Riflessioni ai piedi della tomba di Hugo Chávez

Atilio Boron

di Atilio Boron

Il passato 17 agosto è stato un giorno molto speciale. I compagni del Ministero del Potere Popolare per la Cultura della Repubblica Bolivariana del Venezuela hanno accompagnato tutti coloro che sono venuti dall’estero per la consegna del Premio Libertador al Pensamiento Crítico a visitare il nuovo Mausoleo dove si preservano i resti di alcuni dei più importanti patrioti dell’Indipendenza della Gran Colombia e dove si trova custodita la spada del Libertador Simón Bolívar. Dopodiché siamo stati al Cuartel de la Montaña, ribatezzato da Chávez come Cuartel 4F in omaggio alla sollevazione militare da egli condotta e per la quale, come egli stesso disse, “por ahora” fu sconfitto. Lì, in questa storica fortezza abbiamo potuto visitare la tomba che conserva le sue spoglie e tutti noi visitanti siamo stati travolti da una profonda emozione.

Persino adesso mi commuovo, quasi un giorno dopo, scrivendo queste linee per condividere con tanti militanti antimperialisti coscienti dell’immenso lavoro fatto da Chávez nel combattere l’impero che si è portato la sua vita. Nel momento in cui sono passato al lato della sua tomba, e ho potuto dare un abbraccio postumo al freddo marmo che lo protegge, si è impossessato di me, e ancora non mi abbandona, un debordante sentimento di tristezza, dolore e rabbia. Una rabbia che poche volte ho provato nella mia  vita e che mi ha portato a pensare – o ad allucinarmi – che se scoprissi chi è stato l’autore materiale della morte di Chávez (poiché ogni giorno che passa sono sempre più convinto che l’hanno ammazzato) mi presenterei come volontario per eseguire la pena capitale che qualsiasi corte sicuramente imporrebbe per far parte del plotone di esecuzione per porre fine alla vita della canaglia che ha assassinato il nostro amico.

Dichiaro che non sono a favore della pena di morte, ma un assassinio di tale enorme impatto sui nostri popoli ha messo in crisi la solidità di questa convinzione. L’emozione e la rabbia, questo mix esplosivo di dolore e furia, obbedisce anche al comprovare fisicamente che chi mi ha sempre ricevuto con un sorriso e che invariabilmente intercalava una battuta con un ragionamento profondo e luminoso, già non è più tra noi. E che si tratta di una perdita irreparabile.

Oggi ho visto in TeleSUR una riedizione di una puntata di “Aló Presidente”, e la brillante maniera di come spiegava il capitalismo, la trasformazione del valore d’uso in valore di scambio e quindi in merce, la inesorabile conseguenza che ha questo processo nell’organizzare e nell’approfondire lo sfruttamento dei lavoratori, la divisione del plusvalore in tre distinte frazioni della borghesia e l’impoverimento della popolazione, degradata al rango di semplice portatrice di forza lavoro, mi ha lasciato stupefatto. In poche parole e con un semplice linguaggio, nonché diretto, comprensibile al popolo, e profondamente persuasivo ha sintetizzato brillantemente ciò che scriveva Marx, ovviamente ne “Il Capitale” o in un piccolo testo come “Lavoro salariato e Capitale”; e anche ciò che Engels spiegava nell'”Anti-Dühring”.

Questo è l’uomo di cui ci hanno privato. Un imprescindibile, come avrebbe detto Brecht, che lottava sempre, tutti i giorni. Il suo esempio rafforza quello che fa affermato Fidel: anche se ci dicessero che il mondo fosse destinato a finire nel giro di pochi anni, il nostro dovere deve essere lottare, lottare senza pausa, poiché il nemico imperialista e i suoi lacchè colonizzati non riposano mai.  A differenza di molti “della sinistra postmoderna”,  loro sanno bene che la lotta di classe è permanente ed onnipresente. Per questo, dobbiamo moltiplicare gli sforzi, migliorare la nostra organizzazione ed arricchire la nostra coscienza politica. Si avvicinano tempi molto tormentati! 

[trad. dal castigliano a cura di Ciro Brescia]

Lascia un commento

Spam e commenti che non apportano alcuna informazione utile non sono ammessi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

"En Tiempos de Guarimba"

Conoce a quienes te quieren dirigir

La Covacha Roja

Donde encontramos ideas avanzadas

Pensamiento Nuestro Americano

Articulando Luchas, Cultivando Resistencias

RE-EVOLUCIÓN

Combatiendo al neofascismo internacional

Comitè Antiimperialista

Contra les agressions imperialistes i amb la lluita dels pobles per la seva sobirania

SLAVYANGRAD.es

Nuestra ira no tiene limites. (c) V. M. Molotov

Auca en Cayo Hueso

Just another WordPress.com site

Gli Appunti del Paz83

Internet non accende le rivoluzioni, ma aiuta a vincerle - Il Blog di Matteo Castellani Tarabini

Sociología crítica

Articulos y textos para debate y análisis de la realidad social

Hugo Chavez Front - Canada

Get to know what's really going on in Venezuela

Revista Nuestra América

Análisis, política y cultura

Avanzada Popular

Colectivo Avanzada Popular

Leonardo Boff

O site recolhe os artigos que escrevo semanalmente e de alguns outros que considero notáveis.Os temas são ética,ecologia,política e espiritualidade.

Vientos del Este

Actualidad, cultura, historia y curiosidades sobre Europa del Este

My Blog

Just another WordPress.com site

Festival delle idee politiche

Rassegna annuale di teorie politiche e pratiche della partecipazione civile

Far di Conto

Piccoli numeri e liberi pensieri

Miradas desde Nuestra América

Otro Mundo es Posible, Necesario, Urgente. Desde la provincia chilena

Como te iba contando

Bla bla bla bla...

Coordinadora Simón Bolívar

¡Bolívar vive la lucha sigue!

LaDu

Laboratorio di Degustazione Urbana

il Blog di Daniele Barbieri & altr*

"Per conquistare un futuro bisogna prima sognarlo" (Marge Piercy)

KFA Italia - notizie e attività

notizie dalla Corea Popolare e dalla Korean Friendship Association

KFA Euskal Herria

Korearekiko Laguntasun Elkartea | Korean Friendship Association

ULTIMOTEATRO.PRODUZIONIINCIVILI

Nuova Drammaturgia del Contemporaneo

Sociales en PDF

Libro de sociales en formato digital.

matricola7047

Notes de lectura i altres informacions del seminari sobre el Quaderns de la Presó d'Antonio Gramsci ( Associació Cultural Espai Marx)

Centro Cultural Tina Modotti Caracas

Promoción de la cultura y arte Hispanoamericana e Italiana. Enseñanza y educaciòn.

Racconti di quasi amore

a costo di apparire ridicolo

Ex UAGDC

Documentazioni "Un altro genere di comunicazione"

Esercizi spirituali per signorine

per un'educazione di sani principi e insane fini

JoséPulido

La página del escritor venezolano

Donne in rosso

foglio dell'ADoC (Assemblea delle donne comuniste)

Conferenza Mondiale delle Donne - Caracas 2011

Just another WordPress.com site

críticaypunto

expresamos la verdad

NapoliNoWar

(sito momentaneamente inattivo)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: