Chi finanzia lo Stato islamico?

da ria novosti

Lo Stato islamico è considerato la più ricca organizzazione terroristica nel mondo. Ma da dove viene il denaro ottenuto da questo gruppo jihadista?

 Dopo l’assedio di Mosul, la seconda città dell’Iraq, lo Stato islamico è diventato la più ricca organizzazione terroristica nel mondo, superando Al Qaeda. Lì, gli insorti hanno sequestrato ingenti quantità di denaro e lingotti d’oro da alcune banche. In totale, hanno preso 500 milioni di dinari (429 milioni dollari).

 Funzionari iracheni stimano che i fondi di finanziamento del gruppo raggiungono i 2 miliardi di euro. Tuttavia, non si sa ancora esattamente da dove arriva questa somma esorbitante.

 Arabia Saudita

Secondo il canale tedesco Deutsche Welle, il governo iracheno, dominato dagli sciiti accusa l’Arabia Saudita di sostenere i jihadisti dello Stato islamico.

 L’Arabia Saudita «è responsabile per il sostegno finanziario e morale che ricevono i gruppi ribelli», ha detto due mesi fa il primo ministro Nuri al-Maliki. Come previsto, gli Stati Uniti, il più importante alleato dell’Arabia Saudita, hanno respinto le accuse da parte del capo del governo iracheno.

 Secondo Günter Meyer, direttore del Centro di Ricerca sul mondo arabo presso l’Università di Mainz, è ovvio che finanzia questi estremisti.

 «La principale fonte di finanziamento per lo Stato islamico finora viene dai paesi del Golfo, in particolare l’Arabia Saudita, ma anche il Qatar, il Kuwait e gli Emirati Arabi Uniti», ha spiegato Meyer, aggiungendo che la motivazione iniziale era quella di sostenere la lotta contro il governo del presidente siriano Bashar al Assad.

 Petrolio

Gli esperti stimano, inoltre, che lo Stato islamico guadagna circa un milione di dollari al giorno attraverso la vendita di petrolio dai pozzi sotto il suo controllo.

 L’analista Robin Mills afferma che se il gruppo jihadista è in grado di controllare i territori in cui le milizie stanno progredendo, i ricavi potrebbe ammontare a 3 milioni al giorno e raggiungere i 100 milioni al mese.

 Estorsione

Secondo Charles Lister, del Centro di Doha (Qatar), c’è il sospetto che l’organizzazione raccolga le estorsioni nelle aree che controlla.

«La concussione colpisce le piccole e grandi imprese e se le voci sono vere, compresi i rappresentanti dei governi locali», ha ribadito Lister a Deutsche Welle.

 I soldi per la jihad

Con i soldi che ha rubato a Mosul, lo Stato islamico può finanziare la jihad senza intoppi. Così afferma il blogger britannico Eliot Higgins, meglio conosciuto come Mosè Brown. 

«Con 429 milioni dollari, lo Stato islamico potrebbe reclutare 60.000 combattenti e pagare 600 dollari al mese per un anno intero» ha scritto Higgins nel suo account Twitter.

 Inoltre, con questo potere economico, il gruppo può acquisire facilmente le armi di alta qualità sul mercato internazionale, ha aggiunto Meyer.

 [Traduzione dal castigliano per ALBAinformazione di Francesco Guadagni]

Lascia un commento

Spam e commenti che non apportano alcuna informazione utile non sono ammessi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

"En Tiempos de Guarimba"

Conoce a quienes te quieren dirigir

La Covacha Roja

Donde encontramos ideas avanzadas

Pensamiento Nuestro Americano

Articulando Luchas, Cultivando Resistencias

RE-EVOLUCIÓN

Combatiendo al neofascismo internacional

Comitè Antiimperialista

Contra les agressions imperialistes i amb la lluita dels pobles per la seva sobirania

SLAVYANGRAD.es

Nuestra ira no tiene limites. (c) V. M. Molotov

Auca en Cayo Hueso

Just another WordPress.com site

Gli Appunti del Paz83

Internet non accende le rivoluzioni, ma aiuta a vincerle - Il Blog di Matteo Castellani Tarabini

Sociología crítica

Articulos y textos para debate y análisis de la realidad social

Hugo Chavez Front - Canada

Get to know what's really going on in Venezuela

Revista Nuestra América

Análisis, política y cultura

Avanzada Popular

Colectivo Avanzada Popular

Leonardo Boff

O site recolhe os artigos que escrevo semanalmente e de alguns outros que considero notáveis.Os temas são ética,ecologia,política e espiritualidade.

Planetasperger

sindrome de asperger u otros WordPress.com weblog

Vientos del Este

Actualidad, cultura, historia y curiosidades sobre Europa del Este

My Blog

Just another WordPress.com site

Festival delle idee politiche

Rassegna annuale di teorie politiche e pratiche della partecipazione civile

Far di Conto

Piccoli numeri e liberi pensieri

Miradas desde Nuestra América

Otro Mundo es Posible, Necesario, Urgente. Desde la provincia chilena

Como te iba contando

Bla bla bla bla...

Coordinadora Simón Bolívar

¡Bolívar vive la lucha sigue!

LaDu

Laboratorio di Degustazione Urbana

il Blog di Daniele Barbieri & altr*

"Per conquistare un futuro bisogna prima sognarlo" (Marge Piercy)

KFA Italia - notizie e attività

notizie dalla Corea Popolare e dalla Korean Friendship Association

KFA Euskal Herria

Korearekiko Laguntasun Elkartea | Korean Friendship Association

ULTIMOTEATRO.PRODUZIONIINCIVILI

Nuova Drammaturgia del Contemporaneo

Sociales en PDF

Libro de sociales en formato digital.

matricola7047

Notes de lectura i altres informacions del seminari sobre el Quaderns de la Presó d'Antonio Gramsci ( Associació Cultural Espai Marx)

Centro Cultural Tina Modotti Caracas

Promoción de la cultura y arte Hispanoamericana e Italiana. Enseñanza y educaciòn.

Racconti di quasi amore

a costo di apparire ridicolo

Ex UAGDC

Documentazioni "Un altro genere di comunicazione"

Esercizi spirituali per signorine

per un'educazione di sani principi e insane fini

JoséPulido

La página del escritor venezolano

Donne in rosso

foglio dell'ADoC (Assemblea delle donne comuniste)

Conferenza Mondiale delle Donne - Caracas 2011

Just another WordPress.com site

críticaypunto

expresamos la verdad

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: