(FOTO) PC Siriano celebra la Giornata Internazionale della Donna

di Francesco Guadagni

Sono cominciate, oggi, a Damasco, le celebrazioni per la giornata Internazionale della Donna, organizzate dal Partito Comunista siriano. I lavori sono stati aperti dal saluto di Ammar Bagdash, Segretario del Pc Siriano.

__

25 Verità di Robert Kennedy Jr. su Cuba e gli Stati Uniti

di Salim Lamrani*- Al Mayadeen 

Il nipote del presidente John F. Kennedy e figlio del Ministro della Giustizia, Robert F. Kennedy, ricorda alcune verità sul conflitto tra Cuba e gli Stati Uniti.

  1. 1. Il presidente Obama ha deciso di ripristinare le relazioni diplomatiche con Cuba «dopo cinque decenni di politica sbagliata dei quali mio zio John F. Kennedy e mio padre Robert F. Kennedy sono responsabili e del suo rafforzamento, dopo l’istituzione dell’embargo USA istituito dal 1960 dall’amministrazione Eisenhower».
  2. Il pretesto della democrazia e dei diritti umani per giustificare l’ostilità nei confronti di Cuba non è credibile. Infatti, «ci sono tiranni reali nel mondo e molti paesi con una situazione peggiore di Cuba, riguardo diritti umani […] dove tortura, sparizioni forzate, l’intolleranza religiosa, la soppressione della libertà di parola e di riunione, l’oppressione medievale delle donne, le elezioni fraudolente e le esecuzioni extragiudiziali sono pratiche di governo, ma sono alleati degli Stati Uniti».
  3. «Mentre noi accusiamo Cuba di imprigionare e maltrattare i prigionieri politici, abbiamo sottoposto a torturare i prigionieri – molti dei quali erano innocenti secondo le ammissioni del Pentagono – incluso il waterboarding, gli arresti illegali e le incarcerazioni senza processo nelle celle di Guantanamo».
  4. «È ironico che i politici che sostengono che Castro debba essere punito per le violazioni dei diritti umani e gli abusi nelle carceri cubane dicano, allo stesso tempo, che gli Stati Uniti hanno motivo di maltrattare i nostri prigionieri nelle carceri cubane», a Guantanamo.
  5. «Mentre noi accusiamo Cuba di non permettere ai suoi cittadini di viaggiare liberamente negli Stati Uniti, impediamo ai nostri cittadini di viaggiare liberamente a Cuba».
  6. «Sembra assurdo perseguire una politica estera ripetendo una strategia che è stata un fallimento monumentale per sei decenni».
  7. «La definizione di follia è ripetere la stessa azione più e più volte, in attesa di risultati diversi. In questo senso, l’embargo è pazzia».
  8. «È chiaro a tutti che l’embargo […] punisce ingiustamente cubani».
  9. Le sanzioni contro Cuba sono il principale ostacolo «allo sviluppo economico, per acquisire tutti i beni e tutti i tipi di attrezzature che crescono nei costi, astronomicamente, e sono difficili da trovare».
  10. Le sanzioni economiche sono responsabili per l’attuale situazione a Cuba.
  11. Le sanzioni economiche «costantemente ricordano al coraggioso popolo cubano che la nostra potente nazione ha organizzato l’invasione della sua isola, ha cospirato per decenni per assassinare i suoi dirigenti, ha sabotato la sua industria e mantiene la sua campagna aggressiva per rovinare la loro economia».
  12. La politica delle sanzioni, che mira a sovvertire l’ordine stabilito a Cuba, è un fallimento totale. «È uno dei duraturi e il regime di Castro è ancora al potere».
  13. «L’embargo discredita chiaramente la politica estera degli Stati Uniti, non solo in America Latina, ma anche in Europa e in altre regioni».
  14. La comunità internazionale ha condannato unanimemente l’assedio contro Cuba, come ha fatto la Commissione Inter-Americana sui Diritti Umani e l’Unione africana.
  15. Le sanzioni contro Cuba minano «il nostro prestigio globale e la nostra autorità morale» e per questo che «il mondo ritiene ipocrita gli USA».
  16. Se non il presidente Kennedy fosse stato assassinato, sarebbero finite le sanzioni contro Cuba.
  17. «Il presidente Kennedy disse a Castro, tramite intermediari, che gli Stati Uniti avrebbero sospeso l’embargo” se Cuba non avesse più esportato la rivoluzione in America Latina.
  18. I sovietici lasciarono Cuba nel 1991 « ma l’embargo americano colpisce ancora l’economia cubana».
  19. «Se l’obiettivo della nostra politica estera a Cuba è quello di promuovere la libertà per i cittadini oppressi, dovremmo essere aperti a loro senza nessun blocco».
  20. Le sanzioni economiche contro il popolo cubano sono condannate a “scomparire”.
  21. «Immaginate un presidente degli Stati Uniti, come nel caso di Castro, aveva dovuto affrontare più di 400 tentativi di assassinio, migliaia di atti di sabotaggio organizzati da una potenza straniera contro il nostro popolo, le nostre fabbriche, i nostri ponti, un’invasione armata sostenuta da anni all’estero e cinquanta anni di guerra economica con i nostri cittadini privati ​​delle forniture di base che hanno strangolato la nostra economia».
  22. Nonostante le sue risorse limitate e l’assedio economico imposto da Washington, Cuba ha raggiunto “risultati impressionanti” con il più alto tasso di alfabetizzazione del continente, l’accesso universale e gratuito per la salute con «più medici pro capite di qualsiasi altra nazione nelle Americhe».
  23. I medici cubani hanno un ottimo livello di formazione.
  24. «A differenza di altre isole dei Caraibi in cui la povertà è sinonimo di carestia, tutti i cubani ricevono un libretto alimentare che permette loro di soddisfare le proprie esigenze».
  25. «Abbiamo molto da imparare da Cuba».

 *Dopo aver conseguito il dottorato di in Studi iberici e latino americani presso l’Università Paris Sorbonne-Paris IV, Salim Lamrani, attualmente, è professore presso l’Università di Reunion e giornalista specializzato nelle relazioni tra Cuba e gli Stati Uniti. Il suo ultimo libro è intitolato “Cuba, the Media, and the Challenge of Impartiality, New York, Monthly Review Press, 2014” con la prefazione di Eduardo Galeano.

 Contatti: lamranisalim@yahoo.fr  Salim.Lamrani@univ-reunion.fr

 Pagina Facebook https://www.facebook.com/SalimLamraniOfficiel

[Trad. dal castigliano per ALBAinformazione di Francesco Guadagni]

Napoli 8mar2015 in GAlleЯi@rt

Al Mayadeen inaugura il suo sito in spagnolo nel ricordo di Hugo Chávez

da al mayadeen

Lo scorso 5 marzo, in ricordo della scomparsi fisica del Comandante Hugo Chávez, l’emittente araba, Al Mayadeen, ha inaugurato il suo sito in lingua spagnola.

Al Mayadeen, è un canale Tv con sede in Libano, creato dal giornalista Ghassan Ben Jeddou l’11 giugno del 2012. Jeddou si era dimesso il 22 aprile del 2011, dalla Tv del Qatar, Al Jazeera, per la mancanza di professionalità ed obiettività nel riportare gli eventi in Libia, Siria e Yemen, ignorando le proteste in Bahrein.

Ben Jeddou, in un’intervista a Prensa Latina ha osservato che «il 5 marzo è un giorno triste per chi ha amato il leader bolivariano,  ma il lancio del sito digitale, in questo giorno, è un messaggio di fedeltà al patrimonio che ci ha lasciato». Ed ha aggiunto: «Potevano scegliere un altro (giorno), ma abbiamo voluto scegliere un giorno di resistenza, nuove sfide continuano fedeli alle idee che ci lasciato Chavez». Dopo il lancio del sito in lingua spagnola, il direttore di Al Mayadenn ha annunciato, a breve, l’apertura di un portale in lingua inglese. Inoltre, ha annunciato che l’emittente si pone l’obiettivo di unire il pubblico arabo e dell’America Latina con un linguaggio che ha definito attraente e vitale.

Ben Jeddou ha lamentato la distanza tra le due regioni, nonostante il gran numero di emigranti arabi e dei loro discendenti che vivono in America Latina e ha ritenuto necessario lanciare il progetto per contrastare la visione negativa che trasmettono le agenzie di stampa occidentali. Il sito è attivo dal 5 marzo incluso l’aggiornamento minuto per minuto dell’ agenzia di stampa Prensa Latina, con la quale Al-Mayadeen ha firmato un accordo di cooperazione che consente di utilizzare le informazioni con il dovuto credito. Ben Jeddou ha ricordato che «Prensa da un anno è presente sul nostro sito web inizia e sfruttiamo a loro esperienza e l’approccio di successo. Ci sono interessanti materiali che riceviamo dall’America Latina e lo traduciamo per immetterlo sul sito in arabo. Inoltre, Il Direttore di Al Mayadeen è intenzionato ad offire più spazio per mostrare la realtà di mondo arabo, l’opinione degli scrittori latinoamericani e dei Caraibi, dei pensatori arabi, così come ai temi culturali e alle sezioni artistiche. Una delle sezioni promuoverà la Rete Internazionale dei Media in difesa dell’Umanità, un progetto di impegno professionale e politico per le cause nobili del pianeta che ha abbracciato Al-Mayadeen durante la prima convention di radio e televisione a L’Avana nel 2013.

«Ci stiamo aprendo (in America Latina) per accedere e raggiungere tutti, ma senza nascondere la nostra identità politica. L’apertura non significa in alcun modo perdere le nostre caratteristiche e i nostri principi politici, i nostri valori. Li difenderemo», ha precisato Ben Jeddou, ricordando che al-Mayadeen è la prima emittente TV araba che ha assunto come proprie le cause dei popoli dell’America Latina, in particolare, nei paesi con governi e processi rivoluzionari e progressisti, ed è stato un luogo di denuncia dei complotti contro il  Venezuela. A tal proposito, Ben Jeddou ha menzionato Cuba e in questo senso il voto delle Nazioni Unite contro il blocco economico, il ritorno all’isola caraibica dei cinque incarcerati negli Stati Uniti e, più recentemente, il tentativo di colpo di stato contro il presidente venezuelano Nicolas Maduro, e le minacce di attacco a TeleSur.

[Trad. dal castigliano per ALBAinformazione di Francesco Guadagni]

"En Tiempos de Guarimba"

Conoce a quienes te quieren dirigir

La Covacha Roja

Donde encontramos ideas avanzadas

Pensamiento Nuestro Americano

Articulando Luchas, Cultivando Resistencias

RE-EVOLUCIÓN

Combatiendo al fascismo internacional

Comitè Antiimperialista

Contra les agressions imperialistes i amb la lluita dels pobles per la seva sobirania

SLAVYANGRAD.es

Nuestra ira no tiene limites. (c) V. M. Molotov

Auca en Cayo Hueso

Just another WordPress.com site

Gli Appunti del Paz83

Internet non accende le rivoluzioni, ma aiuta a vincerle - Il Blog di Matteo Castellani Tarabini

Sociología crítica

Articulos y textos para debate y análisis de la realidad social

rojoutopico.wordpress.com/

Blog de opinión igualitaria, social y política de un tipo Feminista, Galileo y Anticapitalista.

Hugo Chavez Front - Canada

Get to know what's really going on in Venezuela

Revista Nuestra América

Análisis, política y cultura

Avanzada Popular

Colectivo Avanzada Popular

Leonardo Boff

O site recolhe os artigos que escrevo semanalmente e de alguns outros que considero notáveis.Os temas são ética,ecologia,política e espiritualidade.

La Historia Del Día

Blog para compartir temas relacionados a la historia, la política y la cultura

Planetasperger

sindrome de asperger u otros WordPress.com weblog

Vientos del Este

Actualidad, cultura, historia y curiosidades sobre Europa del Este

My Blog

Just another WordPress.com site

Festival delle idee politiche

Rassegna annuale di teorie politiche e pratiche della partecipazione civile

Far di Conto

Piccoli numeri e liberi pensieri

Miradas desde Nuestra América

Otro Mundo es Posible, Necesario, Urgente. Desde la provincia chilena

L'angolo dei cittadini

La tua provincia

Como te iba contando

Bla bla bla bla...

Coordinadora Simón Bolívar

¡Bolívar vive la lucha sigue!

LaDu

Laboratorio di Degustazione Urbana

www.logicaecologica.es/

Noticias saludables

il Blog di Daniele Barbieri & altr*

"Per conquistare un futuro bisogna prima sognarlo" (Marge Piercy)

KFA Italia - notizie e attività

notizie dalla Corea Popolare e dalla Korean Friendship Association

KFA Euskal Herria

Korearekiko Laguntasun Elkartea | Korean Friendship Association

ULTIMOTEATRO.PRODUZIONIINCIVILI

Nuova Drammaturgia del Contemporaneo

Sociales en PDF

Libro de sociales en formato digital.

matricola7047

Notes de lectura i altres informacions del seminari sobre el Quaderns de la Presó d'Antonio Gramsci ( Associació Cultural Espai Marx)

Centro Cultural Tina Modotti Caracas

Promoción de la cultura y arte Hispanoamericana e Italiana. Enseñanza y educaciòn.

Racconti di quasi amore

a costo di apparire ridicolo

Ex UAGDC

Documentazioni "Un altro genere di comunicazione"

Esercizi spirituali per signorine

per un'educazione di sani principi e insane fini

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: