Con le missioni bolivariane Hugo Chávez ha iniziato a saldare il debito sociale

di Alexander Escorche Caña

Il Presidente ha inaugurato più di 20 programmi

La salute, l’educazione, l’alimentazione, la casa e lo sport sono alcuni degli ambiti interessati

Più di 20 missioni tenute a battesimo dal Presidente Chávez a favore delle venezuelane e dei venezuelani. Tali programmi sociali diretti all’alimentazione, alla salute, all’educazione e alla preparazione al lavoro, sono alcune delle maggiori conquiste del Governo Bolivariano. Grazie a loro è stato possibile iniziare a saldare il debito sociale lasciato dalla Quarta Repubblica.

Sembra, infatti, che non ci sia una sola persona nel paese che non abbia tratto beneficio dalle missioni, come elemento di congiunzione tra il potere costituito (il Governo Nazionale) e il potere costituente (il popolo organizzato).

Come sostiene il testo Missioni Bolivariane della Collezione Temi di Oggi, pubblicata dal Ministero del Potere Popolare per la Comunicazione e l’Informazione, le missioni «stanno generando una nuova realtà, includendo gli aspetti culturali, psicologici, ideologici e filosofici, oltre che nella realtà concreta e pratica che stanno dando vita nel sociale, nell’aspetto economico e nell’educativo».

Di seguito alcune delle più significative:

Missione Alimentazione

È iniziata nell’aprile del 2003. Comincia come punta di lancia per consolidare la sovranità alimentare.

Il Presidente ha reiteratamente evidenziato l’importanza che il Governo venezuelano attribuisce al controllo dell’alimentazione del popolo per evitare chi si ripetano atti quali il sabotaggio petrolifero ed alimentare degli anni 2002 e 2003.

La missione alimentazione ha beneficiato a non meno di 15 milioni di persone in tutto il paese, come afferma il Ministro del Potere Popolare per l’alimentazione Carlos Osorio.

Missione Barrio Adentro I, II, III, IV

Nell’anno 2003 si avvia la Missione Barrio Adentro, per rispondere ai bisogni della popolazione venezuelana che durante più di 40 anni è stata esclusa dal Sistema Sanitario.

L’obiettivo di garantire il pieno accesso ai servizi di salute integrati e di qualità, per dare risposta ai bisogni sociali della popolazione, soprattutto per quella più emarginata, in conformità con i principi di equità, universalità e giustizia.

Tale missione iniziò con i Moduli di Barrio Adentro, costruiti nelle località con uno scarso accesso al sistema di salute convenzionale. La Missione Barrio Adentro comprende altre due tappe: Missione Barrio adentro II, che offre servizi completi gratuiti attraverso i Centri di Alta Tecnologia, Centri Diagnostici Integrali e le Sale di Riabilitazione Integrale; e Missione Barrio Adentro III, che cura la modernizzazione tecnologica e migliora l’infrastruttura della rete ospedaliera del paese.

Per fare fronte alle grandi necessità di pazienti con patologie specifiche è nata Barrio Adentro IV, che si occupa della costruzione di centri specializzati. È nata con la messa in servizio dell’Ospedale Cardiologico Infantile Gilberto Rodríguez Ochoa, inaugurato dal presidente Chávez il 20 agosto del 2006.

Missione José Gregorio Hernández        

Si dedica allo studio di tutta la popolazione che soffre di diverse tipologie di handicap o di malattie genetiche. È stata annunciata dal Presidente nel marzo del 2008.

Il leader socialista ha affermato che si è inaugurata questa missione con il nome del medico degli umili, data la sua esperienza a favore della salute dei poveri, e perché José Gregorio Hernandez «è un santo per il nostro popolo».

 Missione Sorriso

Nell’anno 2006 nasce questa missione che non ha precedenti, poiché è la prima volta che si assume in quanto politica di Stato la consegna di protesi dentali alla popolazione per riscattare i sorrisi e restituire l’autostima a milioni di venezuelane e venezuelani. Raggiungere i 10 milioni di venezuelani e venezuelane sorridenti è la meta di questa giovane e nobile missione.

Missione Barrio Adentro Deportivo

Il 31 luglio 2004 il Presidente Chávez ha avviato la Missone Barrio Adentro Deportivo con l’obiettivo di elevare i livelli di salute e la qualità della vita della popolazione, la promozione della pratica e dell’esercizio sportivo, l’impegno del tempo libero, la formazione di promotori sportivi e la sana ricreazione delle bambine, dei bambini, dei giovani, delle adulte e degli adulti.

Come ha avuto modo di affermare il Comandante: «nulla di meglio che l’esercizio fisico per prevenire i problemi cardiovascolari: camminare, correre. Nulla di meglio anche per la salute mentale, per la salute della famiglia, con la buona circolazione del sangue che ossigena il cervello, per lo studio, per coadiuvare lo sforzo educativo che stiamo facendo, per vivere di più abbiamo bisogno di vivere di più e meglio ogni giorno».

La Missione sportiva Barrio Adentro Deportivo è presente nei 24 stati del paese, attraverso programmi come il circolo dei nonni, la danza-terapia, la palestra lavorativa, la palestra infantile e la preparazione fisica per le donne in gravidanza.

Missione Scienza

Era il 12 aprile del 2005, durante la consegna dei Premi Nazionali di Scienza, Tecnologia e Innovazione, quando il Comandante Chávez parlò per la prima volta di questa missione. Tale missione è definita come il processo di inclusione e articolazione massiva degli attori sociali e istituzionali mediante le reti economiche, sociali, accademiche e politiche, a favore dell’uso massivo della conoscenza, in funzione dello sviluppo nazionale e dell’integrazione.

Missione Identità

Si pone l’obiettivo di riconoscere il diritto all’identità dei cittadini e delle cittadine, attraverso l’immediata iscrizione e il rilascio della Carta di Identità utilizzando appositi moduli su tutto il territorio nazionale, ciò riconosce, inoltre, il diritto a tutte le venezuelane e a tutti i venezuelani di partecipare ai processi elettorali, riconoscendo e ridando dignità alle persone.

La Missione Identità è nata con l’obiettivo di saldare il debito sociale con il popolo venezuelano che è stato per anni escluso. Adesso tute e tutti possono avere gratuitamente il documento di identità quando lo richiedono.

Missione Albero

La Missione Albero è nata il 4 giugno 2006. È un programma inedito di grande rilevanza, che si pone l’obiettivo di recuperare i boschi venezuelani attraverso il lavoro del popolo organizzato.

Tale programma mira a svegliare negli abitanti il loro interesse per il rimboschimento ed il recupero degli spazi degradati.

La Missione Albero è orientata a promuovere la partecipazione ed il protagonismo della comunità nella costruzione di un nuovo modello di sviluppo che si fonda sul recupero, sulla conservazione e sull’utilizzo sostenibile dei boschi per il miglioramento della qualità della vita della popolazione.

Missione Madres de Barrio

In accordo con le linee della Rivoluzione Bolivariana dirette alla rivendicazione dei diritti delle donne ed il riconoscimento del loro lavoro, è stata creata Madres del Barrio nell’anno 2006.

Si pone l’obiettivo di sostenere le casalinghe con scarse risorse economiche mediante la preparazione tecnica e la formazione del lavoro, con il fine ultimo di superare progressivamente lo stato di povertà.

Tale programma stabilisce anche l’inclusione di altre iniziative sociali e missioni come l’accompagnamento comunitario e il riconoscimento di un’assegnazione economica. Sono beneficiate le donne che svolgono il lavoro casalingo, come quelle che hanno persone sotto la propria autorità (figlie, figli, genitori o altri familiari), la cui famiglia non percepisce alcun introito o percepisce un introito inferiore al paniere di base.

Missione Che Guevara

È stata stabilita nell’anno 2004; è un programma di formazione tecnica, etica e politica, con valori socialisti. Nasce con la funzione di ottimizzare la Missione Vuelvan Caras, e si pone l’obiettivo di trasformare il sistema socioeconomico capitalista imperante nel paese per istaurare un modello economico socialista comunale.

Il suo principale obiettivo è la formazione completa della popolazione nelle attività produttive; allo stesso tempo si promuovono gli strumenti necessari per la creazione dei progetti produttivi, sostenibili, avendo come base la coscienza etica e la morale rivoluzionaria, a favore della crescita socioproduttiva del paese ed il consolidamento dell’economia comunale.

Si pone come fine ultimo il raggiungimento della povertà zero entro l’anno 2021.

Missione Negra Hipólita

È stata creata il 14 gennaio 2006. È un programma speciale destinato a rispondere ai bisogni accumulati di lavoro, alimentazione, qualità dell’habitat, della casa e della salute della popolazione in situazione di povertà estrema. La filosofia della missione risiede nel ricordo nel ruolo di nutrice ricoperto dalla schiava che si prese cura del Libertador e che riuscì con il suo amore a che il Padre della Patria divenisse un essere umano capace di sognare un mondo diverso, un paese libero.

Missione Cultura Corazón Adentro

Nasce nel 2006 per consolidare l’identità nazionale della popolazione venezuelana e per alimentare l’amore per la patria. È diretta alla ricerca dell’equilibrio territoriale, a prendersi cura di tutta la popolazione ed offrire alternative educative e lavorative ad ampi settori della popolazione.

Missione Musica

Tale programma sociale del Governo Bolivariano è stato annunciato dal Presidente della Repubblica nel settembre del 2007.

Il suo obiettivo è la consolidazione del sistema nazionale di orchestre e cori infantili e giovanili del Venezuela nonché l’incentivo nell’apprendimento della musica tra le bambine, i bambini e i giovani dei settori con minori risorse in tutto il paese.

Missione Guaicaipuro

Nasce con la finalità di eseguire, coordinare, promuovere, facilitare le politiche e i progetti diretti alla rivendicazione dei diritti dei popoli indigeni.

La rivendicazione delle comunità indigene è uno dei principali obiettivi della Rivoluzione Bolivariana essendo i popoli originari della patria.

Missione Rivoluzione Energetica

Tale programma avviato il 17 novembre del 2006, si propone di raggiungere l’efficienza energetica attraverso la razionalizzazione del consumo energetico e l’utilizzo delle fonti alternative, come l’eolica e la solare.

Tale progetto include la sostituzione delle lampadine incandescenti con lampadine a risparmio energetico, la sostituzione delle infrastrutture obsolete di gas, della gassificazione nazionale, fabbriche ed istallazioni di pannelli solari, di generatori eolici, creazione di norme di efficienza energetica, la ristrutturazione di fabbriche inefficienti e la sostituzione per il passaggio dal gasolio al gas naturale.

Missione Robinson

Tale missione è stata concepita come strategia concertata al fine di superare l’analfabetismo con l’appoggio delle organizzazioni sociali e delle istituzioni governative.

Le attività sono iniziate il 23 maggio 2003, con un piano pilota applicato nel Distretto Capitale e negli Stati Vargas, Miranda ed Aragua.

Il primo luglio del 2003 è iniziato formalmente il Piano Straordinario di Alfabetizzazione Simón Rodríguez, conosciuto come Missione Robinson.

Robinson I ha permesso che il 28 ottobre del 2005 il Venezuela diventasse Territorio Libero dall’analfabetismo, come riconosciuto dalla UNESCO; un paese, o un territorio entra in questa categoria se più del 96% della popolazione maggiore ai 15 anni è capace di leggere e di scrivere.

Il Governo bolivariano ha iniziato la Missione Robinson II il 28 ottobre del 2003, ha evidenziato il Presidente: «con il compito di includere non solo i diplomati della Missione Robinson I ma anche di tutte le venezuelane e tutti i venezuelani che non hanno potuto concludere i propri studi di educazione di base, a causa del sistema capitalista che ha dominato in Venezuela per più di 40 anni».

Missione Ribas

Il 16 ottobre del 2003 è stata creata la Commissione Presidenziale che ha portato a più di 770 mila venezuelane e venezuelani adulti la speranza di concludere il liceo per poter poi inserirsi nell’educazione universitaria.

Missione Sucre

Nel settembre del 2003 il governo Bolivariano ha incluso la Missione Sucre nel suo piano di Gestione rivoluzionaria. Tale iniziativa è nata come speranza per migliaia di giovani ed adulti che sognavano di realizzare una carriera universitaria. Il Venezuela è una delle nazioni con l’iscrizione universitaria più alta, stimata in due milioni e mezzo di studenti.

Con le Grandi Missioni il Presidente ha voluto rompere il nocciolo duro della povertà

Lo spirito della Grande Missione è un concetto che il Comandante Presidente ha teorizzato con il proposito di abbattere il muro della povertà.

Tale strategia include la creazione di organi superiori come spazi di direzione per superare gli ostacoli dello Stato burocratico.

En Amor Mayor

Questa è una iniziativa dedicata a ricompensare il lavoro degli anziani che non hanno potuto maturare la pensione. Fino al gennaio del 2013, 516.000 persone hanno ricevuto la propria pensione con questo meccanismo, secondo quello che riferisce la Ministra del Potere Popolare per l’Educazione Universitaria e vicepresidente dell’Area Sociale del Gabinetto Esecutivo, Yadira Cordoba. In questo programma si sono iscritti 1.120.574 adulte ed adulti.

Missione Figli del Venezuela

Si pone come obiettivo principale l’attenzione alle famiglie o madri sole principalmente con figli minori di 18 anni o con handicap, il cui introito sia sotto il salario minimo. Ciò permetterà di incidere nella riduzione dell’indice di povertà in molte regioni del territorio nazionale.

Consiste in un aiuto economico di 430 bolívares per figlia o figlio per quelle madri le quali le entrate economiche mensili siano inferiori al salario minimo. Oltre a questo apporto, le famiglie saranno registrate con l’idea di inserire i loro membri nelle attività educative e produttive, includendo la copertura sanitaria. In questa Grande Missione si sono registrate 1.212.709 persone (come rappresentanti dei nuclei familiari), ed attualmente si beneficiano di questo apporto 735.000 persone.

Missione AgroVenezuela

La Grande Missione AgroVenezuela garantisce il diritto alla sicurezza alimentare attraverso l’assistenza tecnica, dotazione di strumenti e finanziamenti per i produttori agricoli.

Vivienda Venezuela

La Grande Missione Vivienda Venezuela si propone di dare soluzione in maniera strutturale allo storico deficit abitativo che ha sofferto la popolazione venezuelana, in particolare i settori sociali più sfavoriti e vulnerabili.

Tale Grande Missione ha come sfida l’obiettivo di raggiungere la costruzione di 2 milioni di alloggi a scala nazionale nei prossimi anni.

Missione Sapere e Lavoro Venezuela

Con l’obiettivo di gettare le basi dello sviluppo di un sistema di lavoro produttivo liberatore per la transizione al socialismo, che contrasti e superi la logica del capitale, il Governo Bolivariano ha lanciato la Grande Missione Sapere e Lavoro Venezuela.

Ha come obiettivo combattere la disoccupazione e la sotto-occupazione, principalmente dei settori giovanili e delle donne.

A Tutta Vita Venezuela

Si tratta di una politica pubblica integrata di Stato con la quale si punta ad attaccare la criminalità e ridurre le situazioni vincolate al delitto, all’illegalità, agli incidenti stradali, ai disastri e alle emergenze, affinché tutta la popolazione venezuelana possa godere dei suoi diritti in un ambiente pacifico, al fine di raggiungere questo obiettivo tale Grande Missione conta con la Musica, lo Sport e l’impiego, come iniziative con le quali si contrasta l’assenza di attività nella popolazione giovanile. Contemporaneamente si lavora con la riorganizzazione e l’equipaggiamento dei corpi di sicurezza dello Stato, nella costruzione di una giustizia comunale ed una convivenza fondata sulla solidarietà.

[trad. dal castigliano per ALBAinFormazione a cura di Martina Tabacchini]

Lascia un commento

Spam e commenti che non apportano alcuna informazione utile non sono ammessi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

"En Tiempos de Guarimba"

Conoce a quienes te quieren dirigir

La Covacha Roja

Donde encontramos ideas avanzadas

Pensamiento Nuestro Americano

Articulando Luchas, Cultivando Resistencias

RE-EVOLUCIÓN

Combatiendo al neofascismo internacional

Comitè Antiimperialista

Contra les agressions imperialistes i amb la lluita dels pobles per la seva sobirania

SLAVYANGRAD.es

Nuestra ira no tiene limites. (c) V. M. Molotov

Auca en Cayo Hueso

Just another WordPress.com site

Gli Appunti del Paz83

Internet non accende le rivoluzioni, ma aiuta a vincerle - Il Blog di Matteo Castellani Tarabini

Sociología crítica

Articulos y textos para debate y análisis de la realidad social

Hugo Chavez Front - Canada

Get to know what's really going on in Venezuela

Revista Nuestra América

Análisis, política y cultura

Avanzada Popular

Colectivo Avanzada Popular

Leonardo Boff

O site recolhe os artigos que escrevo semanalmente e de alguns outros que considero notáveis.Os temas são ética,ecologia,política e espiritualidade.

Planetasperger

sindrome de asperger u otros WordPress.com weblog

Vientos del Este

Actualidad, cultura, historia y curiosidades sobre Europa del Este

My Blog

Just another WordPress.com site

Festival delle idee politiche

Rassegna annuale di teorie politiche e pratiche della partecipazione civile

Far di Conto

Piccoli numeri e liberi pensieri

Miradas desde Nuestra América

Otro Mundo es Posible, Necesario, Urgente. Desde la provincia chilena

Como te iba contando

Bla bla bla bla...

Coordinadora Simón Bolívar

¡Bolívar vive la lucha sigue!

LaDu

Laboratorio di Degustazione Urbana

il Blog di Daniele Barbieri & altr*

"Per conquistare un futuro bisogna prima sognarlo" (Marge Piercy)

KFA Italia - notizie e attività

notizie dalla Corea Popolare e dalla Korean Friendship Association

KFA Euskal Herria

Korearekiko Laguntasun Elkartea | Korean Friendship Association

ULTIMOTEATRO.PRODUZIONIINCIVILI

Nuova Drammaturgia del Contemporaneo

Sociales en PDF

Libro de sociales en formato digital.

matricola7047

Notes de lectura i altres informacions del seminari sobre el Quaderns de la Presó d'Antonio Gramsci ( Associació Cultural Espai Marx)

Centro Cultural Tina Modotti Caracas

Promoción de la cultura y arte Hispanoamericana e Italiana. Enseñanza y educaciòn.

Racconti di quasi amore

a costo di apparire ridicolo

Ex UAGDC

Documentazioni "Un altro genere di comunicazione"

Esercizi spirituali per signorine

per un'educazione di sani principi e insane fini

JoséPulido

La página del escritor venezolano

Donne in rosso

foglio dell'ADoC (Assemblea delle donne comuniste)

Conferenza Mondiale delle Donne - Caracas 2011

Just another WordPress.com site

críticaypunto

expresamos la verdad

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: