Ramon Mucha­cho: «Vogliono un morto a Cha­cao»

Ramon Mucha­cho: «Vogliono un morto a Cha­cao»

di Geraldina Colotti – il manifesto

Caracas, 21apr2014.- «Per qual­cuno la vio­lenza non basta, vogliono un morto a Cha­cao». Per una volta, l’allarme non viene da fonte gover­na­tiva, ma da un sin­daco di oppo­si­zione, Ramon Mucha­cho, che governa il muni­ci­pio di Cha­cao, un esclu­sivo quar­tiere nella parte est della capi­tale venezuelana.

Una zona in cui con­ti­nuano le «gua­rim­bas» (bar­ri­cate di chiodi, detriti e spaz­za­tura data alle fiamme e filo spi­nato teso fra un bordo e l’altro della strada). Dome­nica si sono veri­fi­cati altri scon­tri, che hanno pro­vo­cato una decina di feriti. Dal muni­ci­pio Cha­cao è par­tita anche la mar­cia di pro­te­sta diretta dai lea­der più oltran­zi­sti dell’opposizione: Maria Corina Machado e Anto­nio Lede­zma, affian­cati dalla moglie di Leo­poldo Lopez, Lilian Tin­tori. Il marito, lea­der del par­tito Volun­tad Popu­lar è in car­cere da due mesi con l’accusa di asso­cia­zione a delin­quere fina­liz­zata al terrorismo.

Con loro hanno sfi­lato anche gli stu­denti che con­ti­nuano a chie­dere «la salida», la rinun­cia del pre­si­dente Maduro. Per l’occasione, hanno bru­ciato in piazza un pupazzo con le fat­tezze del capo di stato, inter­pre­tando in que­sto modo la tra­di­zione vene­zue­lana di bru­ciare l’immagine di Giuda durante la set­ti­mana santa. In altre parti della capi­tale, i cha­vi­sti hanno bru­ciato invece dei Giuda che rap­pre­sen­tano figure di oppo­si­zione. Pic­coli gruppi hanno tenuto alta la ten­sione anche ieri in diverse parti del paese, bloc­cando strade e bru­ciando auto­bus. Una banda di incap­puc­ciati ha preso di mira il Banco vene­zue­lano, pro­vo­cando seri danni. Finora le vio­lenze hanno fatto regi­strare 41 morti e oltre 650 feriti.

Il gio­vane sin­daco Mucha­cho, sca­val­cato a destra dalle pro­te­ste, è uno degli eletti della Mesa de la uni­dad demo­cra­tica (Mud) che par­te­cipa ai dia­lo­ghi di pace con il governo, sotto l’egida della Una­sur e del Vati­cano. Dome­nica in piazza San Pie­tro, anche papa Ber­go­glio ha auspi­cato «che le anime si incam­mi­nino verso la ricon­ci­lia­zione e la con­cor­dia». E un gruppo di atti­vi­sti italo-venezuelani (Anros e l’Associazione Alba) ha sro­to­lato uno stri­scione in soli­da­rietà con la rivo­lu­zione bolivariana.

Tutte le sta­ti­sti­che dicono che la stra­grande mag­gio­ranza dei vene­zue­lani appog­gia il dia­logo tra governo e oppo­si­zione. Con i col­lo­qui di pace, i mode­rati della Mud, finora sur­clas­sati dal pro­ta­go­ni­smo delle com­po­nenti oltran­zi­ste, stanno con­qui­stando una nuova visi­bi­lità. Chie­dono più spazi di potere e spe­rano di zavor­rare il modello eco­no­mico socia­li­sta, messo alla prova da un lungo sabo­tag­gio eco­no­mico e dalla pres­sione dei poteri forti a livello internazionale.

Se riu­scis­sero a spun­tarla — nel paese che pos­siede le mag­giori riserve petro­li­fere al mondo e che ha rimesso in que­stione i rap­porti di pro­prietà, più di tutti gli altri governi pro­gres­si­sti dell’America latina che scom­met­tono sul socia­li­smo del XXI secolo -, vi sareb­bero enormi riper­cus­sioni in tutta la regione. Oggi, Maduro illu­strerà i ter­mini dell’«offensiva eco­no­mica per incre­men­tare la pro­du­zione, la cre­scita e il pieno rifor­ni­mento a prezzo giusto».

Intanto, con­ti­nuano le ispe­zioni alle grandi catene com­mer­ciali per valu­tare la cor­retta appli­ca­zione della Ley orga­nica de Pre­cios Justos, entrata in vigore il 24 gen­naio scorso «per pro­teg­gere il sala­rio dei cit­ta­dini dall’usura e dalla spe­cu­la­zione. Una legge che ha aumen­tato il gra­di­mento di Maduro (oggi a più del 50%), ma che ha anche acce­le­rato l’offensiva dei poteri forti, pre­sen­tata dai grandi media come pro­te­sta stu­den­te­sca con­tro la crisi, l’insicurezza e i pro­blemi economici.

«In Vene­zuela non c’è fame come ai tempi della IV Repub­blica», ha detto Elias Eljuri, pre­si­dente dell’Istituto nazio­nale di sta­ti­stica (Ine). Aver desti­nato ai pro­getti sociali oltre il 64% degli introiti ha por­tato inne­ga­bili bene­fici a tutta la popo­la­zione, che attual­mente con­suma 2.285 calo­rie al giorno pro capite. La povertà strut­tu­rale oggi è al 5,5%. Il governo con­trolla il 64% di 14 ali­menti base, ven­duti a basso costo nella più grande rete di distri­bu­zione ali­men­tare che è di stato. Le imprese pri­vate hanno però il con­trollo della pro­du­zione, inol­tre quasi il 30% dei pro­dotti nazio­nali fini­sce nel con­trab­bando verso la Colombia.

Un busi­ness mul­ti­mi­lio­na­rio che motiva le mafie e i para­mi­li­tari a tener viva la vio­lenza negli stati di con­fine. In que­sto qua­dro, è pro­ba­bile che, fal­lito il pro­getto «gua­rim­bero», gli oltran­zi­sti e chi li guida deci­dano di pas­sare a una seconda fase di ter­ro­ri­smo e omi­cidi selet­tivi. Da qui l’allarme del sin­daco Muchacho.

"En Tiempos de Guarimba"

Conoce a quienes te quieren dirigir

La Covacha Roja

Donde encontramos ideas avanzadas

Pensamiento Nuestro Americano

Articulando Luchas, Cultivando Resistencias

RE-EVOLUCIÓN

Combatiendo al neofascismo internacional

Comitè Antiimperialista

Contra les agressions imperialistes i amb la lluita dels pobles per la seva sobirania

SLAVYANGRAD.es

Nuestra ira no tiene limites. (c) V. M. Molotov

Auca en Cayo Hueso

Just another WordPress.com site

Gli Appunti del Paz83

Internet non accende le rivoluzioni, ma aiuta a vincerle - Il Blog di Matteo Castellani Tarabini

Sociología crítica

Articulos y textos para debate y análisis de la realidad social

Hugo Chavez Front - Canada

Get to know what's really going on in Venezuela

Revista Nuestra América

Análisis, política y cultura

Avanzada Popular

Colectivo Avanzada Popular

Leonardo Boff

O site recolhe os artigos que escrevo semanalmente e de alguns outros que considero notáveis.Os temas são ética,ecologia,política e espiritualidade.

Vientos del Este

Actualidad, cultura, historia y curiosidades sobre Europa del Este

My Blog

Just another WordPress.com site

Festival delle idee politiche

Rassegna annuale di teorie politiche e pratiche della partecipazione civile

Far di Conto

Piccoli numeri e liberi pensieri

Miradas desde Nuestra América

Otro Mundo es Posible, Necesario, Urgente. Desde la provincia chilena

Como te iba contando

Bla bla bla bla...

Coordinadora Simón Bolívar

¡Bolívar vive la lucha sigue!

LaDu

Laboratorio di Degustazione Urbana

il Blog di Daniele Barbieri & altr*

"Per conquistare un futuro bisogna prima sognarlo" (Marge Piercy)

KFA Italia - notizie e attività

notizie dalla Corea Popolare e dalla Korean Friendship Association

KFA Euskal Herria

Korearekiko Laguntasun Elkartea | Korean Friendship Association

ULTIMOTEATRO.PRODUZIONIINCIVILI

Nuova Drammaturgia del Contemporaneo

Sociales en PDF

Libro de sociales en formato digital.

matricola7047

Notes de lectura i altres informacions del seminari sobre el Quaderns de la Presó d'Antonio Gramsci ( Associació Cultural Espai Marx)

Centro Cultural Tina Modotti Caracas

Promoción de la cultura y arte Hispanoamericana e Italiana. Enseñanza y educaciòn.

Racconti di quasi amore

a costo di apparire ridicolo

Ex UAGDC

Documentazioni "Un altro genere di comunicazione"

Esercizi spirituali per signorine

per un'educazione di sani principi e insane fini

JoséPulido

La página del escritor venezolano

Donne in rosso

foglio dell'ADoC (Assemblea delle donne comuniste)

Conferenza Mondiale delle Donne - Caracas 2011

Just another WordPress.com site

críticaypunto

expresamos la verdad

NapoliNoWar

(sito momentaneamente inattivo)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: