovato sulla sua strada lo spirito patriottico e bolivariano di questo popolo”, ha spiegato Maduro ai microfoni del canale nazionale della televisione di stato, VTV.

[Trad. dall’inglese per ALBAinformazione di Fabrizio Verde]

(FOTO) Napoli: raccolta firme per il Venezuela bolivariano!

di Consolato Generale Repubblica Bolivariana del Venezuela a Napoli

Il Venezuela non è una minaccia: Siamo una Speranza!

1° – 3 aprile 2015 – ore 10.30 -16.30

Il Consolato Generale della Repubblica Bolivariana del Venezuela a Napoli informa che è ancora in corso la raccolta firme per la Campagna Internazionale “Il Venezuela non è una minaccia: siamo una speranza “#‎Obamaderogaeldecretoya‬”, promossa e organizzata in tutte le capitali del mondo per sostenere il Comunicato Ufficiale dell’Unione delle Nazioni Sudamericane (UNASUR), pubblicato lo scorso 14 marzo 2015, con il quale si chiede l’abrogazione del Decreto Esecutivo emesso dal Governo degli Stati Uniti d’America il 9 marzo scorso, in cui una nazione storicamente pacifica come il Venezuela viene definita come una “minaccia alla sicurezza nazionale degli Stati Uniti d’America”.
A Napoli è possibile firmare a favore della Campagna recandosi presso uno dei seguenti punti di raccolta firme

DALLE ORE 10.30 ALLE ORE 16.30:

· Mercoledì 1° APRILE – LARGO GIUSSO e PIAZZA SAN DOMENICO MAGGIORE
· Giovedì 2 APRILE – PIAZZA DEL GESÙ NUOVO
· Venerdì 3 APRILE – LARGO BERLINGUER (angolo Via TOLEDO)

Tutti coloro che credono nella pace, nell’autodeterminazione dei popoli, e nei principi universali riconosciuti dall’Organizzazione delle Nazioni Unite, possono apporre la propria firma a favore di questa Campagna.

Il Consolato Generale della Repubblica Bolivariana del Venezuela a Napoli
ringrazia per l’attenzione e per il sostegno.

Sezione Cultura
Consolato Generale
Repubblica Bolivariana del Venezuela a Napoli
tel: 081.5518159 – fax: 081.5422846
facebook: https://www.facebook.com/Consolato.Venezuela.Napoli
twitter: @ConsulVenNap
——————————————————————
Sección Cultura
Consulado General
República Bolivariana de Venezuela en Nápoles
tel: 0039.081.5518159 – fax: 0039.081.5422846
facebook: https://www.facebook.com/Consolato.Venezuela.Napoli
twitter: @ConsulVenNap
___

___

[Si ringrazia l’Associazione “Russkoe pole” per il report fotografico]

Iscriviti al II Incontro di Solidarietà con la Rivoluzione Bolivariana!

Secondo Incontro Italiano di Solidarietà con la Rivoluzione Bolivarianadi Rete “Caracas ChiAma”

«Siamo tornati, e siamo milioni»

Secondo Incontro Italiano di Solidarietà con la Rivoluzione Bolivariana

dal 10 al 12 Aprile 2015 a Napoli 

             ¡Todo 11 tiene su 13!

___

Clicca qui per visualizzare il programma dell’evento

___

VENEZUELA SOCIALISTA SE RESPETA!

CONTRA LAS INGERENCIAS IMPERIALISTAS EN TIERRAS BOLIVARIANAS

La Rete Italiana di Solidarietà con la Rivoluzione Bolivariana «Caracas ChiAma», in un momento storico molto delicato per il Venezuela, invita a condannare fermamente le ingerenze imperialiste nordamericane e a manifestare pieno sostegno alla Rivoluzione, partecipando al Secondo Incontro Italiano di Solidarietà con la Rivoluzione Bolivariana, che si terrà a Napoli dal 10 al 12 di aprile 2015.

L’evento, una vera e propria festa popolare e di solidarietà, segue il Primo Incontro Italiano, tenutosi il 29 giugno del 2014 in quel di Roma, dove associazioni, organizzazioni, comunità di migranti, movimenti sociali e politici, diedero vita alla Rete di Solidarietà al fine di contrastare la feroce e costante aggressione politica, economica, sociale e mediatica contro il Venezuela Bolivariano e Socialista.

Nel corso delle giornate dedicate alla patria di Chávez e Bolívar, varie saranno le questioni da affrontare, tra le quali:

  • MINACCIA DELL’IMPERIALISMO
  • POTERE POPOLARE E RAPPRESENTANZA
  • GUERRA ECONOMICA E DISINFORMAZIONE IMPERIALISTA
  • RUOLO DELLA STORIA NEL PRESENTE
  • NUOVI MODELLI DI INTEGRAZIONE REGIONALE

Il Venezuela Bolivariano è costantemente minacciato perché incarna, insieme ai popoli antimperialisti, lo spirito della Resistenza. Perché pilastro dell’integrazione regionale (dall’ALBA al MERCOSUR) su basi solidali. Vogliono far girare indietro le lancette della Storia perché il Venezuela mostra ai popoli del mondo che c’è vita oltre il neoliberismo e l’austerità. Così assistiamo al fenomeno della ‘solidarietà di ritorno’: la Rivoluzione Bolivariana che sbarca in Europa attraverso l’avanzata, dalla Grecia alla Spagna, di alternative popolari che si ispirano alle idee di solidarietà, complementarietà e amicizia tra i popoli, non a caso, proprie dei movimenti bolivariani in America Latina. Un’opportunità da cogliere anche nella, por ahora, serva Italia sotto il tallone della Banca Centrale Europea, della NATO e degli USA.

Sostenere la Rivoluzione Bolivariana, significa realizzare il sogno del Comandante Chávez per il Venezuela e per il mondo.

Tutte le forze solidali con la Rivoluzione Bolivariana sono invitate a partecipare, da protagoniste, al Secondo Incontro!
Caracas ChiAma!
Napoli risponde!

Partecipa al Secondo Incontro di Solidarietà con la Rivoluzione Bolivariana!

Clicca qui per visualizzare il programma dell’evento

Ai partecipanti saranno consegnati materiale e documenti per l’incontro riempiendo il seguente modulo di pre-iscrizione. Il processo di iscrizione inizia riempiendo il modulo di contatto qui di seguito riportato.

Le pre-iscrizioni sono necessarie, e sarà possibile registrarle fino al 9 aprile 2015; l’organizzazione si riserva insindacabilmente, durante l’evento, il diritto di accettare o meno la successiva iscrizione di coloro che non avranno effettuato la pre-iscrizione. Tutti i partecipanti, che siano essi Italiani, Venezuelani o di altra nazionalità devono riempire il modulo qui riportato.

per info evento: +39 333 50 30 697 – +39 320 70 23 712

* per chi ne avesse particolare esigenza, consigliamo anche le seguenti strutture di accoglienza (che si intendono a spese degli interessati): hoteleuropeonapoli.com – bbbellini.it – hotelnaples.it

___

Qui di seguito la lista dei comitati, delle associazioni, delle reti sociali, delle organizzazioni popolari ed operaie, sociali e politiche, che il 29 giugno 2014, presso lo SCUP, a Roma, hanno dato vita alla Rete Italiana di Solidarietà con la Rivoluzione Bolivariana che prenderà il nome di “Caracas ChiAma”:

Albassociazione/AlianzaPaís-Italia/Amig@s MST-Italia/ANROS/Areaglobale/Associazione di Amicizia Italia-Cuba (Roma-Ravenna-Parma)/Associazione Italia-Nicaragua (Circolo Leonel Rugama)/Associazione LiberaRete/Associazione Nazionale Nuova Colombia/P-CARC/Casa dei Popoli/Casa del Popolo di Torpignattara/Centro Sociale Spartaco/Centro di Iniziativa Popolare Alessandrino/Centro Sociale La Talpa e l’orologio-Imperia/Centro Studi Antonio Gramsci/CESTES centro studi USB/CIRCinternazionale/Circolo Bolivariano “Alessio Martelli”/Circolo Bolivariano “Hugo Chávez”/Circolo Bolivariano “José Carlos Mariátegui” -Napoli/Associazione dei Giuristi Democratici/CORTOCIRCUITO/CSPAAAL/Fronte della Gioventù Comunista/J-PSUV-Italia/Marx XXI/MAS-Bolivia en Roma/Militant/Partito Comunista(Italia)/PDCI/Piattaforma Comunista/Rete dei Comunisti/Rete in Difesa dell’Umanità/Rete No War/Rifondazione Comunista/SuramericAlba/(n)PCI

International Migrants Alliance/Lega Immigrati albanesi “Iliaria”/Misil (movimento integrazione sviluppo italo latinoamericano/Associazione “I Blu”/Fronte di liberazione del popolo.JVP (Sri Lanka)/Associazione Umangat-Migrante/Comitato Immigrati in Italia/Coordinamento Nazionale per la Jugoslavia

Contropiano/Il Manifesto/Le Monde Diplomatique/LiberaTV/Radio Città Aperta/Rivista Nuestra America/Web Sibia-Liria

Associazione Sportiva Quartograd

Associazione di Amicizia San Marino-Cuba/Asociación Civil Canción Bolivariana/Asociación Euskadi-Cuba/Associazione Galego-Bolivariana Hugo Chávez/Comando Electoral Hugo Chávez–España/Coordinadora Estatal Solidaridad con Cuba-España/COSAL-Asturias/CUBADEBATE/ Guachirongo 98,5FM/Iniciativa Comunista-España/Movimiento América Libre y Socialista para Europa/Círculo Bolivariano “La Puebla” de Euskal Herria/Peña del Aljibe/Plataforma Bolivariana de Madrid/Plataforma Comunicacional Somos Sin Banderas/RESOLVER-Red de Solidaridad con Venezuela Revolucionaria-Suecia

Napoli 10-12apr2015: Donne, Resistenze e Rivoluzioni a L’Asilo


di Rete “Caracas ChiAma”

Il protagonismo antimperialista di genere si esprime in differenti forme, anche molto diverse tra loro. Un filo rosso però lega e fonde esperienze geograficamente, storicamente e culturalmente persino molto lontane.

Rivoluzioni e forme di Resistenza che si esprimono con le armi dell’arte grafica, della parola scritta, civile, pacifista e non-violenta, così come militare, con le armi della Resistenza partigiana di ieri e di oggi, già proiettate verso l’ALBA del domani; dal Venezuela dell’Alleanza Bolivariana alle donne dell’Esercito Arabo Siriano in strenua difesa della minaccia ISIS, ben oliata e foraggiata dai capitali delle petro-monarchie arabe alleate e consigliate dalle cupole mafiose made in USA a braccetto con l’entità sionista.

Le stesse cupole che armano la mano dei neo-nazisti in Ucraina, quelli che bruciano vivi i lavoratori dell’est che si rifiutano di fare da scendiletto degli occupanti neo-banderisti.

Gli stessi criminali che occupano la Palestina e minacciano la sovranità di interi popoli e paesi, dall’Iraq all’Afghanistan di ieri e di oggi, dal Libano degli Hezbollah, all’Iran sciita fino all’eroica resistenza kurda di Kobane – Ain al Arab.

Le Donne, le Resistenze e le Rivoluzioni, finalmente da un punto di vista diverso, non eurocentrico, e scevro dai suoi cascami ideologici radical-chic, che risultano spesso più oscurantisti ed oppressivi di quello che vogliono far credere.

Le illustrazioni di Etten Carvallo per gli articoli di opinione, analisi ed approfondimento del quotidiano CiudadCCS – Caracas – Repubblica Bolivariana del Venezuela.

Le foto del protagonismo femminile nelle Resistenze e Rivoluzioni per l’autodeterminazione dei popoli del mondo.

VENEZUELA SOCIALISTA SE RESPETA!

La Rete Italiana di Solidarietà con la Rivoluzione Bolivariana «Caracas ChiAma», in un momento storico molto delicato per il Venezuela, invita a condannare fermamente le ingerenze imperialiste nordamericane e a manifestare pieno sostegno alla Rivoluzione, partecipando al Secondo Incontro Italiano di Solidarietà con la Rivoluzione Bolivariana, che si terrà a Napoli dal 10 al 12 di aprile 2015.

L’evento, una vera e propria festa popolare e di solidarietà, segue il Primo Incontro Italiano, tenutosi il 29 giugno del 2014 in quel di Roma, dove associazioni, organizzazioni, comunità di migranti, movimenti sociali e politici, diedero vita alla Rete di Solidarietà al fine di contrastare la feroce e costante aggressione politica, economica, sociale e mediatica contro il Venezuela Bolivariano e Socialista.

Il Venezuela Bolivariano è costantemente minacciato perché incarna, insieme ai popoli antimperialisti, lo spirito della Resistenza. Il Venezuela mostra ai popoli del mondo che c’è vita oltre il neoliberismo e l’austerità. Così assistiamo al fenomeno della ‘solidarietà di ritorno’: la Rivoluzione Bolivariana che sbarca in Europa attraverso l’avanzata, dalla Grecia alla Spagna, di alternative popolari che si ispirano alle idee di solidarietà, complementarietà e amicizia tra i popoli, non a caso, proprie dei movimenti bolivariani in America Latina. Un’opportunità da cogliere anche nella, por ahora, serva Italia sotto il tallone della Banca Centrale Europea, della NATO e degli USA.

Sostenere la Rivoluzione Bolivariana, significa realizzare il sogno del Comandante Chávez per il Venezuela e per il mondo.

http://caracaschiama.noblogs.org/
https://www.facebook.com/profile.php?id=1621601164739393

/// All’Asilo i concerti, gli spettacoli, le proiezioni, gli incontri sono ad ingresso libero. È gradito un contributo a piacere che serve ad abbattere le spese minime e a dotare gli spazi dei mezzi di produzione necessari ai lavoratori dello spettacolo, dell’arte e della cultura per portare avanti la sperimentazione politica, giuridica e culturale avviata all’Asilo.

ETTEN CARVALLO

Etten Carvallo, venezuelana caraqueña, nata nel seno di una famiglia di artisti e creativi, è cresciuta tra pitture, colori, i fantastici collages di suo papà, Oscar Carvallo e le poesie per bambini di sua mamma, Doris Camaute. Sin da piccola ha saputo riflettere mondi di fantasia e fare di loro storie visuali su diversi supporti. Carta, cartone e plastilina si trasformarono in magiche animazioni filmate quadro a quadro dagli 8 anni di età, nel laboratorio di cinema della sua scuola.

 

Con gli occhi sempre aperti davanti alle tonalità visive ed umane che si coniugano nella sua città natale, Caracas, la speciale sensibilità di Etten ha fatto in modo che la sua attività di illustratrice diventasse un modo di esprimere il suo irriducibile impegno con le cause che la inquietano da sempre: il Venezuela e la cosmogonia che racchiude in quanto centro del suo mondo vitale, i suoi conterranei in condizioni di esclusione o fragilità e le lotte rivendicative dei popoli del mondo.

 

In accordo a quanto lei stessa riferisce, la sua formazione ed esperienza lavorativa le ha permesso di riconoscere l’attività creativa degli scrittori, mediante un esercizio di empatia. Si pone nei panni dell’autore e dei destinatari per rappresentarne la parola e tradurre la sua narrativa in immagini.

 

Ilustratrice, impaginatrice e disegnatrice di numerosi racconti, riviste per bambini, raccolte di poesie e libri d’autore, attualmente svolge il suo lavoro per il quotidiano “Ciudad Caracas”, sezione “Opinioni e Analisi”, cosa che con le sue stesse parole descrive come «un esercizio che mi ha permesso di crescere nella mia attività. Il lavoro grafico che accompagna le pagine del quotidiano è il risultato di un processo di ricerca permanente sui temi di interesse nazionale e internazionale».

 

Vincitrice di molteplici premi e riconocimenti, tra i quali il Premio Nazionale di Giornalismo nella categoria Giornalismo Infografico come parte del equipe del quotidiano Ciudad Caracas e il Premio Aníbal Nazoa 2013 nella categoria di Ilustrazione – Lavoro Artistico, assegnatole dalla Fundación Periodismo Necesario.

Adriana Gutiérrez Rivera

Comunicadora Social – Msc en Gestión Cultural

CCS-310315-001Rivoluzione: quando lo Straordinario diventa Quotidiano

Ciudad CCS – Revolución a Diario – http://www.ciudadccs.info, è editato dalla Fundación para la Comunicación Popular CCS del Comune di Caracas (Municipio Libertador). Il Quotidiano della Rivoluzione che Rivoluziona il Quotidiano, in questo modo si potrebbe tradurre la consigna per la mission del 24 pagine diffuso gratuitamente nel metro di Caracas (2 milioni di viaggiatori giornalieri). Conta con 2mila numeri all’attivo in sei anni.

Voluto fortemente dal sindaco Jorge Rodríguez, medico psichiatra e figlio di Jorge Antonio Rodríguez (fondatore della Lega Socialista, principale organizzazione marxista-leninista-maoista dell’epoca, morto tra le mani della polizia politica nel 1976) il periodico è stato diretto da Ernesto Villegas Poljak, attuale Ministro del Potere Popolare per la Trasformazione Rivoluzionaria della Gran Caracas ed ex Ministro del Potere Popolare per la Comunicazione e Informazione, autore del libro Abril: Golpe Adentro (Editorial Galac) sul colpo di stato contro il presidente Chávez dell’11 Aprile 2002. Attualmente il periodico è diretto da Felipe Saldivia.

Venezuela: dettagli finali per la Zona Economica Speciale

Paraguana Refineryda Telesur

L’iniziativa Zone Economiche Speciali è parte dell’offensiva governativa volta a rafforzare i settori delle telecomunicazioni, dell’energia elettrica e dei trasporti del paese.

La proposta venezuelana riguardante l’istituzione di una Zona Economica Speciale (ZEE) sarà presentata durante l’ultima settimana di aprile, secondo quanto dichiarato dal Vicepresidente alla Pianificazione e Conoscenza, Ricardo Menendez.

Il piano, parte integrante “dell’offensiva economica” lanciata dal Presidente Nicolas Maduro, includerà iniziative miranti al rafforzamento delle telecomunicazioni, dei trasporti e della capacità produttiva della nazione.

Nel 2015, il Presidente Maduro ha annunciato la creazione di una Zona Economica Speciale a Paraguana nel nord-ovest del Venezuela.

Con l’obiettivo di sviluppare ulteriormente la Zona Economica Speciale di Paraguana, il governo venezuelano ha deciso d’incrementare la produzione di energia elettrica del Paese attraverso lo sfruttamento dell’energia eolica. Il parco eolico di Paraguana secondo le previsioni fornirà 100 megawatt, destinati ad alimentare la vicina raffineria di petrolio.

Il progetto ha cominciato a generare energia nel dicembre 2012, e da quel momento per la raffineria di Paraguana vi è stato un risparmio di 36,3 milioni di dollari, grazie all’utilizzo delle energie rinnovabili in luogo del vecchio diesel.

Il Presidente Maduro ha firmato un accordo da 2 miliardi di dollari per l’istituzione di una Zona Economica Speciale per le industrie manifatturiere e di materiali da costruzione cinesi.

[Trad. dall’inglese per ALBAinformazione a cura di Fabrizio Verde]

"En Tiempos de Guarimba"

Conoce a quienes te quieren dirigir

La Covacha Roja

Donde encontramos ideas avanzadas

Pensamiento Nuestro Americano

Articulando Luchas, Cultivando Resistencias

RE-EVOLUCIÓN

Combatiendo al neofascismo internacional

Comitè Antiimperialista

Contra les agressions imperialistes i amb la lluita dels pobles per la seva sobirania

SLAVYANGRAD.es

Nuestra ira no tiene limites. (c) V. M. Molotov

Auca en Cayo Hueso

Just another WordPress.com site

Gli Appunti del Paz83

Internet non accende le rivoluzioni, ma aiuta a vincerle - Il Blog di Matteo Castellani Tarabini

Sociología crítica

Articulos y textos para debate y análisis de la realidad social

Hugo Chavez Front - Canada

Get to know what's really going on in Venezuela

Revista Nuestra América

Análisis, política y cultura

Avanzada Popular

Colectivo Avanzada Popular

Leonardo Boff

O site recolhe os artigos que escrevo semanalmente e de alguns outros que considero notáveis.Os temas são ética,ecologia,política e espiritualidade.

Vientos del Este

Actualidad, cultura, historia y curiosidades sobre Europa del Este

My Blog

Just another WordPress.com site

Festival delle idee politiche

Rassegna annuale di teorie politiche e pratiche della partecipazione civile

Far di Conto

Piccoli numeri e liberi pensieri

Miradas desde Nuestra América

Otro Mundo es Posible, Necesario, Urgente. Desde la provincia chilena

Como te iba contando

Bla bla bla bla...

Coordinadora Simón Bolívar

¡Bolívar vive la lucha sigue!

LaDu

Laboratorio di Degustazione Urbana

il Blog di Daniele Barbieri & altr*

"Per conquistare un futuro bisogna prima sognarlo" (Marge Piercy)

KFA Italia - notizie e attività

notizie dalla Corea Popolare e dalla Korean Friendship Association

KFA Euskal Herria

Korearekiko Laguntasun Elkartea | Korean Friendship Association

ULTIMOTEATRO.PRODUZIONIINCIVILI

Nuova Drammaturgia del Contemporaneo

Sociales en PDF

Libro de sociales en formato digital.

matricola7047

Notes de lectura i altres informacions del seminari sobre el Quaderns de la Presó d'Antonio Gramsci ( Associació Cultural Espai Marx)

Centro Cultural Tina Modotti Caracas

Promoción de la cultura y arte Hispanoamericana e Italiana. Enseñanza y educaciòn.

Racconti di quasi amore

a costo di apparire ridicolo

Ex UAGDC

Documentazioni "Un altro genere di comunicazione"

Esercizi spirituali per signorine

per un'educazione di sani principi e insane fini

JoséPulido

La página del escritor venezolano

Donne in rosso

foglio dell'ADoC (Assemblea delle donne comuniste)

Conferenza Mondiale delle Donne - Caracas 2011

Just another WordPress.com site

críticaypunto

expresamos la verdad

NapoliNoWar

(sito momentaneamente inattivo)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: