Il Comandante Chávez ha dato un colpo definitivo al neoliberalismo

Chávez ci ha lasciato un’economia al servizio del popolo

I 14 anni del suo governo sono  stati segnati dalla vocazione bolivariana dell’unione dell’America latina, ha sostenuto il deputato socialista Jesús Faría.

di Manuel López

Così come è naturale per un progetto in costruzione, la maggioranza delle opere sono in via di realizzazione, ciò non significa però che non ne siano state realizzate molte e che non ci troviamo di fronte ad un percorso con fondamenta che sarà necessario rafforzare.

Enumerare le conquiste economiche del Governo Bolivariano durante questi 14 anni si trasformerebbe in una lista interminabile, per questo Jesús Faría, deputato dell’Assemblea Nazionale (AN) per il Partito Socialista Unito del Venezuela (PSUV), si è concentrato sulle grandi linee.

Il Presidente Hugo Chávez ci ha lasciato un’economia subordinata al popolo e ai suoi interessi. «Ci corre l’obbligo di oltrepassare la barriera del non ritorno, di rendere irreversibile la transizione al socialismo», questa è stata la riflessione del Capo di Stato presentando il Piano della Patria nel giugno del 2012 al popolo venezuelano, nell’atto di iscrizione della sua candidatura alla rielezione.

Il Comandante della Rivoluzione è stato chiaro nell’affermare che «questo è il tempo, come mai prima lo è stato, di dare volto e sentimento alla Patria socialista per la quale stiamo lottando». Questa è la lotta che deve persistere nelle forze progressiste del paese, ha aggiunto il deputato socialista.

Chávez ha conosciuto molto bene la realtà venezuelana, perché l’ha studiata e palpata con la sensibilità che gli ha dato il suo fiuto politico. «Non dobbiamo ingannarci: la formazione socio-economica che prevale in Venezuela è ancora a carattere capitalista e rentista. Certo, il socialismo ha appena iniziato ad attuare la propria dinamica al nostro interno».

Con la sua predica e azione, il leader bolivariano ha rianimato le forze progressiste nel mondo, nel momento in cui con il suo impeto e con la sua determinazione ha sconfitto il neoliberalismo, le politiche del consenso di Washington e i suoi pacchetti economici in Venezuela, un’azione che ha avuto i suoi impatti determinanti in America latina e nel mondo, ha ricordato Faría.

Il Comandante ha dato un colpo definitivo al neoliberalismo. Le politiche economiche che si sviluppano nel paese sono l’antitesi dei pacchetti del Washington Consensus. Il parlamentare del PSUV, evidenzia inoltre che: «Abbiamo uno Stato solido, politiche sociali con uno spettro impressionante, l’integrazione in opposizione all’egemonia del capitale transnazionale e fonti di energia al servizio del nostro popolo».

Una indimenticabile eredità

Il deputato ha anche sottolineato come Chávez abbia sempre sconfitto la destra venezuelana, perché ha messo l’economia al servizio del popolo, mentre i suoi avversari politici offrono sempre il solito pacchetto neoliberale.

Per fermare l’imperialismo la prima cosa che ha fatto il Comandante Chávez è stata riscattare la sovranità sull’industria petrolifera, un’azione che gli è valso il colpo di Stato stimolato dai grandi interessi delle transnazionali.

Il recupero di questo settore strategico – ci ricorda ancora Faría – è stato fondamentale per conquistare l’autonomia di gestione delle risorse finanziarie per l’investimento sociale, nonché l’infrastruttura fisica e produttiva.

La questione energetica è stata molto bene legata in questi 14 anni di Governo Bolivariano alla politica internazionale che ha mantenuto una direzione verso l’integrazione, per la quale il Comandante ha considerato fondamentale sbarrare il passo alla Alleanza per il Libero Commercio per le Americhe (ALCA) avanzata dal governo statunitense nella regione.

Il momento clou di questa strategia è stato il IV Summit delle Americhe che ebbe luogo a Mar del Plata, in Argentina nel 2005, l’influenza di Hugo Chávez fu decisiva insieme a quella dei presidenti Luis Inácio Lula da Silva e Néstor Kirchner.

Successivamente si è avuto l’ingresso del Venezuela nel Mercosur, il rafforzamento della CELAC, l’approfondimento dell’ALBA ed il SUCRE, nonché il rafforzamento delle relazioni con la Russia e la Cina. Faría ha evidenziato come tutti questi passi esprimano il prestigio internazionale del Comandante e l’avanzamento della linea della multipolarità da lui disegnata.

Altra importante eredità lasciata dal Comandante è la politica del recupero del potere d’acquisto dei salari e le rivendicazioni delle lavoratrici e dei lavoratori. Sostiene il parlamentare che «l’incremento delle retribuzioni minime risponde ad una politica salariale che va nella direzione della compensazione degli indici inflazionistici».

Per mantenere nel tempo queste politiche di rivendicazione della classe operaia, il Presidente approvò la LOTTT (Ley Organica del Trabajo, las Trabajadoras y los trabajadores).

Il processo di espansione economica è un’altra delle eredità di Chávez che contrasta con la crisi capitalista mondiale. Questo è servito come base del dispiegamento dell’offensiva sociale: impiego, alimentazione, salute e proprietà della casa, attraverso la grande Missione Vivienda Venezuela.

La formazione di un nuovo tessuto socio-produttivo, orientato a trasformare la realtà venezuelana, è un altro dei grandi obiettivi che sono in cammino per la costruzione di una società moderna. «Non possiamo pensare alla possibilità di approssimarci verso il socialismo se non si raggiunge un alto livello di sviluppo delle forze produttive», ha sostenuto il presidente della Commissione di Finanza e Sviluppo Economico della AN.

Su questo percorso di transizione il Comandante si è anche preoccupato di includere nuove forme di proprietà che dessero forma al Socialismo del XXI secolo, come quelle comunitaria, sociale diretta ed indiretta, ed ovviamente, la statale e la privata, che già esistevano, per intensificare e consolidare il processo di transizione al socialismo, nell’ambito di un modello proprio che ha le sue fondamenta nell’ispirazione umanista del Libertador Simón Bolívar.

[Trad. dal castigliano per ALBAinformazione a cura di Pier Paolo Palermo]

Lascia un commento

Spam e commenti che non apportano alcuna informazione utile non sono ammessi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

"En Tiempos de Guarimba"

Conoce a quienes te quieren dirigir

La Covacha Roja

Donde encontramos ideas avanzadas

Pensamiento Nuestro Americano

Articulando Luchas, Cultivando Resistencias

RE-EVOLUCIÓN

Combatiendo al neofascismo internacional

Comitè Antiimperialista

Contra les agressions imperialistes i amb la lluita dels pobles per la seva sobirania

SLAVYANGRAD.es

Nuestra ira no tiene limites. (c) V. M. Molotov

Auca en Cayo Hueso

Just another WordPress.com site

Gli Appunti del Paz83

Internet non accende le rivoluzioni, ma aiuta a vincerle - Il Blog di Matteo Castellani Tarabini

Sociología crítica

Articulos y textos para debate y análisis de la realidad social

Hugo Chavez Front - Canada

Get to know what's really going on in Venezuela

Revista Nuestra América

Análisis, política y cultura

Avanzada Popular

Colectivo Avanzada Popular

Leonardo Boff

O site recolhe os artigos que escrevo semanalmente e de alguns outros que considero notáveis.Os temas são ética,ecologia,política e espiritualidade.

Planetasperger

sindrome de asperger u otros WordPress.com weblog

Vientos del Este

Actualidad, cultura, historia y curiosidades sobre Europa del Este

My Blog

Just another WordPress.com site

Festival delle idee politiche

Rassegna annuale di teorie politiche e pratiche della partecipazione civile

Far di Conto

Piccoli numeri e liberi pensieri

Miradas desde Nuestra América

Otro Mundo es Posible, Necesario, Urgente. Desde la provincia chilena

Como te iba contando

Bla bla bla bla...

Coordinadora Simón Bolívar

¡Bolívar vive la lucha sigue!

LaDu

Laboratorio di Degustazione Urbana

il Blog di Daniele Barbieri & altr*

"Per conquistare un futuro bisogna prima sognarlo" (Marge Piercy)

KFA Italia - notizie e attività

notizie dalla Corea Popolare e dalla Korean Friendship Association

KFA Euskal Herria

Korearekiko Laguntasun Elkartea | Korean Friendship Association

ULTIMOTEATRO.PRODUZIONIINCIVILI

Nuova Drammaturgia del Contemporaneo

Sociales en PDF

Libro de sociales en formato digital.

matricola7047

Notes de lectura i altres informacions del seminari sobre el Quaderns de la Presó d'Antonio Gramsci ( Associació Cultural Espai Marx)

Centro Cultural Tina Modotti Caracas

Promoción de la cultura y arte Hispanoamericana e Italiana. Enseñanza y educaciòn.

Racconti di quasi amore

a costo di apparire ridicolo

Ex UAGDC

Documentazioni "Un altro genere di comunicazione"

Esercizi spirituali per signorine

per un'educazione di sani principi e insane fini

JoséPulido

La página del escritor venezolano

Donne in rosso

foglio dell'ADoC (Assemblea delle donne comuniste)

Conferenza Mondiale delle Donne - Caracas 2011

Just another WordPress.com site

críticaypunto

expresamos la verdad

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: