Dalla Bolivia per la legalità internazionale fatta a pezzi dalle potenze

morales

di Marinella Correggia

La Coordinadora nacional para el cambio (Conacam), coordinamento boliviano di decine di organizzazioni indigene, sindacali, contadine e politiche (*) riunitasi d’emergenza il 17 luglio a La Paz, «convoca le organizzazioni sociali antimperialiste e anticolonialiste, di lavoratori urbani e rurali, di contadini  di popoli e nazioni indigeni del mondo (…) al Vertice internazionale dei popoli in difesa dei diritti umani e del pieno rispetto dei trattati e convenzioni internazionali che reggono la convivenza fra gli stati», a Tiquipaya (Cochabamba) il 31 luglio e l’1 e il 2 agosto.

Il punto di partenza e tema centrale è il sequestro subito agli inizi di luglio dall’aereo del presidente boliviano Evo Morales Ayma, al quale varie potenze europee – Italia Spagna Francia Portogallo  – hanno negato il diritto di sorvolo costringendolo a un atterraggio di emergenza a Vienna per il rifornimento di carburante. La ragione? Fare un ennesimo favore ai sospettosi Usa, i quali temevano che l’aereo, in provenienza da Mosca (Morales aveva partecipato al vertice dei paesi produttori di gas) avesse a bordo Edward Snowden, agente pentito della Cia, il quale dopo aver reso noto al mondo che gli Stati uniti spiano anche i loro alleati europei si trova tuttora in un aeroporto russo in attesa di asilo, magari in un paese latinoamericano. Il documento dei boliviani definisce il gesto di questi quattro paesi «flagrante terrorismo di stato da parte di governi delle potenze imperialiste e colonialiste, dietro istruzioni impartite dagli Stati Uniti» spiega il documento dei movimenti boliviani;  «una grave minaccia alla vita del presidente» (l’aereo aveva infatti problemi di riapprovvigionamento) e «un’aggressione contro la dignità del popolo boliviano e latinoamericano». Per i movimenti, con il sequestro di Morales hanno raggiunto il culmine «le continue violazioni, da parte degli Stati Uniti e delle potenze loro alleate, dei trattati e delle convenzioni internazionali che disciplinano la pacifica convivenza fra gli Stati e il cui adempimento è garanzia del rispetto dei diritti umani dei popoli che fanno parte dell’Onu». Anche lo spionaggio denunciato da Snowden è una violazione dei diritti dei popoli e delle regole internazionali.

La denuncia della Coordinadora boliviana non trascura una delle principali violazioni della legalità internazionale messe in atto da certe potenze: la guerra, diretta o per procura. Quasi all’inizio del documento, infatti, si legge: (i governi delle potenze imperialiste) «legati alla Nato, eseguono continuamente aggressioni armate in diversi territori sovrani, non soltanto nel nostro continente, ma anche nei paesi fratelli di altri continenti, come è successo negli ultimi tempi in Libia e Siria, sotto la leadership degli Usa». I paesi e i popoli dell’Alleanza Alba  confermano la loro posizione per la pace e il dialogo e contro l’ingerenza armata. Nel marzo 2011, Hugo Chávez e Fidel Castro chiesero un appoggio internazionale (che non ottennero) per un’azione di mediazione in Libia che avrebbe evitato la guerra della Nato. E quando questa iniziò, il presidente Evo Morales chiese che a Obama fosso tolto il Nobel per la pace. Nel caso della Siria, come il nostro sito ha più volte ricordato, i paesi dell’Alba sono stati i più coerenti nel denunciare – anche nelle diverse sedi Onu –  la guerra per procura alimentata dalle potenze Nato e petromonarchiche: ecco un’altra delle loro flagranti violazioni del diritto internazionale, come abbiamo più volte fatto notare.

L’incontro a Cochabamba sarà anche l’occasione per analizzare «gli effetti della presenza di imprese multinazionali e gruppi affini all’imperialismo che operano nei nostri territori» visto che i popoli dell’America latina «affrontano da oltre 500 anni l’assalto colonialista e imperialista delle grandi potenze che sfruttano risorse, lavoratori e popoli e nazioni indigene attraverso le multinazionali».

Ricordiamo anche che la Bolivia è stata fatta oggetto di campagne di destabilizzazione a opera anche di «organizzazioni non governative» in prima linea anche nel fomentare le ingerenze in Libia e Siria. Ad esempio Avaaz.

Lascia un commento

Spam e commenti che non apportano alcuna informazione utile non sono ammessi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

"En Tiempos de Guarimba"

Conoce a quienes te quieren dirigir

La Covacha Roja

Donde encontramos ideas avanzadas

Pensamiento Nuestro Americano

Articulando Luchas, Cultivando Resistencias

RE-EVOLUCIÓN

Combatiendo al neofascismo internacional

Comitè Antiimperialista

Contra les agressions imperialistes i amb la lluita dels pobles per la seva sobirania

SLAVYANGRAD.es

Nuestra ira no tiene limites. (c) V. M. Molotov

Auca en Cayo Hueso

Just another WordPress.com site

Gli Appunti del Paz83

Internet non accende le rivoluzioni, ma aiuta a vincerle - Il Blog di Matteo Castellani Tarabini

Sociología crítica

Articulos y textos para debate y análisis de la realidad social

Hugo Chavez Front - Canada

Get to know what's really going on in Venezuela

Revista Nuestra América

Análisis, política y cultura

Avanzada Popular

Colectivo Avanzada Popular

Leonardo Boff

O site recolhe os artigos que escrevo semanalmente e de alguns outros que considero notáveis.Os temas são ética,ecologia,política e espiritualidade.

Vientos del Este

Actualidad, cultura, historia y curiosidades sobre Europa del Este

My Blog

Just another WordPress.com site

Festival delle idee politiche

Rassegna annuale di teorie politiche e pratiche della partecipazione civile

Far di Conto

Piccoli numeri e liberi pensieri

Miradas desde Nuestra América

Otro Mundo es Posible, Necesario, Urgente. Desde la provincia chilena

Como te iba contando

Bla bla bla bla...

Coordinadora Simón Bolívar

¡Bolívar vive la lucha sigue!

LaDu

Laboratorio di Degustazione Urbana

il Blog di Daniele Barbieri & altr*

"Per conquistare un futuro bisogna prima sognarlo" (Marge Piercy)

KFA Italia - notizie e attività

notizie dalla Corea Popolare e dalla Korean Friendship Association

KFA Euskal Herria

Korearekiko Laguntasun Elkartea | Korean Friendship Association

ULTIMOTEATRO.PRODUZIONIINCIVILI

Nuova Drammaturgia del Contemporaneo

Sociales en PDF

Libro de sociales en formato digital.

matricola7047

Notes de lectura i altres informacions del seminari sobre el Quaderns de la Presó d'Antonio Gramsci ( Associació Cultural Espai Marx)

Centro Cultural Tina Modotti Caracas

Promoción de la cultura y arte Hispanoamericana e Italiana. Enseñanza y educaciòn.

Racconti di quasi amore

a costo di apparire ridicolo

Ex UAGDC

Documentazioni "Un altro genere di comunicazione"

Esercizi spirituali per signorine

per un'educazione di sani principi e insane fini

JoséPulido

La página del escritor venezolano

Donne in rosso

foglio dell'ADoC (Assemblea delle donne comuniste)

Conferenza Mondiale delle Donne - Caracas 2011

Just another WordPress.com site

críticaypunto

expresamos la verdad

NapoliNoWar

(sito momentaneamente inattivo)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: