Dei 180 arrestati durante le proteste violente, gli studenti sono solo il 7%

Luisa Ortega Díaz

Luisa Ortega Díaz

di Geraldina Colotti – il manifesto

26apr2014.- Solo il 7% delle 180 per­sone che si tro­vano in car­cere per aver par­te­ci­pato alle pro­te­ste vio­lente con­tro il governo vene­zue­lano è costi­tuito da stu­denti. L’informativa è stata illu­strata dalla Fiscal gene­ral Luisa Ortega Diaz.

Secondo i dati del Mini­ste­rio publico (Mp), i morti (civili e mili­tari) sono finora 41. Tra il 12 e il 24 aprile, Ortega ha pre­sen­tato altre 19 accuse con­tro 47 per­sone sospet­tate di aver par­te­ci­pato ad atti van­da­lici fina­liz­zati a pro­muo­vere un colpo di stato. Il Mini­ste­rio publico ha anche messo sotto inchie­sta 145 per­sone sospet­tate di aver vio­lato i diritti umani, due delle quali accu­sate di omi­ci­dio, uno per tor­tura e 142 per atti di cru­deltà.
Ortega ha nuo­va­mente invi­tato lo stu­dente Raul Ayala, che aveva denun­ciato di esser stato vio­len­tato con la canna del fucile a col­la­bo­rare con gli inqui­renti. Il caso aveva fatto scal­pore, ben­ché le prime peri­zie medi­che non aves­sero con­fer­mato le accuse.

Un altro rap­porto indica che, dall’inizio di feb­braio (quando sono scop­piate le pro­te­ste vio­lente), vi sono stati 162 attac­chi ai medici cubani che lavo­rano nei quar­tieri popolari.

Oltre 30.000 coo­pe­ranti che pre­stano assi­stenza a circa 11 milioni di per­sone. Sono arri­vati nel paese dopo le ter­ri­bili inon­da­zioni che hanno messo in ginoc­chio lo stato Var­gas nel 1999 e hanno for­ma­liz­zato la loro coo­pe­ra­zione nel 2003, con l’istituzione della Mision Bar­rio Aden­tro, all’insegna di uno scam­bio soli­dale: il petro­lio vene­zue­lano in cam­bio di medici. Una cam­pa­gna di odio fomen­tata dalle destre con­tro “il castro-madurismo” ha però pro­vo­cato le aggres­sioni alle strut­ture pub­bli­che in cui lavo­rano i cubani e allo stesso per­so­nale sanitario.

La Pro­cu­ra­trice gene­rale ha illu­strato i dati alla stampa al ter­mine di un corso sui Diritti umani rivolto ai «comu­ni­ca­tori sociali» e orga­niz­zata dalla Scuola nazio­nale dei giu­dici dell’Mp. Ortega ha anche respinto il rap­porto pre­sen­tato sul Vene­zuela dalla Com­mis­sione inte­ra­me­ri­cana per i diritti umani (Cidh), per­ché – ha detto — «non rispec­chia la realtà».

Il governo vene­zue­lano, insieme ad altri paesi pro­gres­si­sti dell’America latina, da anni accusa la Cidh di essere subal­terna a Washing­ton e ha deciso di non farne più parte quand’era ancora in vita il pre­si­dente Hugo Cha­vez. Fra gli argo­menti addotti, che Ortega ha ricor­dato, l’inattività della Cidh di fronte alle denunce pre­sen­tate dalle asso­cia­zioni per i diritti umani circa la scom­parsa di oltre 3.500 per­sone durante i governi della IV Repub­blica (1958–1998).

Anche le vit­time del Cara­cazo — la rivolta popo­lare con­tro le misure impo­ste dal Fondo mone­ta­rio inter­na­zio­nale al governo del social­de­mo­cra­tico Car­los Andrés Pérez nel 1989 — si sono rivolte alla Cidh, ma senza esito. Chie­de­vano giu­sti­zia per i parenti uccisi dal fuoco dell’esercito, che ha spa­rato sulla folla pro­vo­cando migliaia di vit­time, in gran parte occul­tate nelle fosse comuni.

Nem­meno i parenti delle vit­time del colpo di stato con­tro Cha­vez del 2002 hanno otte­nuto sod­di­sfa­zione dalla Cidh. E ora si oppon­gono alla pos­si­bi­lità che il governo Maduro accolga la richie­sta dell’opposizione pre­sen­tata nell’ambito dei col­lo­qui di pace in corso.

La Mesa de la uni­dad demo­cra­tica (Mud) che rac­chiude le varie com­po­nenti dell’antichavismo, ieri è nuo­va­mente scesa in piazza insieme agli stu­denti che non accet­tano il dia­logo con il governo e che chie­dono soprat­tutto l’amnistia.

«L’educazione si rispetta», dice­vano i car­telli di quelli che hanno sfi­lato ieri. Una sto­na­tura con­si­de­rando che, in 15 anni di governo, il cha­vi­smo ha soprat­tutto pun­tato sull’educazione per tutti e che per stu­diare gli stu­denti non devono sbor­sare una lira. Gli stu­denti di oppo­si­zione hanno pro­te­stato anche con­tro la recente deci­sione del Tri­bu­nal supremo de justi­cia (Tsj) che ha accolto il ricorso di un sin­daco e ha sta­bi­lito che, prima di mani­fe­stare, si deve chie­dere l’autorizzazione alle auto­rità locali.

Una misura adot­tata in tutti i paesi demo­cra­tici, ha fatto notare il sin­daco del muni­ci­pio Liber­ta­dor (il più grande dei cin­que che com­pon­gono la capi­tale), Jorge Rodri­guez. Anche ieri, gli oltran­zi­sti hanno mar­ciato all’interno delle zone bene­stanti, nei quar­tieri est di Cara­cas: i quar­tieri in cui non si pla­cano del tutto le «gua­rim­bas», bar­ri­cate di detriti e spaz­za­tura data alle fiamme.

Durante un assalto dei «gua­rim­be­ros» nel muni­ci­pio Cha­cao si è quasi rischiata una strage in un asilo pieno di bam­bini che si tro­vava all’interno del mini­stero dell’Abitare, dato alle fiamme. Per que­sto, ieri il Tri­bu­nal supremo de justi­cia ha accolto la denun­cia pre­sen­tata con­tro il sin­daco Ramon Mucha­cho da alcune asso­cia­zioni: per non aver ottem­pe­rato al dovere costi­tu­zio­nale di garan­tire la libera cir­co­la­zione dei cittadini.

"En Tiempos de Guarimba"

Conoce a quienes te quieren dirigir

La Covacha Roja

Donde encontramos ideas avanzadas

Pensamiento Nuestro Americano

Articulando Luchas, Cultivando Resistencias

RE-EVOLUCIÓN

Combatiendo al neofascismo internacional

Comitè Antiimperialista

Contra les agressions imperialistes i amb la lluita dels pobles per la seva sobirania

SLAVYANGRAD.es

Nuestra ira no tiene limites. (c) V. M. Molotov

Auca en Cayo Hueso

Just another WordPress.com site

Gli Appunti del Paz83

Internet non accende le rivoluzioni, ma aiuta a vincerle - Il Blog di Matteo Castellani Tarabini

Sociología crítica

Articulos y textos para debate y análisis de la realidad social

Hugo Chavez Front - Canada

Get to know what's really going on in Venezuela

Revista Nuestra América

Análisis, política y cultura

Avanzada Popular

Colectivo Avanzada Popular

Leonardo Boff

O site recolhe os artigos que escrevo semanalmente e de alguns outros que considero notáveis.Os temas são ética,ecologia,política e espiritualidade.

Vientos del Este

Actualidad, cultura, historia y curiosidades sobre Europa del Este

My Blog

Just another WordPress.com site

Festival delle idee politiche

Rassegna annuale di teorie politiche e pratiche della partecipazione civile

Far di Conto

Piccoli numeri e liberi pensieri

Miradas desde Nuestra América

Otro Mundo es Posible, Necesario, Urgente. Desde la provincia chilena

Como te iba contando

Bla bla bla bla...

Coordinadora Simón Bolívar

¡Bolívar vive la lucha sigue!

LaDu

Laboratorio di Degustazione Urbana

il Blog di Daniele Barbieri & altr*

"Per conquistare un futuro bisogna prima sognarlo" (Marge Piercy)

KFA Italia - notizie e attività

notizie dalla Corea Popolare e dalla Korean Friendship Association

KFA Euskal Herria

Korearekiko Laguntasun Elkartea | Korean Friendship Association

ULTIMOTEATRO.PRODUZIONIINCIVILI

Nuova Drammaturgia del Contemporaneo

Sociales en PDF

Libro de sociales en formato digital.

matricola7047

Notes de lectura i altres informacions del seminari sobre el Quaderns de la Presó d'Antonio Gramsci ( Associació Cultural Espai Marx)

Centro Cultural Tina Modotti Caracas

Promoción de la cultura y arte Hispanoamericana e Italiana. Enseñanza y educaciòn.

Racconti di quasi amore

a costo di apparire ridicolo

Ex UAGDC

Documentazioni "Un altro genere di comunicazione"

Esercizi spirituali per signorine

per un'educazione di sani principi e insane fini

JoséPulido

La página del escritor venezolano

Donne in rosso

foglio dell'ADoC (Assemblea delle donne comuniste)

Conferenza Mondiale delle Donne - Caracas 2011

Just another WordPress.com site

críticaypunto

expresamos la verdad

NapoliNoWar

(sito momentaneamente inattivo)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: