Resistenza curda: «La Turchia brucerà se Kobani cade»

da hispan.tv

Decine di sostenitori della resistenza curda nella città di Kobani in Siria, si sono concentrati nella città di Istanbul, in Turchia, criticando il governo turco che non sta prendendo provvedimenti per consentire alla popolazione di resistere all’assedio imposto dall’Isis.

Kobani da più di 20 giorni è sotto il fuoco dell’artiglieria del gruppo terroristico Isis, circondata su tre lati. Sul quarto lato c’è il confine e ci sono i blocchi dell’esercito turco che impedisce ai Curdi di attraversarlo per difendere la città.

Per queste ragioni, molte persone sono scese in strada per chiedere al governo turco di aprire la frontiera per consentire l’ingresso di armi e volontari a Kobani.

I manifestanti a sostegno della resistenza di Kobani accusano Ankara di rafforzare l’Isis, rifiutandosi di attaccare per permettere la loro avanzata a Kobani. La Turchia ha promesso di non lasciare che la città cada.

Ma in pratica, non si sta facendo nulla. I media hanno riferito del ricatto ai curdi siriani, in cui si la Turchia promette aiuto, se i miliziani curdi a Kobani accettano di combattere per rovesciare il governo del presidente Bashar al-Assad.

I partiti curdi chiedono la loro gente mantenga la calma e protesti pacificamente. Ma le cose sono andate diversamente. Nel sud-est turco, la regione curda, più di 35 persone sono state uccise da Martedì ad oggi negli scontri tra la polizia e le fazioni curde di destra e sinistra. Questi scontri hanno portato il governo a imporre il coprifuoco in sei province curde.

[Trad. dal castigliano per ALBAinformazione di Francesco Guadagni]

L’Isis usa le armi del Qatar

da hispan.tv

Vi sono prove evidenti che le armi inviate dal Qatar all’opposizione armata in Siria siano finite nelle mani del gruppo terroristico Isis-Daesh. Lo rivela l’agenzia di stampa iraniana PressTV.

 In un video postato dal Daesh si può vedere chiaramente che un membro di questo gruppo terroristico, utilizzando un sistema di difesa aerea portatile, FN-6, di fabbricazione cinese, colpisce quello che sembra essere un elicottero Mi-17.

 Il Qatar aveva mandato due spedizioni di FN-6 ai terroristi che cercano di rovesciare il presidente siriano Bashar al-Assad, il cui governo, accusa Doha di sostenere l’Isis.

 Da parte sua, il Ministero della Difesa iracheno ha confermato che un elicottero Mi-35m è stato abbattuto vicino alla città di Baiji, nel nord dell’Iraq, il 3 ottobre scorso.

 Il legame del Qatar con i terroristi è stato confermato da diverse fonti. Un ex ufficiale della US Marine, Kenneth O’Keefe ha affermato che Washington ha finanziato, “per molti anni”, gli elementi dell’Isis attraverso i suoi alleati regionali, in particolare il Qatar, Emirati Arabi Uniti e Arabia Saudita.

 Lo scorso luglio, Maki al-Eizawi, un membro del consiglio per la salvezza della città irachena di Falluja, ha spiegato che il Qatar e l’Arabia Saudita pagano almeno 700 dollari al mese per i membri del gruppo terroristico Isis per generare disordini nella provincia di Al-Anbar, nell’Iraq occidentale.

 Anche nel 2013, un editoriale del New York Times ha rivelato che «almeno diverse decine (e forse più) di sistemi anti aerei portatili sono finiti nelle mani dei ribelli».

[Trad. dal castigliano per ALBAinformazione di Francesco Guadagni]

"En Tiempos de Guarimba"

Conoce a quienes te quieren dirigir

La Covacha Roja

Donde encontramos ideas avanzadas

Pensamiento Nuestro Americano

Articulando Luchas, Cultivando Resistencias

RE-EVOLUCIÓN

Combatiendo al neofascismo internacional

Comitè Antiimperialista

Contra les agressions imperialistes i amb la lluita dels pobles per la seva sobirania

SLAVYANGRAD.es

Nuestra ira no tiene limites. (c) V. M. Molotov

Auca en Cayo Hueso

Just another WordPress.com site

Gli Appunti del Paz83

Internet non accende le rivoluzioni, ma aiuta a vincerle - Il Blog di Matteo Castellani Tarabini

Sociología crítica

Articulos y textos para debate y análisis de la realidad social

Hugo Chavez Front - Canada

Get to know what's really going on in Venezuela

Revista Nuestra América

Análisis, política y cultura

Avanzada Popular

Colectivo Avanzada Popular

Leonardo Boff

O site recolhe os artigos que escrevo semanalmente e de alguns outros que considero notáveis.Os temas são ética,ecologia,política e espiritualidade.

Vientos del Este

Actualidad, cultura, historia y curiosidades sobre Europa del Este

My Blog

Just another WordPress.com site

Festival delle idee politiche

Rassegna annuale di teorie politiche e pratiche della partecipazione civile

Far di Conto

Piccoli numeri e liberi pensieri

Miradas desde Nuestra América

Otro Mundo es Posible, Necesario, Urgente. Desde la provincia chilena

Como te iba contando

Bla bla bla bla...

Coordinadora Simón Bolívar

¡Bolívar vive la lucha sigue!

LaDu

Laboratorio di Degustazione Urbana

il Blog di Daniele Barbieri & altr*

"Per conquistare un futuro bisogna prima sognarlo" (Marge Piercy)

KFA Italia - notizie e attività

notizie dalla Corea Popolare e dalla Korean Friendship Association

KFA Euskal Herria

Korearekiko Laguntasun Elkartea | Korean Friendship Association

ULTIMOTEATRO.PRODUZIONIINCIVILI

Nuova Drammaturgia del Contemporaneo

Sociales en PDF

Libro de sociales en formato digital.

matricola7047

Notes de lectura i altres informacions del seminari sobre el Quaderns de la Presó d'Antonio Gramsci ( Associació Cultural Espai Marx)

Centro Cultural Tina Modotti Caracas

Promoción de la cultura y arte Hispanoamericana e Italiana. Enseñanza y educaciòn.

Racconti di quasi amore

a costo di apparire ridicolo

Ex UAGDC

Documentazioni "Un altro genere di comunicazione"

Esercizi spirituali per signorine

per un'educazione di sani principi e insane fini

JoséPulido

La página del escritor venezolano

Donne in rosso

foglio dell'ADoC (Assemblea delle donne comuniste)

Conferenza Mondiale delle Donne - Caracas 2011

Just another WordPress.com site

críticaypunto

expresamos la verdad

NapoliNoWar

(sito momentaneamente inattivo)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: