Quando il Brasile era neoliberista

Aécio Neves, herederero político de Fernando Henrique Cardoso (Foto: Archivo)da brasildecide.telesurtv.net

Il modello neoliberista è stato applicato in Brasile dal governo di Fernando Collor de Melo nel 1990 ed è continuato durante i due mandati di Fernando Henrique Cardoso.

Cardoso giunse al potere promettendo:

  • Stabilità monetaria come prodotto della lotta all’inflazione.
  • Sviluppo economico attraverso investimenti esteri.
  • La creazione di nuovi posti di lavoro.
  • Redistribuzione del reddito.
  • L’accesso del paese al primo mondo.

Cardoso ha governato potendo contare sulla maggioranza assoluta nel Congresso, grazie a una coalizione tra il suo partito, il Partito della Social Democrazia Brasiliana (PSDB), e la destra tradizionale. Ottenuto il sostegno dell’imprenditoria nazionale e internazionale, ha governato con il beneplacito della stampa mainstream.

Le promesse non furono mantenute e le trasformazioni portarono il Brasile in tutt’altra direzione.

L’eredità del PSDB

Non vi fu crescita economica. Le politiche d’indebitamento verso il settore privato e gli organismi internazionali comportarono un notevole aumento del deficit pubblico.

Il modello neoliberista aumentò le importazioni e produsse un deficit nella bilancia commerciale incrementato dall’afflusso di capitali speculativi. Le esportazioni passarono da 35 a 52 miliardi di dollari nel periodo 1992-1997, mentre le importazioni triplicarono passando da 20,5 a 61,3 miliardi di dollari. La bilancia commerciale da un surplus di 15,2 miliardi di dollari passò a un deficit di 8,3 miliardi dollari.

Ebbe luogo un processo di finanziarizzazione dell’economia, dove il ruolo egemonico fu assunto dal capitale finanziario. I grandi beneficiari di quel periodo furono gli istituti bancari.

Gli investimenti pubblici in sanità e istruzione diminuirono drasticamente. Il fondo per l’istruzione si ridusse dal 20,3% nel 1995 all’8,9% nel 2000, in contrasto con il pagamento degli interessi sul debito che salirono dal 24,9% delle entrate al 55,1% nel 2000.

Cardoso indebolì la capacità di regolamentazione dello Stato colpendo i diritti dei lavoratori. Come risultato, vi fu l’applicazione di una politica di “flessibilità del lavoro”, che significò per i lavoratori  non avere contratti regolari, precarizzando il lavoro.

Il lavoro precario raggiunse il 55% nel 2000, mentre i rapporti di lavoro regolari erano solo il 45%.

Aumento della disoccupazione, economia informale e servizi pubblici deteriorati. Le politiche neoliberiste di Cardoso colpirono principalmente la classe media.

Nelle aree povere delle periferie urbane (40% della popolazione) si aggravò la crisi sociale, aumentò la povertà, l’esclusione sociale, la violenza, il traffico di droga. L’assenza dello stato, consentì il maggiore insediamento dei gruppi criminali.

Questo fu il paese ereditato da Luis Inácio Lula da Silva e dal Partito dei Lavoratori, quando assursero al potere.

Nel 2014 sono di nuovo questi i due modelli di sviluppo che si affrontano. Dilma erede di Lula e delle politiche di inclusione sociale del governo attuale contro Aécio Neves, erede di Fernando Henrique Cardoso, il suo mentore principale.

I principali punti del programma di governo di Aécio Neves sono:

  • Decentramento
  • Semplificazione della burocrazia statale. Efficienza del pubblico per risolvere i problemi della popolazione. Migliorare i servizi pubblici
  • Trasparenza nell’attuazione delle politiche pubbliche.
  • Partecipazione popolare.

Sul fronte economico il programma di governo include:

Promuovere l’integrazione del Brasile nel commercio internazionale con particolare attenzione verso l’Unione Europea e gli Stati Uniti. Neves propone di definire una strategia di “integrazione competitiva delle società brasiliane nelle catene globali del valore”.

Alcune linee guida del suo programma contemplano:

Recupero della competività e stimolo all’inserimento del Brasile nel commercio internazionale.

Una riforma tributaria per facilitare il lavoro produttivo. Riduzione del carico fiscale sulle esportazioni.

Riprendere i negoziati sugli accordi commerciali e il sostegno agli investimenti esteri.

Concludere i negoziati con l’Unione Europea, blocco riconosciuto come il principale mercato per le esportazioni brasiliane.

Porre le basi per un accordo preferenziale con gli Stati Uniti

Rivalutare le priorità strategiche nei rapporti con la Cina.

Rivisitare politiche per l’integrazione regionale per – sotto la guida del Brasile – ristabilire il primato della liberalizzazione del commercio e l’approfondimento degli accordi vigenti nel Mercosur.

Recuperare gli obiettivi iniziali del blocco, considerato paralizzato e senza strategia, nonché rendere maggiormente flessibili le regole in modo da poter procedere nei negoziati con paesi terzi.

Temi come l’integrazione latinoamericana, l’UNASUR, il rafforzamento dei BRICS, non sono prioritari nell’agenda di Neves.

Il principale consigliere economico di Aécio Neves è Arminio Fraga, ex presidente della Banca Centrale durante la presidenza di Fernando Henrique Cardoso. Questo fattore elimina ogni dubbio circa la natura neoliberista della proposta di Neves.

In questo secondo turno elettorale Neves, candidato della destra brasiliana, può contare sul sostegno  dei media mainstream, del settore finanziario, dei settori più conservatori del mondo imprenditoriale brasiliano. La sua base sociale si concentra in gran parte nelle classi medio-alte urbane, delle regioni più ricche del Paese.

Domenica 26 ottobre il Brasile si troverà di fronte a un bivio: tornare alle pratiche neoliberiste dei tempi di Cardoso, oppure avanzare con il programma d’inclusione sociale dei governi di Dilma Rousseff e del PT.

 

[Trad. dal castigliano per ALBAinformazione di Fabrizio Verde]

Lascia un commento

Spam e commenti che non apportano alcuna informazione utile non sono ammessi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

"En Tiempos de Guarimba"

Conoce a quienes te quieren dirigir

La Covacha Roja

Donde encontramos ideas avanzadas

Pensamiento Nuestro Americano

Articulando Luchas, Cultivando Resistencias

RE-EVOLUCIÓN

Combatiendo al neofascismo internacional

Comitè Antiimperialista

Contra les agressions imperialistes i amb la lluita dels pobles per la seva sobirania

SLAVYANGRAD.es

Nuestra ira no tiene limites. (c) V. M. Molotov

Auca en Cayo Hueso

Just another WordPress.com site

Gli Appunti del Paz83

Internet non accende le rivoluzioni, ma aiuta a vincerle - Il Blog di Matteo Castellani Tarabini

Sociología crítica

Articulos y textos para debate y análisis de la realidad social

Hugo Chavez Front - Canada

Get to know what's really going on in Venezuela

Revista Nuestra América

Análisis, política y cultura

Avanzada Popular

Colectivo Avanzada Popular

Leonardo Boff

O site recolhe os artigos que escrevo semanalmente e de alguns outros que considero notáveis.Os temas são ética,ecologia,política e espiritualidade.

Vientos del Este

Actualidad, cultura, historia y curiosidades sobre Europa del Este

My Blog

Just another WordPress.com site

Festival delle idee politiche

Rassegna annuale di teorie politiche e pratiche della partecipazione civile

Far di Conto

Piccoli numeri e liberi pensieri

Miradas desde Nuestra América

Otro Mundo es Posible, Necesario, Urgente. Desde la provincia chilena

Como te iba contando

Bla bla bla bla...

Coordinadora Simón Bolívar

¡Bolívar vive la lucha sigue!

LaDu

Laboratorio di Degustazione Urbana

il Blog di Daniele Barbieri & altr*

"Per conquistare un futuro bisogna prima sognarlo" (Marge Piercy)

KFA Italia - notizie e attività

notizie dalla Corea Popolare e dalla Korean Friendship Association

KFA Euskal Herria

Korearekiko Laguntasun Elkartea | Korean Friendship Association

ULTIMOTEATRO.PRODUZIONIINCIVILI

Nuova Drammaturgia del Contemporaneo

Sociales en PDF

Libro de sociales en formato digital.

matricola7047

Notes de lectura i altres informacions del seminari sobre el Quaderns de la Presó d'Antonio Gramsci ( Associació Cultural Espai Marx)

Centro Cultural Tina Modotti Caracas

Promoción de la cultura y arte Hispanoamericana e Italiana. Enseñanza y educaciòn.

Racconti di quasi amore

a costo di apparire ridicolo

Ex UAGDC

Documentazioni "Un altro genere di comunicazione"

Esercizi spirituali per signorine

per un'educazione di sani principi e insane fini

JoséPulido

La página del escritor venezolano

Donne in rosso

foglio dell'ADoC (Assemblea delle donne comuniste)

Conferenza Mondiale delle Donne - Caracas 2011

Just another WordPress.com site

críticaypunto

expresamos la verdad

NapoliNoWar

(sito momentaneamente inattivo)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: