Il ministro Giordani e il nuovo rimpasto di governo

di Geraldina Colotti – il manifesto   

20giu2014.- Un rim­pa­sto mini­ste­riale, usuale nel governo del Vene­zuela, ha sca­te­nato una tem­pe­sta. Mar­tedì scorso, durante la tra­smis­sione del suo pro­gramma set­ti­ma­nale, il pre­si­dente della Repub­blica, Nico­lás Maduro, ha annun­ciato alcune sosti­tu­zioni ai ver­tici dei mini­steri. Tra que­ste, il pas­sag­gio di Ricardo Menen­dez, finora all’Educazione uni­ver­si­ta­ria, alla dire­zione del mini­stero della Pia­ni­fi­ca­zione e alla nuova vice­pre­si­denza di Pia­ni­fi­ca­zione e svi­luppo ter­ri­to­riale. L’incarico taglia fuori una figura sto­rica del cha­vi­smo, il pro­fes­sor Jorge Gior­dani, classe 1940: un mar­xi­sta gram­sciano, deter­mi­nante nella poli­tica eco­no­mica del governo Chávez pur essendo più a suo agio fra i libri che davanti ai riflet­tori (e per que­sto sopran­no­mi­nato «il monaco»).

Que­sta volta, però, Gior­dani sbotta. E volano gli stracci a par­tire da un lungo docu­mento poli­tico, inti­to­lato «Testi­mo­nianza e respon­sa­bi­lità davanti alla sto­ria», scritto a mo’ di bilan­cio e con­gedo. Subito pub­bli­cato sui siti dell’ultra-sinistra cha­vi­sta e ripreso dai quo­ti­diani di oppo­si­zione, il testo rende espli­cita una situa­zione di disa­gio, covata da tempo. Sol­leva cri­ti­che sulla poli­tica eco­no­mica di Maduro: che espor­rebbe — avverte — «la tran­si­zione socia­li­sta» al ritorno di mec­ca­ni­smi finan­ziari capi­ta­li­sti favo­re­voli ad «agenti pri­vati», inte­res­sati a «cap­tare l’eccedente della ren­dita petro­li­fera per via finan­zia­ria». Lamenta l’assenza di dibat­tito interno, cri­tica la debo­lezza dell’attuale lea­der­ship dopo la morte di Chávez e dà conto di una rab­biosa soli­tu­dine, mal con­di­visa durante i com­pli­cati momenti della malat­tia del Comandante.

Si sca­tena un dibat­tito vee­mente. Qual­cuno ne appro­fitta per togliersi a sua volta un sas­so­lino dalla scarpa con­tro l’ex mini­stro, qual­che altro entra nel merito delle scelte con­di­vise in que­sti anni da Gior­dani e gli chiede: «E tu dov’eri?». Tutti fanno grande uso della parola «lealtà»: a par­tire dal pre­si­dente Maduro che chiede «umiltà nell’esercizio delle pro­prie fun­zioni». Dove va la «tran­si­zione» boli­va­riana a oltre un anno dalla scom­parsa di Chávez e in pre­senza di un pode­roso attacco, interno e inter­na­zio­nale, per ren­dere insa­na­bili le crepe di un «espe­ri­mento» che ha fatto sto­ria in Ame­rica latina? Al di là delle pole­mi­che e delle idio­sin­cra­sie che accom­pa­gnano qua­lun­que gruppo diri­gente, il tema entra pre­po­ten­te­mente nel dibat­tito del Par­tito socia­li­sta unito del Vene­zuela (Psuv), che si pre­para al congresso.

La discus­sione all’interno del cha­vi­smo è sem­pre stata vivace. Dalla strada al par­la­mento, dalle reti sociali, ai media comu­ni­tari, a quelli sta­tali, si discute il merito delle scelte il più delle volte in modo non rituale: tutti cri­ti­cano tutti senza troppi for­ma­li­smi e solo l’interessata pro­pa­ganda del campo avverso riduce dif­fe­renze di per­corsi e con­so­nanze poli­ti­che a mici­diali bat­ta­glie interne per spar­tirsi pri­vi­legi e cor­rut­tele. E così, rico­min­cia a par­lare di dif­fe­renze insa­na­bili tra la cor­data di Dio­sdado Cabello e quella di Maduro e via discor­rendo. E pre­senta un paese sull’orlo del bara­tro, inca­pace di far fronte alle neces­sità di impor­ta­zione per aver dato fondo alle pro­prie riserve: riserve che, al di là di errori e logo­ra­menti, sono stati spesi a favore di quanti, prima di Chávez, appar­te­ne­vano alla schiera dei senza-diritti. E Maduro ha con­ti­nuato su quella strada.

Ora è in discus­sione in tutto il paese la legge per il primo impiego dei gio­vani: che pro­mette, come già quella sul lavoro in gene­rale, di mostrare «un cam­mino inverso a quello intra­preso dai paesi capi­ta­li­sti», come ha dichia­rato di recente Maduro. Gli ispet­tori delle finanze, accom­pa­gnati dalle com­mis­sioni di quar­tiere, girano a recu­pe­rare il denaro car­pito ai con­su­ma­tori. Ogni giorno si con­se­gnano nuove case popo­lari già ammo­bi­liate. La Pro­cu­ra­trice gene­rale, Luisa Ortega Diaz, sta cor­rendo in tutti i tri­bu­nali per sco­vare i magi­strati che sabo­tano le udienze per lasciare i dete­nuti nelle car­ceri e creare mal­con­tento. Gestire un paese «in rivo­lu­zione» non è una pas­seg­giata, dice un let­tore in rete. «La cri­tica interna è un segnale della sua buona salute», ribatte un altro. Intanto, la destra gon­gola, tirando in tutti i sensi il docu­mento di Gior­dani. E gli Stati uniti hanno nuo­va­mente incluso il Vene­zuela nella lista nera dei paesi in cui si pra­tica il traf­fico di per­sone. Come esem­pio hanno denun­ciato che i medici cubani, i coo­pe­ranti che lavo­rano nei quar­tieri popo­lari nell’ambito delle Misio­nes, sono espo­sti al «lavoro forzato».

"En Tiempos de Guarimba"

Conoce a quienes te quieren dirigir

La Covacha Roja

Donde encontramos ideas avanzadas

Pensamiento Nuestro Americano

Articulando Luchas, Cultivando Resistencias

RE-EVOLUCIÓN

Combatiendo al neofascismo internacional

Comitè Antiimperialista

Contra les agressions imperialistes i amb la lluita dels pobles per la seva sobirania

SLAVYANGRAD.es

Nuestra ira no tiene limites. (c) V. M. Molotov

Auca en Cayo Hueso

Just another WordPress.com site

Gli Appunti del Paz83

Internet non accende le rivoluzioni, ma aiuta a vincerle - Il Blog di Matteo Castellani Tarabini

Sociología crítica

Articulos y textos para debate y análisis de la realidad social

Hugo Chavez Front - Canada

Get to know what's really going on in Venezuela

Revista Nuestra América

Análisis, política y cultura

Avanzada Popular

Colectivo Avanzada Popular

Leonardo Boff

O site recolhe os artigos que escrevo semanalmente e de alguns outros que considero notáveis.Os temas são ética,ecologia,política e espiritualidade.

Vientos del Este

Actualidad, cultura, historia y curiosidades sobre Europa del Este

My Blog

Just another WordPress.com site

Festival delle idee politiche

Rassegna annuale di teorie politiche e pratiche della partecipazione civile

Far di Conto

Piccoli numeri e liberi pensieri

Miradas desde Nuestra América

Otro Mundo es Posible, Necesario, Urgente. Desde la provincia chilena

Como te iba contando

Bla bla bla bla...

Coordinadora Simón Bolívar

¡Bolívar vive la lucha sigue!

LaDu

Laboratorio di Degustazione Urbana

il Blog di Daniele Barbieri & altr*

"Per conquistare un futuro bisogna prima sognarlo" (Marge Piercy)

KFA Italia - notizie e attività

notizie dalla Corea Popolare e dalla Korean Friendship Association

KFA Euskal Herria

Korearekiko Laguntasun Elkartea | Korean Friendship Association

ULTIMOTEATRO.PRODUZIONIINCIVILI

Nuova Drammaturgia del Contemporaneo

Sociales en PDF

Libro de sociales en formato digital.

matricola7047

Notes de lectura i altres informacions del seminari sobre el Quaderns de la Presó d'Antonio Gramsci ( Associació Cultural Espai Marx)

Centro Cultural Tina Modotti Caracas

Promoción de la cultura y arte Hispanoamericana e Italiana. Enseñanza y educaciòn.

Racconti di quasi amore

a costo di apparire ridicolo

Ex UAGDC

Documentazioni "Un altro genere di comunicazione"

Esercizi spirituali per signorine

per un'educazione di sani principi e insane fini

JoséPulido

La página del escritor venezolano

Donne in rosso

foglio dell'ADoC (Assemblea delle donne comuniste)

Conferenza Mondiale delle Donne - Caracas 2011

Just another WordPress.com site

críticaypunto

expresamos la verdad

NapoliNoWar

(sito momentaneamente inattivo)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: